Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Alain Resnais, Oscar 2014, Pompei [RSCS – 45]

Oscars PizzaAlain Resnais: la morte di un prodigio del cinema francese

Alain Resnais, prodige du cinéma français, est mort (Marie-Noëlle Tranchant)

Resnais aveva recentemente vinto l’Orso d’Argento Alfred Bauer al festival di Berlino con Aimer, Chanter, boir. Era conosciuto soprattutto per il film culto Hiroshima mon amour. Il regista francese si è spento sabato scorso circondato dai familiari. Aveva 91 anni e stava preparando un altro film Arrivées et départs, arrivi e partenze.

Per leggere l’articolo originale, clicca qui.

***

Oscar 2014

The corporate-pizza Oscars (Richard Brody)

L’opinione del giornalista del «New Yorker» sugli Oscar 2014 è decisamente negativa. Considera il miglior momento dell’intero spettacolo la pubblicità di una Cadillac, perché ha rappresentato efficacemente il vero Sogno Americano, niente tempo libero né svaghi se vuoi fare i soldi. Che era anche lo spirito dell’intero spettacolo a suo parere, estremamente rigido anche quando sono arrivate le pizze da servire su piatti di plastica, quando questo doveva sembrare divertente.

Per leggere l’articolo originale, clicca qui.

***

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Pompei

Pompeii: a Hollywood blockbuster may attract more tourists but can the crumbling archaeological site withstand them? (Michael Day)

Un film, Pompei, 100 milioni di dollari di budget, sull’omonima città che dal 79 a.C. fino ad oggi è rimasta, più o meno, immutata grazie alla celeberrima ed impressionante eruzione del Vesuvio, sembra possa attirare nuove orde di turisti, soprattutto quelli che imparano dal cinema. Nel frattempo, la vera Pompei crolla un po’ alla volta, dicono sia il maltempo. Un rapporto 2012 stilato dall’Unesco sostiene che tuttavia il turismo di massa invece che migliorare il sito possa addirittura danneggiarlo a cause di incurie nella gestione del flusso e della mancanza di rispetto dei turisti stessi.

Per leggere l’articolo orginale, clicca qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.