Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Cancellata versione del “Tannhäuser” con ebrei e camere a gas

Richard WagnerRichard Wagner compose il Tannhäuser, impasto leggendario tra sacro e profano, tra il 1842 e il 1845, anno in cui si tenne la prima dell’opera, a Dresda. La storia è quella del trovatore omonimo, che viene prima sedotto da Venere, poi coinvolto in una gara poetica e infine in pellegrinaggio in cerca di redenzione.

 

Di recente, una nuova messa in scena, che ha esordito a Dusseldorf, con l’aggiunta di alcune scene che mostrano la morte di ebrei all’interno di camere a gas, ha scatenato un vero e proprio putiferio alla prima. Le scene in questione sono state fortemente stigmatizzate dalla comunità ebrea per voce del suo leader Michael Szentei-Heise.

 

Il regista, dal canto suo, ha ribadito che non era nelle sue intenzioni ferire la sensibilità di qualsivoglia spettatore, e che anzi era un modo per ricordare le vittime della Shoah. Il risultato della vicenda? Una portavoce del teatro ha fatto sapere che l’opera, o almeno la sua parte recitativa e drammatica, è stata cancellata, preservando la sezione musicale. Nel leggere un episodio di questo genere, sarebbe più che opportuno non dimenticare quanto controversa fu, ed è, la figura di Richard Wagner, soprattutto in relazione al suo antisemitismo.

 

Del resto, è questione centrale, la definizione (posto che sia possibile operarla) di determinati limiti, che siano consdierati di buon gusto o di onestà artistica, entro cui l’arte in generale dovrebbe muoversi.

 

Per il nostro Paese, rimanendo ai tempi recenti, il caso relativo allo spettacolo Sul concetto di volto nel figlio di Dio, prodotto da Socìetas Raffaello Sanzio, ha fatto scuola.

Nessun voto finora

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.