Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

“Disaccordi imperfetti” di Jonathan Coe, racconti che narrano l’esistenza

“Disaccordi imperfetti” di Jonathan Coe, racconti che narrano l’esistenzaDisaccordi imperfetti è una raccolta di racconti dello scrittore inglese Jonathan Coe, pubblicata da Feltrinelli nella traduzione di Delfina Vezzoli.

Attento osservatore delle questioni politiche e sociali della sua Inghilterra, nei suoi romanzi Jonathan Coe descrive in modo dettagliato il contesto storico che fa da sfondo alle vicende narrate. Ne La banda dei brocchi dipinge l’Inghilterra tatcheriana degli anni Settanta, oppressa dal problema sindacale e dal razzismo. Gli anni Ottanta del XX secolo sono descritti ne La famiglia Winshaw, storia di una famiglia, vittima della corruzione capitalistica propria della modernità. A concludere la famosa trilogia, che ripercorre trent’anni di storia inglese, è Circolo chiuso, in cui riprende la vicenda de La banda dei brocchi all’inizio del nuovo millennio: i protagonisti sono ormai cresciuti e il panorama sociale e politico è diverso, pur conservando vecchie problematiche, quali il razzismo.

Un’altra caratteristica delle opere di Coe è la scrupolosa indagine dell’animo umano, attraverso un’analisi dettagliata dei suoi personaggi. Nella raccolta di racconti Disaccordi imperfetti le diverse storie narrate sono legate da tematiche esistenzialiste: la solitudine, il rimpianto, la nostalgia, il passare inesorabile del tempo.

Il libro si apre con la Nota dell’autore, la quale spiega al lettore l’origine di questi racconti, alcuni già apparsi nella raccolta 9th and 13th (Penguin 2005), e nella sua controparte francese Disaccords imparfaits (Gallimard 2012). Altri due, invece, Pentatonica e Rotary Park risalgono invece al 2012 e gli sono stati commissionati dalla Penguin e dal «Sunday Telegraph». Questi ultimi due sono storie autonome, che lo scrittore, tuttavia, si propone di inserire in un’opera di più ampio respiro alla quale sta lavorando e che sarà intitolata Unrest, storia di una famiglia borghese delle Midlands nel ventesimo secolo. A chiudere la raccolta, come ci illustra Coe, è il racconto autobiografico Billy Wilder. Diario di un’ossessione, legato al ricordo del nonno, James Kay, che gli trasmise, insieme alla passione per la contea inglese dello Shropshire, dove ha ambientato le sue storie, quella per le avventure di Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle. Il suddetto racconto, nato come un saggio per una rivista cinematografica, è una testimonianza dell’ossessione dell’autore per il film di Billy Wilder, Vita privata di Sherlock Holmes, e in particolare per la sua colonna sonora.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

“Disaccordi imperfetti” di Jonathan Coe, racconti che narrano l’esistenzaNei primi quattro racconti viene affrontato il tema della malinconia e del rimpianto per quello che poteva essere e non è stato. Nel primo, intitolato Nona e Tredicesima, David, un musicista di piano bar, immagina la sua vita con Rachel, splendida fanciulla così battezzata dalla sua fantasia, se avesse risposto diversamente alla sola domanda che lei gli aveva posto anni prima, la sera del loro unico e fugace incontro.

In V.O. Versione originale, un regista, mentre partecipa come giurato a un festival dell’horror, tenta invano di dare un senso alla sua misera esistenza.

Ai ferri corti è, invece, una breve storia ritrovata tra i floppy disk dimenticati nel cassetto e alla quale lo stesso Coe afferma di essere affezionato: una coppia di anziani affronta la pensione in una casa sul mare.

Leida racconta la nostalgia di un amore non consumato, il ricordo di un’estate che non tornerà mai più.

Gli ultimi tre racconti, che saranno poi inclusi in Unrest, ripercorrono frammenti di vita di una famiglia borghese nell’Inghilterra del ventesimo secolo. In Ivy e le sue sciocchezze, il piccolo David ricorda il Natale dei suoi dieci anni, in cui, suggestionato dalle credenze popolane della zia, crede di vedere il fantasma di un uomo assassinato dalla moglie, in procinto di uccidere la nonna. Pentatonica fotografa il momento in cui due coniugi, durante il saggio scolastico della figlia, percepiscono all’unisono la fine del loro matrimonio. Tematica simile è affrontata in Rotary Park.

Jonathan Coe, con una scrittura piacevole e chiara, rende il lettore partecipe di attimi di vita di numerosi personaggi, descritti con singolare accuratezza, ciascuno con una peculiare caratteristica.

I racconti di Disaccordi imperfetti evidenziano sensazioni proprie dell’essere umano, impotente di fronte allo scorrere del tempo, custode di preziosi ricordi e talvolta soffocato da rimpianti.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.