Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Alla (ri)scoperta dell’87° distretto di Ed McBain. “Canicola” e “Ninna nanna”

Alla (ri)scoperta dell’87° distretto di Ed McBain. “Canicola” e “Ninna nanna”Da giugno 2017 Einaudi Stile Libero Big ha iniziato a ripubblicare la serie di romanzi del poliedrico autore americano Ed McBain dedicata ai poliziotti dell’87° distretto.

Iniziata con Cop hater (1956, uscito nei Classici del giallo Mondadori nel 1973 con il titolo L’assassino ha lasciato la firma e poi nel 2017 per Einaudi come Odio gli sbirri), questa fortunata serie poliziesca si è conclusa nel 2005, con Fiddlers (pubblicato come Traditori nel 2008 da Mondadori). Per un totale di cinquantacinque libri che hanno anche ispirato (tanto per farvi capire l’importanza di questo autore, ancora poco noto in Italia, se non ai veri appassionati del genere) alcuni episodi del telefilm Il tenente Colombo e il film Anatomia di un rapimento di Akira Kurosawa.

Ciò che colpisce di questi romanzi e che li rende diversi dai polizieschi che li hanno preceduti è la mancanza di un protagonista assoluto: qui il personaggio principale è l’intera squadra di poliziotti del distretto, descritti nelle loro caratteristiche sia lavorative che umane. Nelle loro vicende familiari ed emotive.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Steve Carella è, forse, il personaggio che, man mano, spicca di più sugli altri. Ma il capitano Marshall Frick, il tenente Peter Byrnes e Arthur Brown, Eileen Burke, Roger Havilland, Cotton Hawes, Bert Kling, Meyer Meyer, Andy Parker, Hal Willis, Bob O’Brien, Richard Genero e Ollie Weeks costituiscono un tutt’uno in cui ogni lettore può, almeno in parte, identificarsi e che copre l’intero spettro dei personaggi che si incontrano normalmente in questo genere di libri. Il poliziotto buono, quello cattivo, quello nero, quello corrotto; quello minuto ma dalle mani potenti, quello sfortunato, ecc. Questa “famiglia” vive nella sala agenti dell’87° distretto di Isola e, soprattutto, per le strade della città. Una città immaginaria che l’autore ha dichiaratamente costruito, però, sulla sua New York (dove nacque nel 1926). E della Grande Mela anni ’50 ha utilizzato anche le procedure tecnico/investigative che, ci tiene a sottolineare l’autore stesso in un suo articolo: «sono le regole. Noi giochiamo onestamente. A volte ci sentiamo frustrati da questa città con i suoi complicati meccanismi burocratici e la sua complessità territoriale, ma la città è così, anche se immaginaria, e nella città esistono assassini.»

Alla (ri)scoperta dell’87° distretto di Ed McBain. “Canicola” e “Ninna nanna”

Ad aprile 2019 Einaudi ha pubblicato due romanzi, Canicola e Ninna nanna, che costituiscono la quinta e la sesta uscita di questa serie di pubblicazioni che ne prevede almeno dieci. Il progetto, come detto iniziato nel 2017, ha visto la partecipazione anche di un autore nostrano che certamente ha ripensato a McBain quando ha iniziato a elaborare l’idea dei suoi Bastardi di Pizzofalcone: Maurizio De Giovanni. E l’autore napoletano ce lo dice chiaro e tondo in una delle sue introduzioni: «Il ragazzo (Maurizio De Giovanni, n.d.r) ha incontrato il suo autore preferito, che non smetterà mai di amare. E la sua vita di lettore non sarà più la stessa.»

Canicola(prima uscita 1981) inizia con l’apparente suicidio di un rinomato artista, il cui corpo giace riverso sul pavimento da giorni, dilaniato dal caldo infernale che rende invivibile l’intera città. La storia parallela (perché questo caratterizza i romanzi dell’87° distretto: la presenza di storie parallele che s’intrecciano alla trama principale) riguarda, invece, il validissimo agente Kling, che deve affrontare uno psicopatico appena scarcerato, in una vicenda complessa che metterà a dura prova anche il suo matrimonio.

In Ninna nanna (1988) è ancora l’agente Kling quello messo maggiormente in difficoltà, mentre la vicenda investigativa riguarda gli omicidi della figlia di una coppia abbiente e della sua baby-sitter.

Alla (ri)scoperta dell’87° distretto di Ed McBain. “Canicola” e “Ninna nanna”

Entrambi romanzi complessi, molto intricati, che appassioneranno di certo chi ama i procedural conditi di vita quotidiana e sentimenti forti.

Non dimentichiamoci, infatti, che Ed McBain è l’autore di una delle sceneggiature più inquietanti della storia del cinema: Gli uccelli di Alfred Hitchcock nasce da una sua rivisitazione di un racconto di Daphne du Maurier, autrice anche del romanzo da cui fu tratto Rebecca, la prima moglie

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Dicevo, autore poliedrico. Ed McBain, alias Evan Hunter, Ezra Hannon, Richard Marsten, Curt Cannon, Hunt Collins, John Abbott e il cui vero nome era Salvatore Albert Lombino, ha scritto almeno un centinaio di romanzi, spaziando tra vari generi oltre al poliziesco. Ricordiamo fra tutti: Il seme della violenza (da cui l’omonimo film di Richard Brooks del 1955), Gli amanti (da cui il lungometraggio del 1960 Noi due sconosciuti), il legal thriller Il plagio del 1966.

Insomma, chi non conosce ancora Ed McBain e il suo 87° distretto ha tutto un mondo da scoprire. Chi già lo conosce non potrà che immergersi ancora volentieri nell’atmosfera noir-poliziesca di Canicola e Ninna nanna.


Per la prima foto, copyright: Colton Duke su Unsplash.

Nessun voto finora
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.