In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Aleppo, la guerra del futuro

Aleppo, la guerra del futuroAd Aleppo si combatte la guerra del futuro. Non con le armi del futuro, ma negli equilibri geopolitici mondiali che si prefigurano come quelli più stabili da adesso in poi.

L’area mediterranea e mediorientale, un tempo terreno di conflitto prediletto dagli Usa, è sempre più nelle mani di tre grandi potenze: la Turchia, la Russia e l’Iran (quest’ultima non ancora belligerante).

In Siria si gioca una partita mondiale che vede i russi entrare a pieno titolo alzando la voce (sganciando bombe) dove fino al decennio scorso soltanto gli americani potevano entrare. Questo cambio di scenario e di equilibri dipende da almeno tre fattori: 1) la debole autorevolezza dell’Ue, dopo il disastro compiuto in Libia dai francesi; 2) la fragilità statunitense, ormai un dato di fatto inoppugnabile avvalorato dalla vittoria di Trump e dalla nomina di ministri filo Putin; 3) la scarsa capacità dell’Onu, ridotta a un contenitore vuoto anche nel passaggio da Ban Ki Moon al suo opaco successore.

 

LEGGI ANCHE – Fuggire dalla Siria a sedici anni e su una sedia a rotelle, la storia di Nujeen

Aleppo, la guerra del futuro

Aleppo è la cartina di tornasole di un sistema mondiale trainato dalla Cina (interessata a costruirsi il monopolio pacifico, produttivo e commerciale, su pezzi del continente africano e di Medio Oriente) che si oppone ai tentativi di moratoria lanciati contro Assad e di provenienza europea; da un Iran che assiste al consumarsi lento e feroce dei suoi avversari siriani e iracheni; da una Russia che vacilla economicamente, ma procede spedita sul piano della politica interna ed internazionale verso la ricostruzione di una grande Russia neoimperialista.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Ad Aleppo registriamo davvero il crollo dell’egemonia statunitense sul globo, determinato dalla debolezza di Obama. Una caduta epocale che scatena nuovi e vecchi appetiti: quello di Erdogan, per esempio, che cerca alleati anti Ue nei Balcani, dentro un progetto che puzza di Impero Ottomano.

 

LEGGI ANCHE – Dalla Siria all’Olanda, il difficile viaggio della piccola Maxima

Aleppo, la guerra del futuro

A rimetterci la pace, come spesso accade, è il Mediterraneo, che da poco meno di un decennio torna ad essere attraversato da flussi migratori di portate e grandezza epocali.

 

LEGGI ANCHE – L’inferno adesso è Aleppo

 

Aleppo contiene tutto questo: la sofferenza dei popoli, dei bambini, delle madri; l’arroganza dei missili e delle truppe di terra; la ferocia del potere che non cerca soluzioni pacifiche, ma guerre e stermini di massa. L’assedio di Aleppo è l’assedio del nuovo millennio. È lo specchio già in frantumi della nuova epoca sanguinaria. Il volto dei morti e dei feriti, il calore delle bombe e l’odore della carne bruciata vengono da un tempo anticipato, da un futuro che dovremmo evitare, per non morire ancora, per non morire più di un’insensata guerra del futuro.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.