Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Chiesa si scrive maiuscolo o minuscolo?

Chiesa si scrive maiuscolo o minuscolo?Vi è mai capitato di chiedervi se “chiesa” va scritto maiuscolo o minuscolo? Per molti di voi si tratta di una distinzione nota, ma in qualcuno il dubbio potrebbe sorgere. “Chiesa”, infatti, va scritto sia maiuscolo che minuscolo. Partiamo innanzitutto dalla definizione: sulla Treccani leggiamo che con il termine “chiesa” s’intende la riunione dei fedeli e il luogo di culto (ovvero, l’edificio dove i fedeli si raccolgono in preghiera). Inoltre, “chiesa” indica anche una società organizzata ben definita. In quest’ultimo caso è bene specificare se si tratta, per esempio, di “chiesa ortodossa” o altro: senza altre specificazioni, nell’uso comune con “chiesa” s’intende quella cattolica. Ma non solo: in senso figurativo, “chiesa” indica anche una dottrina non religiosa, ma di carattere politico oppure scientifico, letterario o artistico, a cui determinati individui aderiscono.

Passiamo ora al nostro quesito: quando maiuscolo e quando minuscolo. “Chiesa” va scritto minuscolo quando s’intende la riunione dei fedeli, l’edificio e “chiesa” in senso figurato. Allo stesso modo vanno scritte con la lettera minuscola anche i nomi degli altri luoghi di culto (moschea, sinagoga). Il termine va scritto, invece, maiuscolo quando si fa riferimento all’istituzione (Chiesa cattolica, Chiesa ortodossa, ecc…).

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Su Zanichelli è giustamente specificato che, a volte, la scelta tra maiuscola o minuscola è controversa e dipende dalle caratteristiche del testo o dall’atteggiamento più o meno reverenziale nei confronti del destinatario. Sono citati vari esempi (tra cui “papa” o “Papa”), ma, pur nel rispetto delle idee di natura religiosa o morale di tutti, noi vogliamo suggerire delle regole di correttezza formale nella fase di scrittura. Soprattutto nei testi di una certa importanza è bene rispettare le norme che vi abbiamo suggerito nel precedente paragrafo e di memorizzare quando il termine “chiesa” va scritto maiuscolo o minuscolo. 

Il tuo voto: Nessuno Media: 3.3 (7 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.