Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Come leggere di più e usare meno Internet

Come leggere di più e usare meno InternetLeggere di più è l’obiettivo che tutti i lettori si prefiggono ma allo stesso tempo è uno di quei buoni propositi che puntualmente non riusciamo a concretizzare. E qual è la scusa dietro cui ci nascondiamo di solito? Semplice: la mancanza di tempo.

Quante volte ci diciamo di non riuscire a finire quel romanzo che abbiamo iniziato mesi fa perché siamo presi da tante cose e non ci resta tempo per leggere nemmeno una pagina al giorno? Però se pensassimo a quante ore trascorriamo su Internet, ad esempio navigando nei nostri social preferiti, ci renderemmo subito conto di come in realtà abbiamo tempo più che sufficiente per leggere se soltanto riuscissimo a staccarci da Internet.

Ma come fare? Bene, qui di seguito ti diamo qualche consiglio utile per usare meno Internet e per avere più tempo per leggere.

 

Strategia n. 1: Usa un’app che permette al tuo browser di limitare il tempo di connessione

Come leggere di più e usare meno Internet

Quante volte ti sei perso nei meandri di Internet saltando da un articolo all’altro, da un post all’altro di Facebook o lasciando passare in riproduzione automatica decine e decine di video di YouTube? È come se ti dimenticassi del tempo che passa e proprio non riesci a staccarti da Internet fino a quando non ti accorgi che devi andare a cena e che ormai il tempo per leggere non c’è più. Ecco, esiste un’app che fa al caso tuo. In realtà ce ne sono molte, una di queste è Nanny for Chrome. Limita il tempo che trascorri su determinati siti, come Twitter, tumblr, Facebook, YouTube. Puoi anche personalizzare le limitazioni concentrandoti su alcuni siti in determinate fasce orarie del giorno. Se ad esempio vuoi dedicarti alla lettura come prima cosa di mattina, allora puoi bloccare i siti web che ti distraggono di più per un’ora ogni mattino. Nanny for Chrome ha un’opzione che ti permette di reindirizzare il sito web in questione a un altro indirizzo che puoi scegliere.

 

LEGGI ANCHE – Come leggere tanti libri all’anno

 

Ovviamente puoi riuscire a fare questo solo se sei realmente determinato, ma almeno ti scoraggerà dall’abusare dei siti web che più ti distraggono e ti ricorderà quello che devi fare.

***

Strategia 2: Tieni sempre un libro a portata di mano, anche quando sei online

Come leggere di più e usare meno Internet

Il classico consiglio per leggere di più è di tenere sempre un libro con te. E se lavori da casa o online? Bene, tieni sempre un ebook aperto sul tuo pc. Nei momenti di pausa dal lavoro, o dallo studio, ti capiterà di cliccare distrattamente sulla pagina dell’ebook e di finire col leggere qualcosa.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

***

Strategia n. 3: Dimentica le tue app, anzi seppelliscile

Come leggere di più e usare meno Internet

Sì, non puoi cancellare Twitter, Facebook o qualsiasi altra app che ti faccia perdere tempo, ma considerala come sepolta, dimenticatene. Nascondile in una cartella, che metterai dentro un’altra cartella e così via. Insomma rendi molto complicato l’accesso.

 

LEGGI ANCHE – Come leggere di più ogni giorno, 10 consigli

***

Strategia n. 4: Diversifica i formati

Come leggere di più e usare meno Internet

Passare da un formato all’altro (anche se non dello stesso libro) ti può aiutare in determinati contesti. Ad esempio prova un audiolibro quando stai andando a lavoro, ma metti l’app sulla prima schermata del tuo smartphone. Fai la stessa cosa con un ebook. Anche se hai un ereader e non leggi sullo smartphone, provaci. Ogni volta che sei tentato di andare su Facebook o Twitter per pochi minuti, leggi una o due pagine di quel libro.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

***

Strategia n. 5: Il metodo degli orsetti gommosi

Come leggere di più e usare meno Internet

Premiati con qualcosa di dolce ogni volta che finisci un capitolo. Questo di solito lo si fa quando si studia, ma potrebbe funzionare anche con i romanzi, che ne dite?

***

E tu quale strategia usi per leggere di più e lasciarti distrarre meno da Internet?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Commenti

Di solito esco. Sui mezzi pubblici, in biblioteca o anche in un bar con le cuffie, è l'unica cosa che mi garbi fare, oltre che l'unico modo che ho per leggere senza sosta.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.