Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Come fare una cartella stampa efficace

Come fare una cartella stampa efficaceFare un’efficace cartella stampa è diventato ormai qualcosa di essenziale per gli scrittori. E non parliamo solo di quelli che scelgono la strada del self-publishing ma anche degli autori che pubblicano con editori tradizionali o digitali. Qualsiasi percorso tu scelga per la pubblicazione del tuo libro, devi sapere che la promozione è indispensabile e soprattutto devi considerare che non puoi delegarla sempre e soltanto agli uffici stampa. Dovrai occupartene personalmente. E il primo passo per attivare un buon processo di promozione è proprio quello di costruire una cartella stampa funzionale rispetto agli obiettivi che ti sei prefisso.

Vediamo dunque da vicino cosa deve contenere una cartella stampa e come costruire al meglio i singoli elementi che la compongono.

 

 

Cosa contiene una cartella stampa

Pensa a una cartella stampa come a un insieme di materiali progettati per il marketing:

  • Una foto dell’autore ad alta risoluzione.
  • La cover del libro ad alta risoluzione.
  • Un estratto del libro.
  • Una pagina con varie informazioni e descrizioni dell’opera (la sinossi, tanto per cominciare).
  •  Una bio dell’autore (breve e/o lunga, a seconda della situazione).
  • Recensioni positive (se ce ne sono) e copie di qualsiasi articolo positivo che riguardi te come autore o le tue opere.

 

LEGGI ANCHE – Come usare il marketing nel modo giusto per promuovere un libro

 

Una cartella stampa digitale dovrebbe “zippare” tutti questi file in un’unica cartella per facilitare l’invio via email e il download.

Come fare una cartella stampa efficace

Come scrivere le diverse descrizioni/informazioni

Durante il processo di marketing e di promozione (che, è bene ricordarlo, è un processo senza fine), ti sarà richiesto di descrivere il tuo libro (e te stesso) in tanti modi diversi.

A volte i rivenditori online vogliono la descrizione di una riga del libro e a volte vogliono la descrizione più lunga della trama. In altri casi, sarai coinvolto in una promozione che richiede un estratto del libro.

Se stai per cominciare un blog tour o per promuovere il tuo nome presso workshop e conferenze, anche la tua bio diventerà un elemento importante. Il programma richiede una bio breve o lunga? Hai una foto autore disponibile sul web? Ne hai una più grande da poter inviare se qualcuno della stampa ne desidera una o se dovrà essere usata nella brochure della conferenza?

 

LEGGI ANCHE – Come organizzare un blog tour di successo

 

Il modo più efficiente in assoluto per gestire l’esigenza di questi diversi tipi di descrizioni di te e del tuo lavoro è di farle tutte all’inizio del processo e di mettere online le parti rilevanti, conservando le altre in un file sul tuo computer.

Ti ritroverai spesso nella situazione di dover far riferimento a questo materiale e pertanto può essere utile creare una cartella dove collocare un singolo documento che ha tutte queste informazioni per ognuno dei tuou libri.

E tutto ciò diventa ancora più utile per chi scrive delle saghe o comunque delle serie, perché spesso si ritroverà a dover riferire la descrizione ai volumi precedenti della serie per attività di promozione.

*****

Sinossi o descrizione lunga della trama?

La descrizione lunga della trama è uno dei più importanti strumenti di marketing che hai a disposizione. Rappresenta la parte centrale in tutti i siti dei rivenditori online. Una descrizione lunga ben scelta può fare la differenza nel processo decisionale di un lettore, portandolo ad acquistare o meno il tuo libro. Dovrebbe essere tra i 1.000 e i 4.000 caratteri, abbastanza convincente per invogliare all’acquisto, e sufficientemente chiara sulla storia così che il lettore possa avere un’idea accurata del libro senza che la trama venga rivelata.

*****

Descrizione di una sola riga (1 frase)

La descrizione di una sola riga è spesso richiesta durante il processo di self-publishing ed è utile per i materiali promozionali che presentano più libri insieme con descrizioni molto brevi, il tutto in una sola pagina.

*****

Estratto

Un estratto è una pozione di testo estrapolata dal libro e presentata al lettore che così avrà un campione del testo da leggere per capire se gli potrebbe piacere.

Gli estratti sono usati nelle pagine che riportano i dettagli dei libri sul sito web, durante i blog tour e per altre opportunità promozionale. Potresti trovarti nella situazione di dover scegliere qualcosa di specifico dovuto a specifiche esigenze di chi ospiterà il libro, ma è comunque bene avere da parte un estratto disponibile per opportunità che non hanno particolari bisogni.

 

LEGGI ANCHE – 3 regole e 9 idee pratiche per promuovere il tuo libro

 

Spesso gli autori pensano che l’estratto migliore sia il primo capitolo. Di certo a volte questo è il caso migliore. Ma in alcuni casi il primo capito è più un prologo, potrebbe essere troppo breve o troppo lungo, potrebbe essere più una sintesi di quello che sta per succedere, oppure potrebbe contenere materiale piccante che non è appropriato per il posto dove dovrà essere mostrato.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Il consiglio migliore che possiamo darti per scegliere un estratto del tuo libro quando non ci sono specifiche esigenze è di mantenerlo abbastanza breve pensando a un lettore che non ha molto tempo per leggere tutto e chiudere l’estratto con un aggancio convincente che instilla il desiderio di leggere altro. Potrebbe essere il secondo capitolo, o la seconda parte del primo capitolo. Se necessario, semplicemente rimuovi l’intestazione del capitolo e inserisci la dicitura “Estratto dal libro X”.

*****

Bio

Potresti pensare che una sola versione della tua bio possa bastare – fino a quando non la senti leggere ad alta voce dopo quella di altri a una conferenza e ti rendi conto di aver scritto una dissertazione quando poche note sintetiche sarebbero state più appropriate.

Come fare una cartella stampa efficace

Una bio lunga va bene per cose come il tuo sito web o la tua cartella stampa. Una bio breve è utile per cose come il profilo su un blog e sui social media. Una terza bio, né troppo lunga né troppo corta, potrebbe essere utile quando devi parlare in pubblico e qualcuno deve presentarti o per accompagnare il tuo estratto in una promozione online.

 

LEGGI ANCHE – Come promuovere un libro online

 

Cosa bisogna inserire in una bio? Dipende da molti fattori. Ad esempio, se scrivi narrativa o saggistica. Se quello che stai scrivendo ha qualcosa in comune con le scuole che hai frequentato, il posto dove vivi e/o dove lavori, con i lavori che hai svolto in passato, ecc… Più questi dettagli sono rilevanti rispetto a quello che hai scritto e più devono trovare spazio nella tua bio.

In generale, una buona bio deve aggiungere credibilità al tuo brand come autore.

 

LEGGI ANCHE – Come costruire il tuo brand da scrittore

 

Detto in parole semplici, scriverai la tua bio menzionando i premi che hai ricevuto e che sono rilevanti per la tua scrittura, includendo dettagli delle esperienze personali che hanno un legame con l’argomento dei tuoi libri e danno l’immagine di una personalità unica.

*****

Con questi brevi consigli sarai in grado di iniziare a pensare almeno alla strutturazione della cartella stampa. Fermo restando che, se pensi di non essere portato per la promozione e il marketing, il consiglio di rivolgerti a un professionista sempre valido.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.