Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come imparare ad amare. I preziosi suggerimenti di Erich Fromm

Come imparare ad amare. I preziosi suggerimenti di Erich FrommCome possiamo imparare ad amare è una domanda che dinanzi a un fallimento amoroso ci siamo posti tutti o forse avremmo dovuto porci. Spesso infatti ci soffermiamo sul falso problema di non aver trovato la persona giusta, quando invece dovremmo concentrarci su noi stessi e sul nostro dover imparare a padroneggiare l’arte di amare.

Come riportato su BrainPickings, secondo lo psicoanalista e sociologo tedesco Erich Fromm, autore di uno straordinario L’arte di amare, l’amore infatti è una vera e propria arte per imparare la quale dobbiamo comportarci come faremmo per qualsiasi altra arte.

 

Ma andiamo per gradi… Fromm scrive:

Questo libro… vuole mostrare che l’amore non è un sentimento che può essere provato facilmente da chiunque, indipendentemente dal livello di maturità raggiunto. Esso vuole convincere il lettore che tutti i tentativi di amare sono destinati a fallire, a meno che non tenti attivamente di sviluppare la sua completa personalità, così da raggiungere un orientamento produttivo; non si può ottenere la soddisfazione nell’amore individuale senza la capacità di amare il proprio vicino, senza la vera umiltà, il coraggio, la fede e la disciplina. In una cultura in cui queste qualità sono rare, il conseguimento della capacità di amare resta un obiettivo che si raggiunge di rado.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Fromm analizza poi quella che considera la nostra percezione deformata dell’amore:

La maggior parte delle persone vede il problema dell’amore prima di tutto come quello di essere amati, piuttosto che di amare, con riferimento alla propria capacità di amare. Da questo deriva che per loro il problema è come essere amati, come essere amabili.

[…]

Le persone pensano che amare sia semplice, ma che trovare il giusto oggetto d’amare, o da cui essere amato, sia difficile. Quest’atteggiamento ha molte ragioni radicate nello sviluppo della società moderna. Una ragione è il grande cambiamento verificatosi nel ventesimo secolo per quanto riguarda la scelta di un “oggetto da amare”.

Come imparare ad amare. I preziosi suggerimenti di Erich Fromm

LEGGI ANCHE – Come raccontare una storia d’amore – 16 indicazioni utili

 

La nostra ossessione per l’oggetto da amare, afferma Fromm, ha comportato una sorta di «confusione tra l’iniziale esperienza del “fallimento” in amore e lo stato permanente di essere innamorati o, sarebbe meglio dire, di restare nell’amore». Fromm considera il pericolo di quest’errore:

Se due persone che sono estranee, come tutti noi lo siamo, all’improvviso fanno crollare il muro che c’è tra di loro, e si sentono vicine, si sentono come se fossero una persona sola, questo momento è una delle esperienze più inebrianti, più eccitanti della vita. Ed è molto più meraviglioso e miracoloso per le persone che sono state chiuse in se stesse, isolate, senza amore. Questo miracolo di improvvisa intimità è spesso facilitato se è combinato con, o iniziato dalla, attrazione sessuale e dalla sua consumazione. Tuttavia, questo tipo di amore, per sua natura, non è duraturo. Le sue persone si conoscono bene, l’intimità perde sempre più il suo carattere miracoloso, fino a quando il loro antagonismo, le loro delusioni, la noia reciproca non uccide tutto quello che è rimasto di quell’iniziale eccitazione. Ancora, all’inizio non sanno tutto questo: infatti, scambiano l’intensità dell’infatuazione, essendo “pazzi” l’uno dell’altra, per la prova dell’intensità del loro amore, mentre potrebbe solo provare il livello della loro precedente solitudine.

[…]

Difficilmente ci sarà un’altra attività, un’altra impresa, che inizi con tali speranze e aspettative, e che fallisca così regolarmente, come l’amore.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

Come imparare ad amare. I preziosi suggerimenti di Erich Fromm

L’unico modo per uscire da questa strada verso il fallimento, secondo Fromm, è analizzare le ragioni che soggiacciono alla disconnessione tra quello che crediamo dell’amore e i suoi reali meccanismi, e questo deve includere una ricognizione dell’amore come una pratica consapevole piuttosto che una grazia immeritata. Fromm scrive:

Il primo passo da fare è diventare consapevoli che l’amore è un’arte, proprio come vivere è un’arte; se vogliamo imparare ad amare dobbiamo procedere nello stesso modo in cui dobbiamo procedere se vogliamo imparare qualsiasi altra arte, come la musica, la pittura, la falegnameria, o l’arte della medicina o dell’ingegneria. Quali sono i passi necessari per imparare qualsiasi arte? Il processo di apprendere un’arte può essere diviso in due parti: la prima è il padroneggiare la teoria; la seconda, il padroneggiare la pratica. Se voglio imparare l’arte della medicina, devo prima conoscere tutto ciò che riguarda il corpo umano e le sue varie malattie. Quando posseggo tutta questa conoscenza teorica, sono senza dubbio competente nell’arte della medicina. Diventerò un maestro in quest’arte solo dopo aver fatto molta pratica, fino a che i risultati della mia conoscenza teorica e i risultati della mia pratica non diventino una cosa sola – la mia intuizione, l’essenza del padroneggiare qualsiasi arte. Ma, a prescindere dall’apprendere la teoria e la pratica, c’è un terzo fattore necessario a diventare un maestro in qualsiasi arte: padroneggiare l’arte dev’essere una questione di profonda importanza; non dev’esserci nient’altro al mondo più importante dell’arte. Questo è vero per la musica, per la medicina, per la falegnameria e per l’amore. E, forse, qui c’è la risposta alla domanda sul perché le persone nella nostra cultura cercano così raramente di imparare quest’arte, nonostante i loro fallimenti: nonostante la profonda voglia di amare, quasi ogni altra cosa è considerata più importante dell’amore: il successo, il prestigio, il denaro, il potere, quasi tutte le nostre energie sono usate per imparare come raggiungere questi obiettivi, e quasi nessuna per imparare l’arte di amare.


Per la prima foto, copyright: Sweet Ice Cream Photography.

Per la terza foto, copyright: Jessica Fuscello.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.