In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Come scrivere un commento critico

Come scrivere un commento criticoScrivere un commento critico verso qualcuno, o meglio: verso le posizioni di qualcuno, non è mai facile. E spesso si finisce con l’offendere la persona che riceve le nostre critiche.

 

È possibile scrivere un commento critico senza risultare offensivi? Secondo il filosofo americano Daniel Dennett, docente di Filosofia e direttore del Centro per gli Studi Cognitivi della Tufts University, la risposta è senz’altro positiva.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il professor Dennett si spinge addirittura fino a individuare il modo più gentile possibile per criticare qualcuno. All’interno del suo saggio Strumenti per pensare (pubblicato in Italia da Raffaello Cortina), il filosofo statunitense presenta le quattro fasi attraverso le quali scrivere un commento critico di successo senza risultare offensivi:

Come scrivere un commento critico

LEGGI ANCHE – Come sviluppare il pensiero critico – 7 strumenti utili

 

  1. Dovresti tentare di esprimere la posizione contraria in modo così chiaro, vivido e onesto che il tuo “avversario” finirà col dire: “Grazie, vorrei aver pensato di metterla giù così anche io”.

Come scrivere un commento critico

***

  1. Dovresti fare una lista di tutti i punti in cui siete d’accordo (specialmente se non sono questioni di accordo generale o diffuso).

Come scrivere un commento critico

***

  1. Dovresti menzionare qualsiasi cosa hai appreso dal tuo “avversario”.

Come scrivere un commento critico

***

  1. Solo allora puoi dire qualche parola di confutazione o critica.

Come scrivere un commento critico

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

***

Che ne dite di applicare queste fasi individuate da Daniel Dennett per scrivere un commento critico? Pensate possano essere di successo o comunque rendere le vostre critiche meno offensive?


Copyright delle foto in ordine di inserimento: Ming Jun Tan, Jason Rosewell, rawpixel.com, Glenn Carstens-Peters, Štefan Štefančík e rawpixel.com

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.