Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscereFirmare un contratto editoriale non è cosa semplice, soprattutto quando lo scrittore è a completamente a digiuno della materia legale.

 

Certo, può essere utile affidarsi a un professionista come un agente letterario, che ha il compito di tutelare gli autori proprio per quegli aspetti che meno hanno a che vedere con la scrittura, ma è pur sempre bene conoscere almeno l’ABC anche solo per potersi orientare rispetto ai temi più importanti.

 

Per questo motivo, qui di seguito, vi forniamo alcune indicazioni di base su 5 termini legali che è bene conoscere.

 

1. Diritti

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

Quando gli scrittori firmano un contratto, spesso dicono di aver “venduto” il loro libro. Questo non è del tutto vero. Gli autori concedono agli editori i diritti di sfruttamento del loro lavoro, ma continuano a possederne il copyright, cioè il diritto d’autore.

La cessione dei diritti è simile a un contratto di locazione. Supponiamo che tu sia il proprietario di un piccolo centro commerciale, e concedi in affitto delle porzioni della tua proprietà a vari titolari di negozi. Tu resti sempre il proprietario dell’edificio. Alcuni negozi potranno essere usati esclusivamente da un affittuario, mentre l’uso dei corridoi non è esclusivo, dato che tutti potranno usarli.

 

LEGGI ANCHE – Perché scegliere un ghostwriter e come lavora

 

Allo stesso modo, la cessione dei diritti può essere esclusiva o non-esclusiva, può coprire tutto il mondo o essere ristretta a una specifica area geografica, può avere una durata fissa o può essere senza un termine temporale, a pagamento o gratuita, limitata a una particolare lingua o formato, come audio, cartaceo ebook. Le combinazioni sono infinite.

***

2. Esclusiva

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

Se concedi i tuoi diritti in esclusiva, allora il licenzatario (cioè chi riceve i diritti in esclusiva) ha il diritto di impedire a chiunque altro di usare l’opera in questione, anche a te.

Se stai pubblicando con un editore tradizionale, allora dovrai aspettarti di dover concedere un’esclusiva in cambio dell’investimento che l’editore sta facendo sulla tua opera.

 

LEGGI ANCHE – Come pubblicare un libro evitando 10 errori

 

L’esclusiva andrebbe sempre circoscritta. Per esempio alla lingua, al formato, all’area geografica o rispetto ad altre categorie per le quali l’editore ha la capacità di commercializzare con successo il tuo libro. Ad esempio, non si dovrebbe concedere un’esclusiva per tutte le lingue e i formati a un piccolo editore che è in grado di commercializzare solo libri cartacei in lingua italiana.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

3. Indennizzo

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

Anche se ben nascosta, in tutti i contratti c’è una clausola in cui lo scrittore garantisce che l’opera è originale, non viola i diritti di parti terze, non contiene diffamazione e che la sua pubblicazione non viola nessun altro accordo.

In genere, è seguita da una clausola simile a questa: L’autore si dice d’accordo a risarcire, difendere e considerare indenne l’editore rispetto a qualunque reclamo dovesse essere presentato da parti terze a seguito di inadempimenti rispetto a tali accordi.

Questa clausola di indennizzo ti impegna a difendere e rimborsare l’editore in caso di azioni legali e perdite economicheche dovessero derivare da inaccuratezza nelle tue dichiarazioni o in caso di inadempimento degli accordi. Questo significa che tu dovrai assumere un avvocato e pagare le spese di tutti, i danni e i costi di giudizio.

 

LEGGI ANCHE – Lavoro in editoria – L’agente editoriale

 

Anche se queste clausole possono spaventare, in realtà hanno un senso ben preciso nel mondo degli affari. Ad esempio, supponiamo che tu usi vecchie fotografie in un memoir autopubblicato. Se qualcuno si presenta e reclama la paternità di quelle immagini, richiedendo un pagamento a te e ad Amazon, quest’ultima si aspetterà che tu segua la vicenda a spese tue. Dopo tutto, è stata una tua scelta quella di usare vecchie foto senza permesso.

Per questa e altre ragioni, è importante analizzare il tuo lavoro anche alla luce di possibili violazioni o contenuti diffamatori.

***

4. Violazione

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

Per “violazione” s’intende l’uso non autorizzato di un’opera soggetta a “copyright”. Il semplice riconoscimento dei crediti non è sufficiente per evitare un’azione legale; devi ottenere il permesso di chi detiene il copyright.

***

5. Royalty

5 termini legali che ogni scrittore dovrebbe conoscere

Le royalty sono la parte del ricavato delle vendite che ti spetteranno in quanto autore dell’opera.

In generale, le royalty sono calcolate in termini percentuali sulla base delle copie vendute. Possono essere prese in considerazione anche altre modalità, ma l’importante è che siano chiaramente concordate prima di firmare il contratto. Se l’editore ti dice che le royalty non possono essere determinate prima che il manoscritto sia stato editato e formattato, e cioè solo dopo la stipula del contratto, evita di lavorare con lui. La trasparenza è un elemento di primaria importanza.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)

Commenti

Molto interessante e, certamente, utile per conoscere un ambiente noto, presumo, soltanto in parte agli autori.

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.