Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

“Acqua di sole”, una saga familiare nella Puglia degli anni Cinquanta

“Acqua di sole”, una saga familiare nella Puglia degli anni CinquantaBianca Rita Cataldi, editor, autrice e blogger, torna in libreria con Acqua di Sole (HarperCollins Italia, 2020), una saga familiare ambientata in Puglia, la sua regione d’origine, nella seconda metà degli anni Cinquanta.

È infatti il 31 dicembre 1955, la campagna pugliese è coperta da una fitta e insolita nevicata che sospende tutte le attività, ma nella grande casa dei Gentile, una famiglia di agricoltori che coltiva fiori, risuonano le urla di Elisa, una delle nuore, che sta per dare alla luce la sua secondogenita. Il parto è difficile e la visione del corpicino ancora imbrattato di sangue della nuova cuginetta colpisce profondamente Michele, di appena sette anni, il primogenito dell’ultima generazione della famiglia, che è un bambino sensibile e intelligente.

Poco tempo dopo, a casa Gentile arriva Adriano Fiorenza, uno degli eredi della più importante famiglia di profumieri di Bari, a cui i Gentile vendono il raccolto delle loro coltivazioni di fiori per produrre profumi, essenze e saponi, per contrattare come ogni anno la nuova fornitura: ha portato con sé la figlia Teresa, quasi coetanea di Michele, perciò i due bambini si ritrovano a fare amicizia e a giocare insieme.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Adriano rimane favorevolmente colpito da Michele, tanto che poco tempo dopo si impegna ad aiutare Maria, una delle zie Gentile, che gli chiede aiuto per iscrivere il bambino alla seconda elementare nella scuola privata di Bari dove sta per entrare anche Teresa. Maria, anche se è solo una sartina, ha intuito che Michele potrebbe studiare e avere maggiori possibilità nella vita rispetto al mestiere di agricoltore a cui sarebbe destinato dalla tradizione familiare.

“Acqua di sole”, una saga familiare nella Puglia degli anni Cinquanta

Grazie ai buoni uffici di Adriano Fiorenza, Michele si ritrova quindi a trascorrere la settimana a Bari, sotto il controllo della zia Maria che vi lavora dal lunedì al venerdì, per fare poi ritorno a Terlizzi soltanto al sabato. A Bari ci sono il traffico, i negozi, la gente, e il bambino scopre l’esistenza di un mondo del tutto diverso da quello della grande casa di campagna in cui è cresciuto con i genitori, i nonni e gli zii, nonostante incontri tante difficoltà da superare: ci sono i bambini borghesi che lo prendono in giro per l’origine contadina e c’è la necessità di mettere da parte il dialetto per riuscire a esprimersi correttamente in italiano, anche se una suora intelligente lo incoraggia a coltivare le sue doti. A confortarlo c’è però l’amicizia con Teresa e poi con la sua cugina più grande, Vittoria, una ragazzina scontrosa e tormentata con cui Michele instaura un rapporto altalenante ma sempre più stretto.

Attorno a loro ci sono anche i cambiamenti dell’Italia che si sta lasciando alle spalle il trauma della Seconda guerra mondiale e conosce un periodo di sviluppo, costellato da novità epocali, come la televisione che porta anche a Terlizzi le immagini del Festival di Sanremo o i giornali che raccontano delle prime sonde spaziali lanciate in orbita verso la luna. Cambiano le dinamiche familiari all’interno delle due famiglie dei Fiorenza e dei Gentile, tra passaggi del testimone e tentativi di emancipazione femminile: in un mondo in rapida trasformazione, anche le persone sono destinate a perdere o a modificare qualcosa di sé per adattarsi ai mutamenti.

“Acqua di sole”, una saga familiare nella Puglia degli anni Cinquanta

Oltre che come saga familiare, Acqua di sole si può leggere come un romanzo di formazione, per quanto limitato ai pochi anni della scuola elementare di Michele: un periodo che tuttavia è sufficiente a mostrargli la possibilità di costruirsi, proprio per mezzo dell’istruzione, a cui le generazioni precedenti non avevano potuto accedere, una vita diversa da quella dei nonni e dei genitori.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Bianca Rita Cataldi, di cui era già stato apprezzato il precedente romanzo I fiori non hanno paura del temporale (HarperCollins Italia, 2018), si conferma con Acqua di sole una narratrice di talento, capace di mantenere con sicurezza i fili di una narrazione fitta di personaggi ben caratterizzati.


Per la prima foto, copyright: Mattia Bericchia su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.