Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Conosciamo la famiglia di Shakespeare

Conosciamo la famiglia di ShakespeareChi sono i membri della famiglia di William Shakespeare? Aveva fratelli, sorelle? Di certo, visto l’approssimarsi dei 400 anni della morte del Bardo, non possiamo esimerci dal provare a fornire qualche notizia sulla sua famiglia.

Cominciamo col dire che William condusse due vite: quella familiare, che trascorse a Stratford-upon-Avon presso la sua abitazione, e quella professionale a Londra. Oltre al documento redatto da un impiegato comunale nel 1616 dal quale si ricava che Shakespeare sia stato a Londra insieme a John Hall, suo genero, non abbiamo nessun’altra prova del fatto che la sua famiglia sia mai stata nella capitale britannica. Per cui, possiamo senz’altro ritenere fondato il fatto che Shakespeare sia riuscito a tenere separate le due vite, anche perché tutte le proprietà di famiglia si trovavano a Stratford, compresa una grande casa, chiamata New Place (quando fu acquistata nel 1597, era la più grande della città).

 

I genitori di Shakespeare:

Il padre era John Shakespeare, mentre sua madre si chiamava Mary Arden.

Non sappiamo con precisione (data la mancanza di documenti) quando fu celebrato il matrimonio tra i due, ma si pensa sia avvenuto nel 1557. Gli affari di famiglia sono cambiati molto nel tempo, ma è ampiamente riconosciuto che John fosse un fabbricante di guanti e un produttore di pellami. D’altro canto, John era molto attivo anche nella vita pubblica di Stratford-upon-Avon e nel 1567 divenne sindaco della città. Non ci sono documenti ufficiali, ma possiamo presumere che l’elevata posizione sociale di Jonh abbia potuto permettere al giovane William di studiare presso il liceo locale.

 

I fratelli di Shakespeare

William Shakespeare ebbe tra fratelli e due sorelle: Gilbert Shakespeare (nato nel 1566), Joan Shakespeare (nata nel 1569), Anne Shakespeare (nata nel 1571), Richard Shakespeare (nato nel 1574) ed Edmund Shakespeare (nato nel 1580).

Il tasso di mortalità infantile era molto elevato nell’Inghilterra elisabettiana e John e Mary persero due figli prima della nascita di William. Tutti gli altri fratelli, ad eccezione di Anne che morì a 8 anni, sopravvissero fino all’età adulta.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Conosciamo la famiglia di ShakespeareLa moglie di Shakespeare

Si chiamava Anne Hathway e sappiamo che sposò William quando aveva 27 anni, mentre lui era appena diciottenne. Il loro fu un matrimonio riparatore. Ma per ulteriori dettagli, potete consultare il post che le abbiamo dedicato.

 

I figli di Shakespeare

Shakespeare ebbe tre figli: Susanna Shakespeare (nata, prima del matrimonio, nel 1583) e i gemelli Judith e Hamnet Shakespeare (nati nel 1585).

Nell’estate del 1596, Hamnet morì. E si pensa che Shakespeare si sia ispirato alla sua sofferenza per la caratterizzazione del personaggio di Amleto.

 

I generi di Shakespeare

John Hall, che sposò Susanna nel 1607, Thomas Nash Quiney e John Bernard, primo e secondo marito di Judith, sposati rispettivamente nel 1616 e nel 1649.

 

I nipoti di Shakespeare

William ebbe quattro nipoti: Elizabeth Hall (nata nel 1608), figlia di Susanna; Shakespeare Quiney (nato nel 1616), Richard Quiney (nato nel 1618) e Thomas Quiney (nato nel 1620), figli di Judith e del suo primo marito. Shakespeare Quiney morì quand’era ancora piccolo.

 

I nonni di Shakespeare

Richard Shakespeare e Robert Arden sono i nomi dei nonni di William. Bisogna sottolineare, però, che la genealogia familiare di Shakespeare diventa oscura man mano che si prova a risalire alle origini dei suoi genitori. Non possiamo essere certi, ad esempio, del nome delle nonne perché tutto ciò che atteneva gli affari legali era di pertinenza degli “uomini di casa” e, dunque, il nome delle donne non compare in nessun documento.

Sappiamo che gli Arden erano una famiglia influente in città, e si può dedurre che proprio grazie a questo William e Anne Hathway ottennero il permesso della Chiesa per potesti sposare, nonostante avessero già concepito un figlio fuori dal matrimonio.

 

I discendenti ancora in vita di Shakespeare

Tecnicamente potrebbe essere ancora possibile risalire ai discendenti ancora in vita. Infatti, anche se il nipote William non ebbe figli, Joan – l’altra nipote – si sposò con William Hart ed ebbe quattro figli. Questa linea, dunque, è proseguita e molti discendenti di Joan potrebbero essere ancora vivi oggi.

 

Lungi dal voler essere esaustivo, perché molti aspetti sono ancora oggetto di discussione, quest’articolo può essere un punto di inizio per soddisfare le nostre curiosità sulla famiglia di William Shakespeare.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (7 voti)
Tag:

Commenti

dovrebbe essere più dettagliato

Caro Anonimo,

la ringraziamo per il prezioso commento, di cui faremo tesoro anche se l'articolo in questione era inteso a una presentazione generale della famiglia, con rimandi ad altri articoli di approfondimento presenti sul nostro portale (laddove possibile, ovviamente), non una ricostruzione genealogica della famiglia di Shakespeare.

Un caro saluto e grazie ancora.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.