Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese

11 film italiani imperdibili secondo Martin ScorseseDopo i dieci film preferiti da Martin Scorsese, passiamo a segnalarvi gli undici film italiani imperdibili secondo il cineasta. Qualche anno fa, infatti, Scorsese ebbe modo di intrattenere una conversazione con un giovane filmmaker di nome Colin Levy, suggerendogli, in seguito, una lista di pellicole non americane assolutamente imprescindibili per un aspirante e giovane regista. In quell'elenco a spiccare erano soprattutto titoli realizzati in Francia, Germania, Italia e Giappone e, in un bell'articolo su «Taste of cinema» di qualche tempo fa, sono stati riproposti i titoli italiani di quella lista, in onore delle origini di Scorsese (i suoi nonni erano emigrati dall'Italia in USA agli inizi del XX secolo).

Notiamo che, rispetto ai dieci film segnalati sul sito «The Criterion Collection», Scorsese ha in questo caso mantenuto Paisà e L'avventura, ma di Visconti ha menzionato La terra trema e Rocco e i suoi fratelli (quest'ultimo, tra l'altro, recentemente restaurato: a questo link trovate un video di Scorsese che parla del restauro della pellicola). Inoltre, niente Fellini o Rosi, ma spazio a De Sica, Rossellini, Antonioni, Risi, Monicelli e Bertolucci.

Le undici pellicole sono state girate nel periodo successivo alla guerra e a quello del boom economico: sono film che hanno permesso al regista di entrare in contatto con la realtà storica e sociale del suo Paese d'origine, con il sentimento d'incertezza e con i traumi della Seconda guerra mondiale, con la forza d'animo (ma anche con le difficoltà) con cui è stata affrontata la ricostruzione e la rinascita dell'economia italiana.

***

Roberto Rosselini, Roma città aperta (1945)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Pietra miliare del neorealismo italiano al cinema, Roma città aperta consacrò la fama di Anna Magnani all'estero (celebre è la scena in cui la donna corre appresso al camion che sta portando via Francesco). Il film è il primo che Rossellini dedica alla “Trilogia della guerra”, di cui fanno parte anche Paisà e Germania anno zero.

***

Roberto Rossellini, Paisà (1946)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Il film è strutturato per episodi, che ripercorrono l'avanzare delle truppe alleate dal Sud al Nord della penisola italiana. Si parte, quindi, dalla Sicilia, per arrivare a Porto Tolle.

***

Luchino Visconti, La terra trema (1948)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Ispirato a I Malavoglia di Giovanni Verga, il film di Visconti si concentra proprio su una famiglia di pescatori siciliani, i quali vivono in povertà e, in seguito, cercano un riscatto sociale ed economico. Purtroppo, i sogni di un cambiamento sono destinati a naufragare.

 

LEGGI ANCHE – Luchino Visconti, l’esteta del neorealismo

 

Vittorio De Sica, Ladri di biciclette (1948)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Adattato per lo schermo da Cesare Zavattini, Ladri di biciclette racconta la storia di un uomo che, dopo molta fatica, è riuscito a ottenere un impiego come attacchino di manifesti. Per farlo riscatta dal banco dei pegni la bicicletta, ma, mentre è occupato ad attaccare uno dei poster, il mezzo gli viene sottratto. Disperato, si mette sulle tracce della bici.

LEGGI ANCHE – Vittorio De Sica, 40 anni senza l’uomo che ha inventato l’Oscar al miglior film straniero

***

Vittorio De Sica, Umberto D. (1952)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Non particolarmente compreso dal pubblico, Umberto D. è al contrario considerato dalla critica uno dei film più riusciti di De Sica. La pellicola è dedicata dal regista al padre, Umberto De Sica, e racconta la storia di un povero ex funzionario statale il quale, dopo molti dolori e umiliazioni, decide di suicidarsi. Ma non lo farà, grazie all'intervento del suo cagnolino.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]


Mario Monicelli, I soliti ignoti (1958)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Capolavoro di Monicelli, il film vanta un cast strepitoso: Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Totò, Claudia Cardinale, solo per citare alcuni degli interpreti. Il soggetto è di Age & Scarpelli, mentre alla sceneggiatura si aggiungono lo stesso Monicelli e Suso Cecchi D'Amico.

***

Luchino Visconti, Rocco e i suoi fratelli (1960)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Rocco ha il volto di Alain Delon. Il ragazzo si trasferisce con la famiglia dal Sud d'Italia a Milano, dove vive il fratello maggiore, Vincenzo. Lì, Rocco e i suoi tentano di adattarsi a un nuovo modo di vivere in una grande città. Da una parte c'è chi è ancora legato a un antico sistema di valori, dall'altra chi vuole emanciparsi da essi, per entrare a far parte di una moderna classe di benestanti, nata grazie al boom economico italiano. «Devo ammettere che i suoi film [di Visconti, NdR] con il passare del tempo mi sembrano sempre più ricchi, grandiosi e sorprendenti […]. Il bianco e nero di Rocco e i suoi fratelli è uno dei più belli che io abbia mai visto, ha un aspetto perlaceo, lucente ed elegante» sono le parole con cui Scorsese ha presentato il restauro della pellicola.

***

Michelangelo Antonioni, L'avventura (1960)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Primo capitolo della “Trilogia esistenziale” (seguirono La notte e L'eclissi), L'avventura venne presentato in concorso alla 13esima edizione del Festival di Cannes: fischiato dal pubblico, ottenne però giudizi positivi da parte della giuria, che gli assegnò, appunto, il Premio della giuria (anche Roberto Rossellini elogiò la pellicola di Antonioni). Da qui partì il sodalizio sentimentale e artistico tra Antonioni e Monica Vitti.

***

Dino Risi, Il sorpasso (1962)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Indimenticabile è Bruno Cortona, il personaggio interpretato da Vittorio Gassman, al quale si affianca Roberto Mariani, che ha il volto di Jean-Louis Trintignant. I due si incontrano per caso e insieme intraprendono un viaggio in macchina, dal tragico epilogo. La pellicola è considerata il capolavoro di Risi e venne particolarmente apprezzata negli Stati Uniti, dove uscì col titolo The easy life.

***

Bernardo Bertolucci, Prima della rivoluzione (1964)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Fabrizio è un giovane borghese dalle idee rivoluzionarie. La sua classe sociale d'appartenenza e le sue ideologie, però, sono in contrasto fra loro, creando delle difficoltà nel ragazzo, il cui disagio interiore aumenta con l'arrivo di una zia, di cui s'innamora. Alla fine, dovrà scegliere tra la rivoluzione e le convenzioni sociali.

***

Michelangelo Antonioni, Blow up (1966)

11 film italiani imperdibili secondo Martin Scorsese


Chiude la lista dei migliori film italiani secondo Scorsese Blow up di Michelangelo Antonioni, incentrato su un fotografo che crede di aver assistito a un omicidio e tenta di risolvere il mistero. Il film riflette sulla relatività di concetti come verità e finzione. Blow-up ha vinto la Palma d'oro al Festival di Cannes nel '67.

***

Che ne dite di questi undici film italiani suggeriti da Martin Scorsese? Li avete già visti tutti? Non giudicate strana l'assenza di Federico Fellini? Spazio ai commenti!
 

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.9 (8 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.