Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Caro Mark Twain...

Dear Mark TwainImmaginate un giorno qualunque della primavera del 1909: un ragazzino trova un ritaglio di un giornale della madre. C’è un uomo dall’aria importante e solare, ritratto. Il ragazzino chiede alla madre se quello sia forse Dio. La madre reagisce con una sorrisino a metà tra il meravigliato e il divertito, e corre subito a scrivere a quell’uomo, per raccontargli il fatto.

 

Quell’uomo ritratto sul giornale era Samuel Clemens, molto più conosciuto come Mark Twain. Scrittore, docente, umorista, nato nel 1835 e morto nel 1910, è noto ai più soprattutto per i due romanzi Le avventure di Tom Sawyer, del 1876, e Le avventure di Huckleberry Finn, del 1884.

 

Mark Twain, nel corso della sua vita, ricevette moltissime lettere dai suoi ammiratori, e qualcuna anche da detrattori. Duecento di queste sono raccolte in un volume curato da uno dei maggiori studiosi di Twain, R. Kent Rasmussen, intitolato Dear Mark Twain: Letters from His Readers.

 

A contattare lo scrittore, ragazzi in età scolare, agricoltori, attivisti politici, insegnanti, artisti. Si va dal giovane avvocato che ricorda la sua infanzia, all’uomo morente che procrastina il suo trapasso per leggere l’ultima storia di Twain su «Harper’s Magazine», attraverso numerosissime richieste e apprezzamenti.

 

E c’è anche una lettera in cui è il romanziere a ricevere il conforto di un lettore, mentre le sue condizioni di salute si aggravano. La lettera è del 19 aprile 1910. Tre giorni dopo, Mark Twain passerà a miglior vita.

 

Si spendono fiumi d’inchiostro sugli epistolari, e Dear Mark Twain: Letters from His Readers, seppur sui generis, è tale.

Nessun voto finora

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.