Corso online di Scrittura Creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Corso online di Editing

Computer Game Therapy, videogame come medicina

Virtual Reality for DisabilitySono spesso additati come una delle cause del degrado culturale delle nuove generazioni.

Genitori preoccupati che il futuro dei propri figli venga traviato, insegnanti che li accusano per il calo di resa scolastica.

Stiamo parlando dei videogame, ovviamente. Etichettati come violenti e inutili, sono considerati come preclusi socialmente a un qualunqe scopo.

Eppure così attraenti, con funzioni aggregative (anche a distanza) e con un potere finanziario ancora non ben percepito dalla massa. Basti pensare che il valore di un gioco dalle dinamiche abbastanza vecchie come Candy Crush Saga venga stimato intorno ai 500 milioni di dollari, e questo dovrebbe farci riflettere.

Uno spunto per levarci da questo impaccio, anche generazionale, sull'utilità non solo come forma d'intrattenimento ma anche per qualcosa di più, ce la offre Antonio Consorti.

Consorti è un logopedista che prende spunto dagli studi di Haward Garner sulla presenza di intelligenze multiple in uno stesso individuo. Uno degli assiomi più celebri di questo studioso e della sua ipotesi è che «non c'è apprendimento se non c'è divertimento».

Questo stimola Consorti a creare un nuovo tipo di interazione con pazienti disabili, quello videoludico, non più come fine, ma come strumento.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Non si gioca per imparare, ma si impara giocando. L'associazione fondata da lui stesso si chiama VI.RE.DIS (Virtual Reality for Disability) e si occupa di sperimentare in gruppi eterogenei, sia per livello cognitivo sia per capacità motorie, questo nuovo trattamento in modo da stimolare processi mentali e portare alcune capacità residue su altri livelli.

È una prospettiva del tutto nuova nei confronti di qualcosa che è sempre stato eclissato da episodi negativi che, e. onestamente, non sono affrontati con la serietà dovuta e ci si appella a motivazioni facili, superficiali e populiste.

I progetti di questa associazione sono molteplici e stanno sperimentando questi interventi anche nelle scuole e con le persone anziane. In particolar,e quest'ultima categoria così lontana da questo tipo di esperienza, potrebbe scoprire dei vantaggi sia fisici sia mentali, se questa teoria dovesse essere confermata e accettata anche da un più ampio bacino accademico.

Forse un giorno neanche troppo lontano gli anziani del Paese si ritroveranno in polverosi baretti a giocare con internet tutti insieme brandendo fucili virtuali e uccidendo antagonisti pixellati in un tripudio di socializzazione. E chissà i giovani di quel giorno con che cosa si staranno “traviando”?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.