Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

“Dietro la scena del crimine” di Cristina Brondoni

“Dietro alla scena del crimine” di Cristina BrondoniMorti ammazzati per fiction e per davvero è il sottotitolo di Dietro la scena del Crimine, l’ultimo saggio firmato Cristina Brondoni: giornalista, criminologa e amante delle serie tv.

Edito da Las Vegas Edizioni, questo breve libro porta con sé un semplice desiderio: delineare la panoramica forse un po’ folle di alcune particolari scienze: quelle forensi, riscoprendo tutti i dettagli che potrebbero aiutare il lettore a identificare come reale o fittizzia la rappresentazione di un cadavere.

L’autrice scende in campo per aiutare l’appassionato di thriller e gialli, permettendogli di scovare anche il più piccolo punto debole delle serie tv che l’accompagnano ogni giorno. Non solo, chiama in causa sceneggiatori e autori di ogni calibro, dimostrandosi abile nell’identificare il punto debole di ciascuno.

Cristina Brondoni non si accontenta di elogiare profili letterari ben riusciti come il popolare e italianissimo Montalbano, sembra invece provare una sorta di sadico piacere nell’elencare i difetti di personaggi altrettanto famosi ma che ama definire: «detective andati a male».

Quante volte ci capita di seguire con passione una serie tv, un film o un libro pullulante di morti: cadaveri abbandonati in abitazioni isolate, corpi impiccati che pendono dalle travature del tetto o resti maleodoranti di sconosciuti, fatti a pezzetti da chissà quale maniaco omicida.

E a quante di queste rappresentazioni riusciamo a credere davvero? I pochi di noi esperti in tanatologia, algor mortis, rigor mortis e livor mortis risulteranno più svegli nell’identificare gli errori a volte clamorosi commessi da tanti scrittori; ma tutti coloro che intendono trascorrere una vita il più lontano possibile dal tema “morte e postumi” forse finiranno per farsi abbindolare, credendo in ogni erroneo dettaglio.

Con Dietro la scena del crimine, Cristina Brondoni raccoglie dieci fantastici capitoli, dedicandoli alle nuove leve della scrittura, o almeno a quelle che intendano cimentarsi nella stesura di romanzi stracolmi di cadaveri, crimini e delitti quasi perfetti.

La vera qualità del volume, però, risiede nel linguaggio ironico (talvolta delirante) e nella passione che tende a scivolare direttamente dalla mano dell’autrice al cuore del lettore. Insomma, un vero e proprio manuale sulla morte e sugli odori che essa comporta, rivolto alla formazione spassionata e divertente del perfetto scrittore di genere.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

“Dietro alla scena del crimine” di Cristina BrondoniDunque cosa accade davvero a un corpo avvelenato? Perché è sempre meglio non prendersi la briga di avere a che fare con un suicida impiccato? Quanto importanti sono le tracce di DNA presenti nella scena di un crimine? Infine, quali libertà può prendersi un detective che senta la necessità di fumare alla vista del primo cadavere che passa?

Forse non così tante a giudicare dalla “ramanzina” che l’autrice rivolge agli sceneggiatori del dannato Rust Cohle (geniale coprotagonista della serie di True Detective). Non mancano innumerevoli altre citazioni ed esempi lampanti tratti da autori del calibro di Agatha Christie, Arthur Conan Doyle, Stieg Larsson e Patricia Cornwell, per non parlare poi dei fantastici appunti tratti da CSI, Criminal Minds e altre serie affezionate al sangue come Dexter e Lie To Me. Risultano infiniti gli spunti raccolti da Cristina Brondoni allo scopo di delineare la perfetta scena di un crimine, ma anche gli errori da evitare, i passi falsi dai quali tenersi bene alla larga.

Non rimane altro che domandarsi chi sia davvero l’autrice da possedere tante conoscenze in materia. Cristina Brondoni ha saputo infatti coniugare in maniera splendida lavoro e passione diventando non solo giornalista ma anche criminologa forense, consulente e docente in materia di aspetti comportamentali, mobbing, stalking e profiling.

Curatrice inoltre di un personale blog denominato Tutticrimini, dedito a raccontare come pensano i serial killer, quali trasformazioni subisce un corpo dopo il decesso e molti altri temi presenti anche in Dietro alla scena del crimine. Tutti temi cari a molti di noi, che oltre la maschera di “persona comune” celiamo una segreta passione per macabro e grottesco.

Attenti, dunque, scrittori esordienti e amanti della serialità forense, è arrivato quest’anno un nuovo saggio tutto da leggere e studiare. Ironico e ricco non solo di spunti ma anche di veri e propri home made experiments da testare nella tranquillità del vostro salotto. Con Dietro aa scena del crimine Cristina Brondoni è pronta a farvi partecipe dei suoi sanguinosi segreti!

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.