In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Crescono le biblioteche italiane, ma cala il numero dei lettori

Biblioteca Nazionale NapoliSuscitano riflessioni interessanti i dati dell'Anagrafe delle biblioteche italiane dell’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU) del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. L'indagine illustra la situazione al 31 dicembre 2012, importante se letta in prospettiva, in quanto fa notare l'impegno, e gli investimenti, dedicati a questo settore anche in tempi nei quali la cultura passa spesso in secondo piano.

Si nota così che, al 31 dicembre dello scorso anno, sul territorio nazionale, risultavano attive 12.713 biblioteche, 104 (0,8 per cento) in più dell’anno precedente, con un aumento in tutte le regioni, ma più consistente al Sud, dove ha raggiunto il +1,4 per cento. Un occhio alla distruzione geografica rivela che la distribuzione delle biblioteche è, tuttavia, ancora disomogenea, a livello di Paese. Circa la metà (il 49,7 per cento) delle strutture descritte nell’Anagrafe dell’ICCU è localizzata, infatti, nelle regioni del Nord (da sola, la Lombardia, con le sue 2.144 biblioteche, conta il 16,9 del totale nazionale); nel Sud e nelle Isole sono presenti meno di un terzo delle biblioteche (il 28,9 per cento) e solo poco più di un quinto del totale (il 21,4 per cento) è localizzato nelle regioni centrali.

In merito alle proprietà, oltre la metà (50,5 per cento) delle biblioteche italiane appartiene ad enti territoriali; le restanti sono in larga parte biblioteche delle università statali (15,2 per cento) e degli enti ecclesiastici (10,4 per cento). Principalmente si tratta di biblioteche piccole e medio piccole: poco meno di una biblioteca su cinque (19,1 per cento) dispone di neanche 2mila volumi, mentre il 42,9 per cento delle biblioteche custodisce sui propri scaffali non più di 5mila volumi. Tra tanti nani, esistono una decina di giganti, grandi poli di eccellenza posizionati tutti – a eccezione di Napoli – al Centro-Nord; ognuna di queste biblioteche dispone ciascuna di un catalogo di oltre 1 milione di volumi e opuscoli disponibili per la consultazione e il prestito da parte del pubblico.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

A fronte di tutta questa offerta di letture, calano, però, i lettori. Il dato di chi legge, presente nel rapporto Istat, riporta uno sconfortante meno 3 per cento nel 2013 rispetto al 2012. Con il calo più forte che si registra, senza pudori, tra i giovanissimi (da 59,8 si passa a 50,6 per cento dei 15-17enni) e tra gli uomini (che nel 2012 registravano il 39,7 per cento di lettori, 36,4 quest'anno). Tengono banco le donne, che a tutte le fasce di età mostrano un interesse maggiore per la lettura (pari al 49,3 per cento del totale della popolazione femminile contro il 36,4 per cento di quella maschile), anche a livello di quantità (il 14,8 per cento legge dodici libri o più contro il 12,6 per cento dei maschi).

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.