Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Scrittura Creativa

Corso online di Editing

“Come una rosa d'inverno” di Jennifer Donnelly

Ad alcuni anni di distanza dall'uscita di I giorni del thé e delle rose, arriva il seguito che Jennifer Donnelly ha voluto dare alla vicenda, ambientato alcuni anni dopo, all'inizio del Novecento, in una Londra che si è lasciata alle spalle l'episodio di Jack lo squartatore ma dove rimangono problemi ed ingiustizie, anche se nuovi fermenti mettono in discussione tutto questo.

Fiona, l'energica protagonista del libro precedente, ragazza povera diventata imprenditrice rischiando la sua stessa vita, appare come comprimaria, insieme ad altri personaggi dell'altro libro: la nuova protagonista è India, giovane donna medico che decide di occuparsi dei meno fortunati e che si innamora perdutamente di Sid Malone, il fratello perduto e creduto morto di Fiona, diventato un criminale dei bassifondi londinesi, ma che forse potrà trovare il modo di cambiare.

“Come una rosa d'inverno ” di Jennifer DonnellyChiaramente se si è letto il primo libro si coglieranno meglio i legami tra le due vicende e i riferimenti, ma Come una rosa d'inverno è godibile anche come storia a se stante, rivelando in maniera abbastanza chiara cosa è successo nell'altro romanzo, che è comunque consigliabile ed interessante.

Tra avventure e peripezie, matrimoni imposti e rivendicazioni sociali, viaggi e aspirazioni, amori e lutti, nascite e tragedie si dipanano ottocento pagine di una storia che è un romanzo d'amore ma non solo, una pagina di storia, la ricostruzione di un'epoca sospesa tra antico e moderno, in cui ci sono molti punti in comune e molti elementi del mondo contemporaneo e della società odierna.

Jennifer Donnelly sa essere romantica senza essere melensa ed è capace di costruire personaggi femminili insoliti che ricordano il ruolo di molte donne spesso dimenticate dalla storia, come le prime dottoresse in medicina, ostacolate dagli uomini, sottopagate e dequalificate, ma che per prime si confrontarono con i problemi della povertà e dell'ignoranza, a cominciare dalla contraccezione e dal sesso sicuro, che provarono a cambiare le cose in un'epoca ipocrita in cui si poteva anche rischiare molto, in termini di screditamento e di disapprovazione sociale.

Forse, rispetto al primo libro, Jennifer Donnelly si fa prendere a tratti un po' troppo la mano in questo romanzo traboccante di peripezie ed eventi, nei quattro angoli del mondo, visto che dall'Inghilterra ci si muove anche verso l'Africa e gli Stati Uniti di questo inizio di secolo contemporaneo. Ma in generale il libro si legge bene, tra bassifondi e aule del Parlamento, savane e salotti, soddisfacendo sia gli amanti delle storie d'amore, sia gli appassionati di romanzi storici, sia chi cerca nella letteratura quel valore aggiunto dato dall'attenzione alle battaglie civili, al ruolo delle donne, al creare eroi ed eroine non stereotipati, umani e capace di commuovere e coinvolgere. Le ottocento pagine, tante, scorrono comunque veloce, tra cambi di rotta e colpi di scena, per una storia che mescola feuilleton, romance e affresco sociale.

Nata come autrice per ragazzi, con Una voce sul lago, racconto della storia alla base del film Un posto al sole, e con l'inedito ancora Revolution, tra passato e presente attraverso la storia di due adolescenti, Jennifer Donnelly ha poi saputo costruire una saga appassionante e umana, di cui è in uscita nei Paesi anglosassoni il terzo volume, The wild rose, sullo sfondo della Prima guerra mondiale.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.