Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

“Danse Macabre”, alla scoperta dell’horror insieme a Stephen King

“Danse Macabre”, alla scoperta dell’horror insieme a Stephen KingVersione rivisitata dal saggio omonimo del maestro dell’horror Stephen King, Danse Macabresi propone come una delle ultime uscite del 2016, edita da Frassinelli e a cura di Giovanni Arduino.

Il saggio, divenuto ormai un classico immancabile nelle personali collezioni di ogni appassionato al genere riposiziona sotto i riflettori l’edizione del 1983 (pubblicata da Theoria nella traduzione di Edoardo Nesi) rivista e aggiornata da Giovanni Arduino: scrittore, traduttore e sceneggiatore torinese. Versione resa infine ancor più preziosa dall’intervento dal critico cinematografico Gianni Canova.

Sono passati 35 anni dalla prima pubblicazione di questo saggio negli Stati Uniti ma, ancora una volta, King sa insinuarsi nelle ossa e nelle pulsazioni di chi lo legge; come se avesse la paranormale capacità di entrare nelle viscere stesse del lettore.

Chi ha già letto quella prima versione potrà solo godere degli arricchimenti, delle correzioni, dei nuovi riferimenti a titoli, versioni cinematografiche, fumetti e serie tv ai quali il maestro ha fatto riferimento ma sarà chi ancora non ha mai toccato questo volume a intraprendere un vero e proprio viaggio.

Un viaggio di oltre 400 pagine in cui ci si ritrova spesso fra edifici abbandonati, cantine senza luce, soffitte, attorniati da oggetti misteriosi, odori, sensazioni che il grande maestro ci invita a esplorare, scoprire, annusare, assaggiare al pari di veri e propri animali.

La curiosità è l’unica intenzione che conta, ed è lo stesso King a raccontare quanto delle sue esperienze e dei suoi scritti arrivi proprio dalla fame di scoprire tutto e non fermarsi, andare oltre la superficie, oltre i limiti e inventarsi ciò che viene dopo. Del resto, come sintetizza Giovanni Arduino: «La curiosità è magia, fantasia, immaginazione, sense of wonder, ovvero la capacità di stupire e stupirsi come bambini».

 

Sono queste le parole con le quali King ci invita a regredire, a tornare in uno stato quasi primordiale rispetto a ciò che siamo e a ciò che la vita ci ha insegnato a conoscere e riconoscere.

Non è forse questa la ragione che spinge a essere tanto attratti dal macabro e dal grottesco? Non è questo che spinge a nascondersi fra le poltrone del cinema coprendosi gli occhi di fronte a una porta chiusa?

“Danse Macabre”, alla scoperta dell’horror insieme a Stephen King

È la voglia di tornare bambini e lasciarsi sopraffare dallo stupore e dallo sconosciuto. È il desiderio di urlare e di aggrapparsi a quelle sensazioni che attraverso la paura della morte fanno sentire così vivi.

 

LEGGI ANCHE – Quando letteratura e cinema incontrano macabro e grottesco: il fascino del male

 

Ma se tramite la lettura di Danse Macabre, Stephen King spinge il lettore verso il mondo straordinario delle scoperta e della ricerca; quali sono i film, i libri, i fumetti, le storie che l’hanno infine portato a scrivere Carry, Le notti di Salem, It e altri romanzi divenuti oggi testi cult e pop, veri cimeli nel mondo degli appassionati?

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Ecco che il volume originale e ancor meglio quest’ultima versione arrivano per darci la risposta, le molteplici risposte. Sotto i riflettori è la cultura pop e horror che corre lungo un intero trentennio: dal 1950 al 1980, ricavandone i tòpoi, le caratteristiche e ciò che ha reso unico, bizzarro e intoccabile questo genere.

In un susseguirsi di figure archetipiche cha vanno dal vampiro al licantropo, King indaga i personaggi che l’hanno appassionato fin dalle sue primissime letture e visioni, attraversoStoker, Stevenson, Shelleye quella danza macabra che viene citata fin dal titolo.

Danza Macabra intesa come archetipo letterario in grado di racchiudere in un unico concetto due pulsioni idealmente opposte l’una all’altra quali Amoree Morte, Erose Thanatos. L’elogio alla vita e alla danza vitale necessaria a esorcizzare il terrore di una morte onnipresente.

“Danse Macabre”, alla scoperta dell’horror insieme a Stephen King

«Il tempo è corto, nessuno è davvero normale, la vita è breve e la morte, è la morte».

 

LEGGI ANCHE – I 20 consigli di scrittura di Stephen King

 

Danse Macabre è un saggio da leggere al buio della propria stanza, al lume di candela, a mezzanotte, è un libro che va assaporato e scoperto, indagato e commentato. Non basta una semplice lettura, sono la ricerca e la già citata curiosità le caratteristiche su cui si basa la sua vera essenza e completezza.

Non si può fare a meno di arrivare al termine di ogni capitolo senza che affiori la voglia e il bisogno di andare ad appuntarsi il titolo di un film o di un vecchio romanzo fino ad allora sconosciuto, la sinfonia di una canzone, di una colonna sonora o la vita di uno dei tanti personaggi che hanno inspirato con le loro storie l’immaginazione e la creativa del maestro del brivido.

Una pagina dopo l’altra King parla di sé stesso, del suo lavoro, delle sue passioni e di tutto ciò che l’ha trasformato nel corso degli anni, il suo linguaggio é semplice, creativo, bizzarro, spesso ironico o addirittura critico.

Con Danse Macabre Stephen King trascrive nero su bianco tutto ciò che avrebbe narrato al lettore davanti una tazza di tè, un saggio informale che accetta qualsiasi reazione, tranne la noia.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.