Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

5 raccolte di racconti che non ho dimenticato

RaccontoLa forma del racconto breve ha sempre esercitato su di me un fascino singolare, sotterraneo e costante. E ci sono delle raccolte che, dal momento in cui ne ho terminata la lettura, mi accompagnano.

 

Finzioni di Jorge Luis Borges, Einaudi

Per certi versi la raccolta per eccellenza. Testi come La biblioteca di Babele o Il giardino dei sentieri che si biforcano sono difficile da dimenticare, anche solo per un po’. Esemplare nel dimostrare la capacità di Borges di scrivere un racconto di esclusiva speculazione intellettuale, senza cadere nel ridicolo.

 

Maneggiare con cura di Joe R. Lansdale, Fanucci

Raccolta concepita per il mercato italiano, edita nel 2002, nella collana Avantpop, con la traduzione di Umberto Rossi. Mette assieme racconti molto diversi, e tanto Piccole suture sulla schiena di un morto, quanto Nel deserto delle Cadillac, con i morti, sono saggi su come scrivere un racconto breve.

[Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest

Bestiario di Julio Cortázar, Einaudi

Altro gigante, purtroppo meno noto di Borges; in maniera simile, maestro nel raccontare la prepotente irruzione del fantastico nella grigia normalità di tutti i giorni. I must: Casa occupata e Lettera a una signorina a Parigi.

 

L’elefante scomparso e altri racconti di Haruki Murakami, Einaudi

Miracolosa raccolta di Murakami, che di solito si trova più a proprio agio nella forma lunga, all’interno della quale riesce a farci crescere coi suoi personaggi. In questo caso, l’animale del titolo sta insieme a dei granai incendiati, e la fame notturna di due coniugi fa coppia con un incontro improvviso. Da leggere soprattutto il breve Vedendo una ragazza perfetta al 100% in una bella mattina di aprile.

 

Si sta facendo sempre più tardi di Antonio Tabucchi, Feltrinelli

La penna visionaria di Tabucchi, in questa raccolta prende in fretta il volo e diventa strumento di espressione di un sentimento universale che attraversa con decisione ciascun testo, nella costruzione di un insieme omogeneo e profondissimo.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.