Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Cultura a Verona 1 #L’Arena

L'Arena di VeronaUna rubrica sui luoghi della cultura a Verona non può che iniziare da uno dei simboli della città, ovvero la sua Arena. E non poteva esserci migliore circostanza per parlarne che in occasione dei suoi cent'anni: infatti, venne inaugurata il 10 agosto 1913 con Aida, (tra il pubblico un allora sconosciuto Franz Kafka) e, da quel momento, si sono succedute novanta stagioni liriche. Per celebrare il centenario, il programma degli spettacoli di quest'anno prevede, tra gli altri, Nabucco, La Traviata, Il Trovatore, Messa da Requiem e Rigoletto, oltre che due versioni di Aida: la prima, dal 14 giugno al 3 agosto, con regia, scene e costumi della compagnia spagnola La Fura dels Baus; la seconda, dal 10 agosto fino a settembre, a cent'anni esatti dalla sua prima rappresentazione, l'Aida del 1913. All'opera è legato il nome del suo compositore, Giuseppe Verdi, e il caso vuole che quest'anno si festeggino anche i duecento anni dalla sua nascita a Roncole di Busseto, il 10 ottobre 1813.

L'Arena risale al I secolo d.C., tra i regni di Augusto e Claudio, e sorge in piazza Bra: è il più grande teatro lirico all'aperto del mondo, con oltre 14 mila posti e 500 mila biglietti venduti ogni stagione, il 50% a italiani, l'altra metà a stranieri, in particolare a quelli di area tedesca (anche se si è registrata una buona percentuale di spettatori russi, circa il 4%).

Oltre all'opera lirica, l'Arena ha ospitato musical e concerti di artisti provenienti da tutto il mondo (Pink Floyd, Massive Attack, Bjork, Radiohead, Leonard Cohen, The Who, ma giusto per citarne alcuni, la lista sarebbe bella lunga). La collocazione geografica – nel cuore della città di Giulietta e Romeo, circondata dai palazzi del Comune e della Gran Guardia, a pochi passi dal Teatro Filarmonico e Castelvecchio –, contribuisce a rendere l'Arena uno dei monumenti più suggestivi (oltre che uno dei meglio conservati) d'Italia, un esempio tangibile degli antichi splendori della civiltà romana.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (8 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.