Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Che cos’è l’amore? “Il tempo umano” di Giorgio Nisini

Che cos’è l’amore? “Il tempo umano” di Giorgio NisiniIl tempo umano non è mai lineare, è un continuo riavvolgersi e annodarsi su se stesso. È proprio questo che sembra voglia raccontarci e dimostrarci Giorgio Nisini nel suo ultimo romanzo Il tempo umano, uscito oggi per HarperCollins Italia in e-book, in attesa della riapertura delle librerie.

Alfredo è ossessionato dal tempo sin da piccolo e ha fondato un’azienda di orologi di lusso. Tommaso è un professore universitario che si innamora di una sua ex studentessa, Beatrice, figlia di Alfredo. Beatrice è dolce, timida, angelica. Maria, sua sorella, è tutto l’opposto. Ed è proprio con Maria che Alfredo conoscerà le vere cicatrici dell’amore. Al centro del racconto, come un magnete, un vecchio orologio che nasconde un segreto.

Sullo sfondo di una provincia italiana straniante, il tempo sembra tirare i fili delle vite dei quattro personaggi.

Il tempo umano è un romanzo sull’amore, e sul tempo.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Primo amore è il titolo del prologo. Il primo amore non si scorda mai. Ma non per forza è quello che fa più male. Sappiamo bene come il tempo deformi l’esperienza e i ricordi che ne abbiamo.

La narrazione parte dal racconto di Tommaso del suo primo, purissimo, amore infantile per una compagna di scuola, Francesca. Ma ecco che nelle sue parole emerge la sensazione che il ricordo che ha di quell’esperienza sentimentale sia stato in qualche modo deformato; il tempo umano distorce, quello che rimane sempre uguale però è la convinzione che l’amore sia un “coltello”. Per Tommaso è così. Ogni amore è una ferita, più o meno profonda. Perché inevitabilmente il contatto con le altre persone ci cambia: loro ci cambiano, e noi cambiamo per loro.

«E quando ci si scorda l’amore, o quando non lo si prova fino in fondo, non ci si rende conto della sua natura perversa, della sua capacità di fagocitare tutto. È un sentimento tumorale, che non ha nulla a che vedere con l’equilibrio emotivo di una normale vita di coppia: l’amore esaspera, perseguita, pone in una condizione di emergenza. È il coltello con cui frugare dentro se stessi, come diceva Kafka.»

Che cos’è l’amore? “Il tempo umano” di Giorgio Nisini

Le esperienze sentimentali di Tommaso sono raccontate in una parabola con una netta divisione temporale, “tempo primo”, il titolo del primo capitolo, come se questa suddivisione potesse in qualche modo dare ordine a una marea indistinta di ricordi, sensazioni e figure del passato che continuano a sovrapporsi l’una sull’altra.

Il tempo del racconto e il tempo del ricordo si confondono, non ci sono confini netti.

Beatrice è uno dei “coltelli” di Tommaso.

«In un attimo Beatrice non fu più la stessa, di colpo la mia immaginazione la trasformò in un essere che non aveva nulla a che fare con la studentessa anonima che frequentava le mie lezioni. Adesso era una donna inginocchiata ai miei piedi, una creatura primitiva che viveva al di fuori di qualsiasi vincolo morale e sociale.»

 

Il corteggiamento diventa una “questione di tempi” nello scambio di sguardi, nella sessualità, nello scarto e nell’avvicinamento, nell’intimità e nell’allontanamento.

Nella descrizione della fase dell’innamoramento Nisini riesce perfettamente a ricreare un’attenta analisi del sentire, del turbamento, del terremoto interno che tutti noi almeno una volta nella nostra vita abbiamo provato. Il tempo del racconto diventa così il tempo interiore di Tommaso.

Il ripercorrere il tempo degli innamoramenti del protagonista ci rende ancora più consapevoli di quanto le relazioni ci segnino profondamente, e di come le esperienze che viviamo si iscrivano dentro di noi a modello per quelle che verranno; ogni relazione è un terreno fertile per costruire attese e aspettative che quasi sicuramente verranno deluse, perché non c’è un amore che sia uguale a un altro.

«Anche con Valentina era stata una questione di potenza: mi ero sentito forte, avevo percepito da parte sua un abbandono totale, illudendomi di poter controllare la nostra relazione come una specie di burattinaio che interpreta anche la parte del burattino. Ma era stata un’illusone, appunto, e la conseguenza di questa illusione fu che per anni Valentina rimase il metro della mia vita sentimentale. Il problema è che continuava a esserlo.»

Che cos’è l’amore? “Il tempo umano” di Giorgio Nisini

Cerchiamo sempre di riprodurre e di rivivere ogni volta proprio quell’innamoramento che ci ha segnati. Ma spesso la percezione che abbiamo dell’amore è distorta. Ci innamoriamo di proiezioni e solo lo sguardo retrospettivo può mostrarci le cose che non avremmo dovuto trascurare e che avremmo dovuto cogliere come primi segnali rossi. Il tempo del ricordo si riavvolge su se stesso.

«Riguardando le cose col senno di poi sono giunto alla conclusione che il mio innamoramento per Beatrice avesse qualcosa di falsato. La verità è che le prime settimane della nostra storia le trascorsi a cercare ostinatamente il lato più perverso di lei, quello che avevo immaginato al negozio di alimentari. Era questo presunto lato perverso che mi rendeva euforico e pieno di vitalità, al punto che mi stavo probabilmente innamorando non tanto di lei, ma di una proiezione di lei.»

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Anche la vita di Alfredo è scandita in maniera cronologica. Ma qual è il tempo vero, e quello finto?

«Eppure Alfredo aveva capito che esisteva un altro tipo di tempo, il tempo della psiche, dell’interiorità. Un tempo bergsoniano. Quante volte uno stesso intervallo di ore ci sembra diverso a seconda del nostro stato d’animo? Quante giornate corrono più veloci rispetto ad altre pervase dalla noia? Rallentare il tempo, velocizzarlo, fermarlo, erano tutte possibilità della coscienza più che della conoscenza scientifica o della meccanica. Ma sarebbe mai stato possibile costruire un orologio tarato sulla durata interiore anziché sui tempi esteriori quantificati su un quadrante? Sarebbe mai riuscito lui, Alfredo, a progettare un meccanismo capace di cogliere l’essenza della vita anziché la sua corruttibilità?»

 

Ne Il tempo umano Nisini riesce a dissezionare sulla pagina i ritmi dell’innamoramento, della passione, della morte, dell’amore, della percezione, dell’essere amato, delle relazioni sentimentali. E la domanda che percorre tutto il romanzo sembra essere sempre una: che cos’è l’amore?


Per la prima foto, copyright: Bianca Berg su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.