Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come si costruisce un personaggio dal nulla. “Le macchinazioni” di Baret Magarian

Come si costruisce un personaggio dal nulla. “Le macchinazioni” di Baret MagarianLe macchinazioni (Edizioni Ensemble, 2019 – traduzione di Simone Pagliai) è il romanzo d’esordio di Baret Magarian, un eclettico artista anglo-armeno che è approdato alla narrativa di ampio respiro dopo un percorso composito, che spazia tra giornalismo e poesia, esperienze teatrali e musicali, oltre alla pubblicazione di numerosi racconti brevi su prestigiose riviste letterarie anglosassoni. Di sicuro, Magarian vanta un’intensa frequentazione degli ambienti artistici londinesi, di cui si diverte a tracciare un ritratto ironico e assolutamente impietoso.

I protagonisti del romanzo sono due amici: Daniel Bloch, uno scrittore quarantenne di successo, che però è stanco di scrivere romanzi troppo popolari e poco profondi per un pubblico di lettori di basso livello, che in definitiva disprezza, e il suo giovane amico Oscar Babel, un pittore di talento che ha abbandonato l’arte e sopravvive facendo il proiezionista in un cinema. I due si confidano spesso le rispettive frustrazioni, ma sono entrambi incapaci di dare una svolta alla propria esistenza, almeno fino al giorno in cui Daniel inizia a scrivere un racconto attorno alla vita di Oscar, immaginandone possibili sviluppi futuri. Quando però alcuni di questi sviluppi sembrano concretizzarsi, Oscar si ritrova a vivere suo malgrado una serie di esperienze assolutamente imprevedibili, fino a cadere nelle grinfie di uno stregone della comunicazione che vorrebbe trasformarlo in un guru dei media.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Attorno a loro si muove una Londra nevrotica e inquieta, percorsa da artisti o presunti tali alla disperata ricerca di quel quarto d’ora di notorietà che non si nega a nessuno, come recitava una frase famosa attribuita (con qualche dubbio) ad Andy Warhol, tra performance assurde, premi artistici e feste che ricordano molto il banchetto di Trimalcione, descritto nel Satyricon di Petronio Arbitro studiato a scuola e magistralmente portato sullo schermo da Federico Fellini.

Come si costruisce un personaggio dal nulla. “Le macchinazioni” di Baret Magarian

Impossibile dire di più della trama di un romanzo complesso e fitto di colpi di scena, che alterna momenti di irresistibile comicità ad altri di riflessioni profonde sul senso della vita, dell’amicizia e dell’amore. Ma il tema più importante, fra tutti quelli affrontati con sicurezza da Magarian, è senza dubbio il ruolo preponderante assunto dai media nel mondo contemporaneo, e di conseguenza l’uso e abuso di tutti i mezzi di comunicazione: è possibile che una gigantesca campagna pubblicitaria ben organizzata possa convincere migliaia di persone della nascita di una sorta di nuovo Messia? E se le cose stanno davvero così, come possiamo difenderci da un uso così spregiudicato dei media e dallo strapotere di chi li controlla?

Come si costruisce un personaggio dal nulla. “Le macchinazioni” di Baret Magarian

Il tema non è certo nuovo, perché ne abbiamo moltissimi esempi non solo nella letteratura novecentesca, ma anche, e forse soprattutto, nel cinema e nella televisione, tuttavia continua a rimanere di stretta attualità nel momento in cui la rete decreta il successo, a volte francamente inspiegabile, di influencer che riescono a catturare in poco tempo l’interesse di decine di migliaia di persone che ne diventano follower su Instagram o su You Tube.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Le macchinazioni sono ovunque intorno a noi, vuole dirci in conclusione Baret Magarian nel suo scoppiettante romanzo: si tratta di comprenderlo e di trovare la strada per distinguere verità e finzione, per mantenere quella lucidità di pensiero e capacità di analisi che troppo spesso sembra abbandonare il pensiero comune.


Per la prima foto, copyright: Thomas William su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.