In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Concorsi letterari, gloria garantita?

What Women Write, Mondadori, Donna Moderna, Concorsi letterariDice un proverbio romeno: Dio te lo dà, ma non te lo mette anche nella saccoccia. Come a dire, qualcosa devi pur fare anche tu. Un detto che pare si addica molto ai concorsi letterari.

Mondadori, giusto per muoverci tra gli altipiani dell’editoria, mette spesso a disposizione degli esordienti trampolini di lancio, ossia concorsi tematici volti proprio a scoprire nuovi talenti letterari. È vero, alcuni restano alla prima edizione, ma non pare sia questa la causa per cui certi vincitori, dopo il lungo atteso decollo nei cieli della letteratura, spariscano come fossero solo un’allucinazione.

Nel 2009, WWW, per esteso What women write, è stato il concorso più ambito dalle aspiranti scrittrici italiane. Indetto da Mondadori e aperto ai romanzi, ha attirato più di quattrocento partecipanti, stando a uno dei comunicati del tempo. La vittoria è andata a Laura Lorenza Sciolla e al testo La coguara urbana. L’autrice, però, ha illuminato il firmamento come un frammento di cometa che spinge i superstiziosi a esprimere un desiderio, compiendo un viaggio breve, ma – si spera – intenso.

Risale all’anno scorso, invece, il concorso letterario – non rinnovano nemmeno questo – MensaGiallo, competizione appoggiata sempre dalla Mondadori e che ha fatto conoscere al pubblico Antonella Mecenero, il cui racconto è apparso su Giallo Mondadori n. 3069. A distanza di poco tempo, la Mecenero dava alle stampe La roccia nel cuore (Interlinea Ed.), facendosi spazio nel panorama della letteratura gialla italiana.

A una prima occhiata, il proverbio romeno sembra calzi a pennello: non basta che la dea bendata, o chi per lei, ci tocchi, serve saper sfruttare l’occasione. In effetti, l’onda giusta può portarci sulla sua cresta, ma anche sommergerci se non abbiamo gli strumenti per cavalcarla.

Se ci si sente pronti, però, ecco un concorso, firmato sempre Mondadori, alla sua sessantesima edizione: Gran Giallo Città di Cattolica. C’è tempo ancora fino al 20 giugno ed è un concorso consacrato che ha fatto emergere autori come Bruno Gambarotta e Andrea Pinketts. Attenzione, tuttavia, tenetevi pronti, se l’onda perfetta dovesse arrivare! 

Nessun voto finora

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.