Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Con “La vedova nera” torna in libreria Daniel Silva, maestro indiscusso delle spy-story

Con “La vedova nera” torna in libreria Daniel Silva, maestro indiscusso delle spy-storyÈ un concentrato di adrenalina allo stato puro, il nuovo romanzo di Daniel Silva, La vedova nera. Tradotto in italiano da Giovanni Zucca, per HarperCollins Italia, il libro è un autentico insieme di avvenimenti mozzafiato alla stregua di una salita su un’altissima vetta himalaiana: manca l’ossigeno, perché gli eventi sono tutti dannatamente reali(stici).

Per la precisione, La vedova nera è il sedicesimo volume che vede come protagoniste le vicende di Gabriel Allon. Un dettaglio che, se ignorato, nulla toglie al piacere della lettura. Un dettaglio che, se conosciuto, ha dell’incredibile. Pochi scrittori infatti riescono a ripetersi in maniera così egregia. Daniel Silva sembra conosca una pozione (o formula) che permette a Gabriel Allon di vivere a lungo e di appassionare ovunque lo si incontri nel suo prospero ventaglio di avventure.

Il protagonista è un agente segreto – atipico, per certi versi – israeliano, una spia efficiente e un maestro di segreti. Per ricomporre la sua intera biografia, occorrerebbe leggere tutti i volumi, ma l’esercizio è idoneo a chi desidera amarlo per intero. Se, invece, ci si accontenta di amarlo in cerca de La vedova nera, allora si ha davanti un uomo sulla sessantina, che desidera una vita più tranquilla, magari dietro una scrivania, ma che deve affrontare alcune circostanze che richiedono un suo intervento immediato. Il romanzo infatti si apre con una terribile strage nel cuore di Parigi, ai danni di una comunità ebraica e che causa la morte di alcune figure illustri. È sconvolgente la cattiveria con cui agiscono i terroristi. Dopo aver provocato l’esplosione dell’edificio, si aggirano armati fino ai denti per togliere la vita a chi – miracolosamente – sta ancora respirando, in attesa della morte liberatoria. In principio, le figure armate sembrano quasi mosse da pietà, ma è solo una speranza che qualche lettore potrebbe azzardare.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

Con “La vedova nera” torna in libreria Daniel Silva, maestro indiscusso delle spy-story

Scrive Silva:

«Dopo una ricognizione nell’area devastata, dichiarò che quanto era avvenuto costituiva “un nuovo Olocausto nel cuore di Parigi”, un commento che non fu benaccolto nelle banlieue più turbolente. In una di queste, bande di giovani esultarono e scesero in strada a festeggiare, subito repressi dagli agenti antisommossa. Quasi tutti i giornali ignorarono l’episodio e un ufficiale di polizia lo definì “una spiacevole distrazione” dal compito urgente di trovare i terroristi».

 

Gli eventi raccontati da Silva riecheggiano gli attentati verificatisi in Francia e Belgio poco dopo la stesura del libro e confermano la profonda conoscenza del panorama politico mondiale da parte di un autore che ha alle spalle una lunga carriera come giornalista. Non solo conosce le dinamiche, ma non esita un istante a rendere noto quale sia il suo pensiero riguardo gli eventi passati e futuri. Tant’è che ne La vedova nera indica, come principali responsabili della nascita dell’Isis, gli ultimi governi statunitensi. Ipotesi, a rifletterci, nemmeno tanto improbabile.

 

LEGGI ANCHE – “Sulla Francia” di Emil Cioran: lucida analisi della Grandeur francese

Con “La vedova nera” torna in libreria Daniel Silva, maestro indiscusso delle spy-story

In sintesi, la trama si dispiega attorno all’attentato che si presenta all’attenzione di Allon proprio alla vigilia della promozione che lo interessa. Il governo francese chiede il suo aiuto per fermare colui che viene chiamato Saladino, un temibile terrorista del quale si sa poco o nulla. In campo, accanto ad Allon, scenderà una donna. Natalie Mizrahi dovrà fingersi una cellula in stand-by dell’Isis e infiltrarsi all’interno della più pericolosa cellula terroristica che il mondo abbia mai visto.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

E, in certi punti, mentre si legge La vedova nera, si spera che Silva non abbia visto troppo lungo e sia solo la squisitezza della fantasia a mettere insieme uno scenario così palpitante. Tra l’altro, stilisticamente parlando, lo scrittore è un maestro indiscusso delle spy-story, e della narrativa in generale.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.