Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Come reagire alle offese con i libri giusti

OffeseCome reagire a offese, denigrazioni, insulti più o meno velati? Esistono dei libri giusti sull'argomento, su come affrontare le ingiurie e su come predisporsi verso i provocatori, non solo utilizzando le parole e i gesti più adatti, ma anche con un corretto atteggiamento mentale, in modo da saper gestire ciò che ci offende ed evitare che ogni critica si trasformi in un'arma contro di noi.

È sempre possibile reagire con pacatezza alle offese? Probabilmente no, alle volte diventa necessario ripagare un insulto con la stessa moneta. Leggetevi La nobile arte dell'insulto di Liang Shiqiu (Einaudi, 2011): quando si vuole rispondere a una critica con una critica bisogna farlo in modo sottile, così l'ignaro avversario si renderà conto troppo tardi che un vostro atteggiamento accondiscendente nei suoi confronti era tutt'altro che tale. Il libro illustra come, con un'adeguata dose di sarcasmo, sia possibile avere la meglio in una disputa.

Liang Shiqiu, La nobile arte dell'insulto

***

Piccolo manuale di autodifesa verbale. Per affrontare con sicurezza offese e provocazioni di Barbara Berckhan (Feltrinelli, 2014) è un titolo che parla da sé. Infatti, nel testo vengono suggeriti dei metodi pratici per affrontare i piccoli e grandi insulti quotidiani. Spesso siamo vittime di ingiustizie verbali da parte di soggetti poco educati o poco inclini al confronto civile: l'autrice di questo testo offre allora degli utili consigli su come mettere al tappeto in modo intelligente un interlocutore molesto.

Barbara Berckhan, Piccolo manuale di autodifesa verbale

***

Sempre da Feltrinelli un altro titolo interessante edito nel 2014, ovvero Pronto soccorso per l'anima offesa. Reagire agli affronti con filosofia e senza risentimenti di Bärbel Wardetzki, che considera i segni che un'offesa lascia sulla nostra autostima. In questo caso, le reazioni sono di due tipi: o ci chiudiamo in noi stessi o reagiamo con violenza alle provocazioni. La Wardetzki, nota psicoterapeuta, evidenzia che entrambe le strade sono nocive e che il primo passo per affrontare con ingegno un conflitto è quello di capire in che misura permettiamo a un'offesa di ferirci. Inoltre, sono da considerare le ragioni sia dell'offeso sia di chi offende, in modo da creare un dialogo costruttivo.

Bärbel Wardetzki, Pronto soccorso per l'anima offesa

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Quante volte, poi, capita di reagire in un confronto nel modo peggiore? Di dire o fare la cosa sbagliata nel momento sbagliato? Come non farsi male da soli. Manuale di autocontrollo di Gary Seigel (Vallardi, 2009) è una vera e propria guida per evitare atteggiamenti dannosi derivati dall'assenza di self-control. Con l'ausilio di alcuni casi specifici, il lettore imparerà a reagire in modo appropriato all'interno di una discussione, a controllare il proprio linguaggio (non solo quello verbale, ma anche del corpo), ad evitare errori e a gestire in modo brillante una criticità.

Gary Seigel, Come non farsi male da soli. Manuale di autocontrollo

***

Un'abitudine piuttosto radicata nella società è quella della critica: si tende a giudicare tutto (e tutti), ragion per cui la critica si trasforma, nella maggior parte dei casi, in un insulto. Non solo: spesso dietro a un giudizio si nascondono frustrazioni, ansie, il desiderio di controllo e di avere sempre ragione. E se la critica fosse, al contrario, uno strumento per migliorare se stessi e il rapporto con il prossimo? Utile in tal senso è Senza offesa, fai schifo. La critica che fa bene agli altri e fa star meglio te di Ludovica Scarpa (Ponte alle Grazie, 2011), che ci insegna a essere «critici ed empatici, autentici e gentili», evitando atteggiamenti di chiusura e risposte astiose nel corso di una conversazione.

Ludovica Scarpa, Senza offesa, fai schifo. La critica che fa bene agli altri e fa star meglio te

***

Abbandonata la condizione di vittime passive, con questi libri giusti sarà più facile reagire in modo brillante alle offese.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.9 (9 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.