Corso online di editing

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di scrittura creativa

“Dalla fine del mondo – Il sentiero di Papa Francesco” AA.VV.

“Dalla fine del mondo – Il sentiero di Papa Francesco” AA.VV.È necessaria una premessa prima che proseguiate con la lettura. Quando ho saputo di questo libro, mi è nata subito la curiosità. Marco Valerio è l’editore del mio saggio “Scrivere un romanzo in 100 giorni” e non di rado parlo con il suo editor per confrontarci sui temi editoriali italiani. Una persona che stimo, ma che su certi argomenti è quanto di più lontano io possa pensare rispetto alle mie idee, soprattutto in ambito religioso: lui cattolico, io sbattezzato. Vi sono valori comuni fra noi che vanno ben oltre le categorie, eppure inutile dire che quando parliamo di Vaticano o Chiesa diventiamo come il diavolo e l’acqua santa.

 

Ma amo le sfide quando leggo, quindi, gli ho chiesto se potevo recensire Dalla fine del mondo – Il sentiero di Papa Francesco, pubblicato pochi giorni fa da Marco Valerio in collaborazione con Vita Edizioni, nonostante la mia nota posizione anticlericale e anticristiana. Altra premessa necessaria: non ho istinti da guerrafondaio contro la cristianità, semplicemente dopo anni di letture e riflessioni riconfermo la mia lontananza da alcuni argomenti che da altri sono ritenuti fondamentali. Non sono interessato a Gesù, a Maria, ai santi o allo Spirito Santo, gestisco la mia spiritualità con forme lontanissime dal culto cristiano.

 

Come ogni persona di buon senso dovrebbe fare, che sia credente o meno, riconosco anch’io l’importanza sociale del Papa, i messaggi sono importanti e non è così azzardato affermare che una frase del capo del Vaticano abbia conseguenze talvolta a cascata sulla società.

 

Ho iniziato a leggere Dalla fine del mondo – Il sentiero di Papa Francesco con il desiderio di conoscere, provando ad accantonare il mio punto di vista critico verso il Vaticano. Dopo poco trovo le seguenti parole: «Il Cardinal Jorge Mario Bergoglio è sempre stato fotografato come pastore dalla parola facile, comprensibile da tutti, soprattutto dai poveri. Amava andare nei sobborghi della sua metropoli, Buenos Aires, nei quartieri della miseria senza misura per confrontarsi, capire ed aiutare». Quale ateo o agnostico potrebbe non provare una genuina simpatia per una persona così vicina ai margini, agli ultimi, alle vicissitudini? Si parla già addirittura di Bergoglio style, una spontaneità che si nutre di modi semplici e parole amorevoli.

 

Nella lettura del libro mi sono concentrato sull’uomo, non sul ruolo, alla ricerca di gesti che potessero mostrarmi la reale sostanza di una persona. Non mi piace confondere i livelli di lettura, volevo capire di più del signor Jorge Mario Bergoglio.

 

Il saggio si sviluppa attraverso una decina di interventi di persone esperte in materia e alla fine si rimane affascinati dall’uomo e si percepisce come lui possa condizionare in modo positivo l’attuale complicato momento storico della Chiesa. Non mancano le critiche a Papa Francesco, alcune delle quali considerate nel libro e interpretate alla luce di considerazioni ancora poco note al grande pubblico.

 

Le accuse sono respinte da molti testimoni di quei drammatici anni di violenza (si parla di deci-ne di migliaia di assassinii e di altrettanti desapare-cidos). Il premio Nobel per la pace Perez Esquivel – «non tradizionalmente favorevole alla Chiesa», come ha ricordato il responsabile della Sala Stampa Vaticana, Padre Lombardi – ha dichiarato che «ci furono vescovi e religiosi complici della dittatura, ma Bergoglio no».

 

Papa Francesco non è soltanto il rappresentante massimo della Chiesa Cattolica, altresì l’uomo che affronterà le sfide della Chiesa latino-americana, in profonda crisi da qualche anno, perché sono migliaia le persone che ogni mese abbandonano il mondo cattolico per avvicinarsi ad altre religioni: un fenomeno complesso che coinvolge spiritualità, povertà e politica.

 

Non mi resta che consigliarvi la lettura di Dalla fine del mondo – Il sentiero di Papa Francesco, un libro ricco di aneddoti e dati, interessante sia per il credente sia per il non credente.

Lo potete acquistare anche nel sito della casa editrice.

 

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.4 (5 voti)

Commenti

Grazie, Morgan per questa recensione. Come curatore del libro l'ho davvero apprezzata!

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.