Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Diabolik valica le Alpi

Diabolik, FranciaDiabolik sta all'estate come il cacio sui maccheroni. Chi, almeno una volta nella vita, non ha assistito a una seduta di Pentothal o a un inseguimento a bordo della Jaguar E-type?
Anche sulle spiagge della Costa Azzurra quest'estate si sfoglieranno le avventure del ladro in tuta nera. Il ramo francese della Pavesio Edizioni ha da poco ripubblicato i fumetti del criminale inventato dalle sorelle milanesi Angela e Luciana Giussani.

Per ora sono quattro gli albi da collezione usciti oltralpe (dal numero 101 al 104), contenenti gli episodi a partire dal 1967, quando a Diabolik si affiancano personaggi clou quali l'affascinante compagna di vita (oggi icona femminista) Eva Kant e il tenace ispettore Ginko.

Già negli anni Settanta il ladro dalle maschere di resina usciva con successo anche in Francia. Per una volta, les Italiens ne hanno fatta una giusta… Del resto, il legame fra Diabolik e la Francia è forte. Le sorelle Giussani non hanno mai nascosto che il loro ladro ingegnoso fosse modellato sul parigino Fantômas, nato dalla penna dei francesi Marcel Allain e Pierre Souvestre. I primi episodi di Diabolik erano addirittura ambientati a Marsiglia, prima che la scena si spostasse a Clerville, città di fantasia di chiara ispirazione parigina.
Oltre che in Francia, negli anni Diabolik è stato pubblicato in molti Paesi tra i quali Germania, Grecia, Spagna, Stati Uniti, Argentina, Messico e Finlandia.

Intanto qui da noi, pubblicato fin dalla prima edizione del 1962 da Astorina, Diabolik ha una nuova identità, parallela al “vecchio” Diabolik che continua a uscire. In Dk, Io so chi non sono (uscito ad aprile) l'anti-eroe, sceneggiato da Tito Faraci e disegnato a colori da Giuseppe Palumbo, si chiama DK e non è chi può sembrare. A partire dalla lunga cicatrice sull'occhio destro, in questa inedita versione, Diabolik, lontano dalla passione per Eva Kant, è tornato il criminale solitario e spietato degli inizi (cammin facendo si era un po’ ammorbidito). Il secondo numero con protagonista DK è in lavorazione.

[Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.