Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Pierfrancesco Matarazzo

  • Tipo: Blog
    Mar, 23/07/2019 - 12:30

    Il labirinto di pensieri di Burhan SönmezIn un’intervista dell’inizio del 2019 Burhan Sönmez, uno fra i più interessanti scrittori turchi contemporanei insieme a Elif Shafak, nonché avvocato specializzato nella difesa dei diritti umani, ci ricorda che il suo Paese ha una lunga storia di regimi autoritari (a cominciare da quello di Erdoğan), ma che è stato proprio questo a garantire alla Turchia una lunga tradizione di resistenza. Di resistenza non tanto e soltanto fisica quanto mentale narra l’ultimo romanzo di Sönmez (Labirinto – tradotto da Nicola Verderame e pubblicato da Nottetempo) in cui il musicista blues Boratin Bey si risveglia nella sua camera da letto non ricordando più nulla di se stesso, se non quello che gli hanno raccontato gli altri. La sorella, gli amici, gli oggetti disseminati per casa, le chitarre, i dischi, persino la sua immagine,...

  • Tipo: Blog
    Gio, 11/07/2019 - 10:30

    Alla ricerca delle “Stelle minori”. Intervista a Mattia Signorini«Tra i tanti ricordi che una storia porta con sé, quello che ci accompagna più spesso è la memoria della sua fine». Il secondo capitolo di Stelle minori di Mattia Signorini (edito da Feltrinelli) si apre con questa affermazione e sebbene siano molti gli incipit con cui l’autore riesce ad aprire una crepa nelle certezze del lettore, in questo caso sembra sostenere una tesi per il puro gusto di dimostrarne l’infondatezza.

    Di questo libro, che narra la storia di due ragazzi (Zeno e Agata) e del loro passaggio traumatico all’età adulta, dubito ricorderete solo la fine. Il piacere maggiore, in questo caso, lo dà il percorso. Il gioco di richiami incrociati, suggestioni e indizi che Mattia Signorini srotola come un tappeto magico davanti agli occhi del lettore vedrà interi elefanti sparire, per poi riapparire delle dimensioni di un topolino. Passato e futuro si mischieranno, fino a rendersi uno lo specchio dell’altro, in una montagna russa di scoperte che vi lasceranno sempre con un...

  • Tipo: Blog
    Sab, 01/06/2019 - 12:30

    Il racconto del cambiamento. Intervista a Carola SusaniIncontrare, seppur a distanza, Carola Susani è come sporgersi dalla sommità di una morbida collina e scoprire che dall’altra parte c’è un intero oceano in burrasca che aspetta un lettore coraggioso ed esperto che lo solchi. Attenta alla lingua oltre che ai personaggi che crea, le sue storie sono una stratificazione di narrazioni in cui tuffarsi per riemergere carichi di tesori.

    In un collegamento telefonico con Roma, dove l’autrice di Eravamo bambini abbastanza vive e lavora, parliamo della Sicilia del 1957, ambientazione dell’ultimo romanzo di Carola Susani (La prima vita di Italo Orlando, edito da minimum fax). Una famiglia e un mandorleto sono testimoni dell’arrivo di un misterioso ragazzo dagli occhi gialli (l’Italo del titolo) che preannuncia il vento del cambiamento. Un vento che soffia sulla Sicilia bisbigliando dolci promesse.

    ...
  • Tipo: Blog
    Mar, 07/05/2019 - 12:30

    L’età straniera in cui siamo tutti immersiPoco meno di due anni fa usciva per Einaudi Exit West dello scrittore pachistano Mohsin Hamid. Il romanzo immagina l’esistenza di porte segrete sparse per il mondo che permettono al fuggitivo che le oltrepassa di materializzarsi in un altro luogo, lontano dalle guerre e dagli orrori in cui vive. Un posto dove poter ricominciare, come se l’orrore potesse generarsi da sé e non dalle scelte che ogni uomo difende. Leggendo il nuovo romanzo di Marina Mander (L’età straniera – edito da Marsilio e nella dozzina di attuali candidati al Premio Strega) mi è tornato alla mente il romanzo di Hamid per la stessa capacità di costringere il lettore a porsi domande scomode sulla possibilità (e voglia) di difendere la diversità, anche a costo di scoprirla inaccettabile per il proprio sistema di valori.

    L’età straniera è lastricato di prese di posizione che...

  • Tipo: Blog
    Ven, 15/03/2019 - 11:30

    Il regno della “Fedeltà” di Marco MissiroliUn lettore sa che i déjà-vu (pardon déjà-lu) è merce comune in un romanzo, gli scrittori sono prima di tutto dei lettori, ne va della qualità delle loro storie, è quindi normale che in esse il lettore più onnivoro ritrovi situazioni e dinamiche già incontrate. Il valore del romanzo sta nel “come” queste storie verranno narrate, da quale punto di vista e con che stile.

    Questa regola non trova un’eccezione del romanzo di Marco Missiroli Fedeltà, edito a febbraio da Einaudi. Sebbene supportato da un interessante incipit corale, grazie al quale il lettore sorvola, come un drone di cui non ha il controllo, alcune delle storie e gli interrogativi in cui l’autore lo farà entrare nel corso della narrazione secondo una struttura da lui blindata, la trama scivola rapidamente in una serie di dinamiche marito-moglie-amante che abbiamo incontrato decine di volte nella nostra storia di lettori.

     

    Desideri...

  • Tipo: Blog
    Sab, 09/02/2019 - 11:30

    Il sapore del mondo di Fabio StassiLeggere i libri di Fabio Stassi, soprattutto quelli che mettono in relazione la sua passione letteraria alla sua erudizione, è un piacere che tutti dovrebbero provare una volta nella vita. Nella scelta minuziosa degli aggettivi e immaginifica delle metafore, si fa strada il piacere di uno scrittore che si sente in prima battuta un lettore e da questo punto vista racconta storie fatte su misura per gli adepti della religione del romanzo.

    Con questo nuovo libro, Con in bocca il sapore del mondo (pubblicato da minimum fax nella collana Nichel) Fabio Stassi non tradisce le aspettative. Il libro, nato da una trasmissione televisiva del 2018 dal titolo quanto mai evocativo (L’attimo fuggente), mette in scena una serie di monologhi di poeti del Novecento italiano che Stassi immagina mentre si raccontano in prima persona al lettore come se fossero parte di un mondo fantastico con regole astruse, così vicino...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.