Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come affrontare la perdita del marito. I consigli di Charles Dickens

Come affrontare la perdita del marito. I consigli di Charles DickensAffrontare la perdita del marito, così come quella della moglie ovviamente, non è facile. Soprattutto se il coniuge viene a mancare in giovane età. Significa doversi ricreare una vita senza un affetto e senza quelle abitudini su cui si era fondata e consolidata la vita di coppia. Ritrovarsi all’improvviso da soli non è facile, ma una via d’uscita c’è anche se difficile da seguire.

È proprio quello che accadde a Letitia, sorella minore di Charles Dickens, alla quale nel 1862 morì il marito appena venticinquenne, l’architetto e artista Henry Austin.

In una lettera risalente agli inizi di ottobre di quell’anno, Dickens abbraccia Letizia con parole di grande consolazione e compassione, ma richiamandola al suo dovere di trovare la forza psicoemotiva necessaria.

 

Non predico la compassione perché non voglio predicare in nessuna circostanza e conosco troppo bene le mie debolezze. Ma in questo mondo non c’è posto se non per la speranza di qualcosa di meglio, e non c’è fiducia se non nella grazia e nella bontà di Dio. Attraverso questi due porti per un cuore naufrago, io credo fermamente che tu troverai, in tempo, un luogo tranquillo nel quale riposarti anche su questa terra logorata dalle preoccupazioni.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Il cielo accelera i tempi, e tu provi ad aiutarlo! È impossibile dire che il nostro prolungato dolore per i cari defunti possa affliggerli nella loro sconosciuta dimora eterna, e dare loro qualche preoccupazione.

Come affrontare la perdita del marito. I consigli di Charles Dickens

L’unica considerazione che può avere qualche influenza in tutto quello che fai come sul tuo umore (insieme, ovviamente, a un reale, serio e strenuo sforzo per recuperare il tono perduto dello spirito) è che tu pensi e senta che puoi farlo…

Spero invece che probabilmente attraverso questa irrequietezza tu possa giungere a uno stato d’animo più tranquillo. La mente turbata e gli affetti, come il mare agitato, raramente si calmano senza che si frapponga un periodo di confusione e difficoltà.

 

LEGGI ANCHE – Charles Dickens – Satira e giustizia

 

Ma senza lottare non si ottiene nulla. In uno sforzo determinato a ricomporre i pensieri, a frazionare la giornata, a trovare un’occupazione regolare o a svolgerla, ad avere voglia di fare qualcosa vanno principalmente trovati i semplici strumenti meccanici che devono venire in aiuto dei migliori sforzi mentali.

Come affrontare la perdita del marito. I consigli di Charles Dickens

L’invito di Dickens alla sorella è dunque un’amorevole esortazione a prendersi cura di sé, ricominciando a organizzare la propria vita, rintracciando nuove abitudini con lo sforzo necessario per ritornare al benessere psicofisico anche senza dimenticare il coniuge defunto. Che sia questa la strada per affrontare la perdita del marito? Ce lo auguriamo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.