Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Blog

I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimana

I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dall’11 al 17 febbraio 2019.

 

La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

 

Sul podio troviamo libri editi da Einaudi, Sellerio ed Edizioni E/O. Edizioni E/O è la casa editrice con più libri in Top10, con quattro titoli, seguita da Einaudi e Rizzoli con due libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

 

Tag:

Quando una lingua muore. “L’idioma di Casilda Moreira” di Adrian N. Bravi

Quando una lingua muore. “L’idioma di Casilda Moreira” di Adrian N. BraviMolti luoghi portano con sé ferite sanguinanti che mai si cicatrizzeranno. Guerre, conflitti o addirittura stermini hanno macchiato la storia di questi posti, dando dimostrazione negativa dell’opera distruttiva che l’uomo riesce a esercitare nei confronti dei suoi simili in nome della supremazia e del potere. Homo homini lupus, così è sempre stato e così sarà sempre; è intrinseco nella natura umana agire in questo modo e tale natura non può essere purtroppo modificata.

Tag:

Viaggiare verso l’inesplorato. “I miei occhi sul mondo” di Annemarie Schwarzenbach

Viaggiare verso l’inesplorato. “I miei occhi sul mondo” di Annemarie SchwarzenbachDescrivere la vita di una persona può essere complesso. Se poi la persona in questione è Annemarie Schwarzenbach lo è ancora di più. Per questo, Il Saggiatore ha deciso di affrontare questa vita attraverso una prospettiva particolare a farle da guida, quella del viaggio.

Tag:

Il lato buio di un bambino. “Non sono stato io” di Daniele Derossi

Il lato buio di un bambino. “Non sono stato io” di Daniele DerossiA sei anni dall’esordio conNel cuore dell’anatomista (Bompiani), Daniele Derossi torna con un nuovo romanzo, Non sono stato io (Marsilio Editore), in libreria da oggi.

A Serana, un paesino dell’Alta val di Susa, la vita scorre apparentemente serena, gli abitanti sono pochi e si conoscono tutti. Mentre gli adulti passano le giornate a spettegolare di amori e politica, i più piccoli giocano, vanno a scuola, alcuni fanno amicizia con strani bambini dai capelli rossi, altri scompaiono.

Tag:

"Tutte le volte che ho pianto", il ritorno in libreria di Catena Fiorello

"Tutte le volte che ho pianto", il ritorno in libreria di Catena FiorelloTutte le volte che ho pianto (Giunti, 2019) è l'ultimo romanzo di Catena Fiorello che esce a due anni di distanza dalla ristampa del suo fortunato romanzo d'esordio, Picciridda (Giunti, 2017), pubblicato per la prima volta da Baldini Castoldi Dalai nel 2006 e che sta per approdare sugli schermi cinematografici.

In mezzo ci sono stati altri titoli che hanno fatto guadagnare all'autrice catanese il favore del pubblico: storie di donne forti e di intensi rapporti familiari, a volte almeno in parte autobiografiche e quasi sempre ambientate in Sicilia.

Tag:

Essere insegnanti, una vocazione più che un lavoro. “Sperando che il mondo mi chiami”

Essere insegnanti, una vocazione più che un lavoro. “Sperando che il mondo mi chiami”Sperando che il mondo mi chiami è il titolo del nuovo romanzo di Mariafrancesca Venturo, pubblicato da Longanesi. Parla di una chiamata, quella che arriva ogni mattina agli insegnanti precari per spedirli per pochi giorni o nel migliore dei casi per qualche mese in una scuola.

Chuck Palahniuk torna se stesso con “Il libro di Talbott”

Chuck Palahniuk torna se stesso con “Il libro di Talbott”Aspettavo questo momento da mesi, come facevano un tempo le groupie quando sapevano che stava per arrivare in città la loro band preferita e si preparavano a lanciare gli slip sul palco, in letteratura non si lanciano slip e non ci sono palchi ma la sensazione per me è quella lì, o almeno immagino che una groupie si sentisse più o meno così. Insomma, da quando ho saputo che Chuck Palahniuk avrebbe pubblicato un romanzo nuovo, proprio nuovo nuovo e non l’ennesimo episodio fumettato di Fight Club, ho avuto in testa solo quello e no, in questo caso non è valsa la teoria di Oscar Wilde per cui l’attesa del piacere è essa stessa il piacere; l’impazienza per la lettura, tuttavia, è stata corrotta dal dubbio: sarà un buon libro?

Tag:

Un Premio Nobel contro il suo correttore di bozze. La lettera infuriata di V.S. Naipaul

Un Premio Nobel contro il suo correttore di bozze. La lettera infuriata di V.S. NaipaulQuella del correttore di bozze è senz’altro una figura molto importante nel mondo editoriale. E sicuramente molti scrittori non ne potrebbero fare a meno. Ma quali sono i limiti dei suoi interventi? Fin dove può spingersi? Dove dovrebbe invece fermarsi?

Sono tutte domande che indirettamente invita a porci il Premio Nobel per la Letteratura V.S. Naipaul.

Tag:

Geografia della memoria. “Ricordi dormienti” di Patrick Modiano

Geografia della memoria. “Ricordi dormienti” di Patrick ModianoTra i libri più recenti pubblicati da Einaudi per la collana Supercoralli c’è Ricordi dormienti (tradotto da Emanuelle Caillat), l’ultimo romanzo di Patrick Modiano, uno dei migliori narratori del nostro secolo, nonché Premio Nobel per la Letteratura nel 2014, quando a livello internazionale era (quasi) uno sconosciuto. La motivazione dell’Accademia di Svezia è funzionale per mettere subito a fuoco la tematica chiave dello scrittore francese: «Per l’arte della memoria […]». Dal titolo, è facilmente intuibile come anche quest’ultimo romanzo non faccia eccezione.

Tag:

La formazione di Gabriel García Márquez raccontata da lui medesimo

La formazione di Gabriel García Márquez raccontata da lui medesimoVivir para contarla scorre lungo otto lunghi capitoli di memorie narrative. Il suo autore è Gabriel García Márquez, lo scrittore colombiano insignito del Nobel nel 1982 per aver soffiato sul mondo il nuovo della letteratura sudamericana. La prima traduzione assoluta dell’opera sarà quella italiana per la Arnoldo Mondadori che la pubblicherà nel 2002 nella collana “Scrittori italiani e stranieri” e un anno dopo nei “Miti”, con il titolo di Vivere per raccontarla e la traduzione di Angelo Morino.

Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.