14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Monica Raffaele Addamo

  • Tipo: Blog
    Mar, 13/11/2018 - 13:30

    Un prete che non dimenticherete facilmente. “La veste nera” di Wilkie Collins«Make ‘em laugh, make ‘em cry, make ‘em wait»: la massima attribuita a Wilkie Collins era la regola d’oro per gli scrittori di romanzi a puntate nell’Inghilterra del secondo Ottocento. Per mantenere i lettori delle riviste in trepidante attesa del prossimo capitolo delle loro fatiche, i narratori vittoriani dovevano ingegnarsi di farli ridere, piangere, spasimare nuovi colpi di scena che scombinassero, per poi rimetterle a posto, le vite dei loro eroi. Allora come oggi, Collins era considerato il maestro indiscusso di quest’arte e del romanzo sensazionale, genere esploso nella tarda età vittoriana, in cui confluivano elementi del vecchio romanzo gotico e del neonato romanzo giallo.

    Avvocato mancato, pittore paesaggista, amico e collaboratore di Charles Dickens, Wilkie Collins, popolarissimo in vita come romanziere, fu superato in fama dall’amico Dickens dopo la morte. Solo due dei suoi romanzi, La signora in bianco e La pietra lunare...

  • Tipo: Blog
    Mer, 10/10/2018 - 12:30

    La provincia italiana raccontata da Andrea VitaliÈ la vigilia di Natale del 1949, a Bellano, paesino sulle sponde del lago di Como, e c’è aria di neve. Il sindaco Attilio Fumagalli, detto affettuosamente dai concittadini «il Sindacone» a onore della stazza, ha convocato la giunta amministrativa alle sette di sera per fare personalmente a ciascun assessore gli auguri di Natale. Contrariati per l’impegno imprevisto, gli «amici e collaboratori» del sindaco scappano subito a casa dopo un brindisi veloce. Li aspettano la cena in famiglia e i preparativi per la messa di mezzanotte. Il sindaco invece si trattiene ancora in ufficio, nonostante l’ora tarda e la giornata festiva. La moglie Ubalda lo aspetterà invano quella sera, e il vicesindaco Veniero Gattei sarà costretto a rinunciare alla pace natalizia per mettersi alla ricerca del Sindacone, che si è come dissolto nella nebbia lacustre.

    Per il giovane Veniero Gattei scoprire dove portino gli ultimi passi del sindaco Attilio Fumagalli è un mistero facile da risolvere. Come immagina, la scomparsa del Sindacone si intreccia con il destino delle Cesetti,...

  • Tipo: Blog
    Mar, 04/09/2018 - 12:30

    Storia di una famiglia americana nell’Alaska selvaggia. “Il grande inverno” di Kristin HannahIl grande inverno di Kristin Hannah, appena pubblicato da Mondadori nella traduzione di Federica Garlaschelli, è un corposo romanzo di quattrocentocinquanta pagine.

    Come nell'Usignolo della stessa autrice, uscito in Italia nel 2016, le protagoniste della storia sono due donne apparentemente fragili, capaci di scoprire dentro di sé, in circostanze eccezionali, una forza eccezionale. L’Usignolo era ispirato a fatti e personaggi della Resistenza francese, Il grande inverno invece è ambientato negli Stati Uniti, negli anni successivi alla guerra del Vietnam, e affronta problemi che sono anche dei nostri tempi: soldati in preda a shock post-traumatico, violenza domestica, disoccupazione, il sogno di una vita autosufficiente in una terra protetta dai nemici in patria, erigendo muri e a colpi di pistola.

     

    ...

  • Tipo: Blog
    Ven, 27/07/2018 - 10:30

    E se riapparissero le Torri Gemelle? “Shadowbahn” di Steve EricksonCon Shadowbahn, lo scrittore e critico californiano Steve Erickson è al suo decimo romanzo, il quinto pubblicato in italiano, appena uscito per Il Saggiatore, nella traduzione di Michele Piumini.

    Se si è nuovi all’opera di questo narratore (è il mio caso), Shadowbahn è una bella sorpresa, una lettura che, capitolo dopo capitolo, intriga, entusiasma, confonde, sfinisce.

    Inutile cercare di venire a capo della trama. Ogni filo conduttore si perde, ed è possibile rintracciare nel romanzo solo una serie di motivi, come le canzoni che lo attraversano in maniera ossessiva, formandone la sostanza.

    C’è, in ogni modo, un chiaro punto di partenza: la riapparizione, nel 2021, a vent’anni dalla loro distruzione, delle Torri Gemelle. Un camionista incredulo le scorge per primo, attraversando la regione delle Badlands del South Dakota: intatte e deserte, si stagliano altissime una accanto all’altra.

     

    ...
  • Tipo: Blog
    Sab, 14/07/2018 - 12:30

    L’inizio di una nuova saga. “Solo il tempo lo dirà” di Jeffrey ArcherIl romanzo di Jeffrey Archer, Solo il tempo lo dirà (HarperCollins Italia, 2018, traduzione di Seba Pezzani), mostra nelle prime pagine gli sparuti alberi genealogici delle famiglie Barrington e Clifton, le cui sorti, si immagina, si intrecceranno nelle quasi cinquecento pagine successive. Solo il tempo lo dirà è il primo volume di una saga che – cominciando a Bristol all’inizio del Novecento – si sviluppa in ben sei parti, e probabilmente arricchirà gli alberi delle due famiglie di diversi rami.  

    L’autore della saga, Jeffrey Archer, barone di Weston-super-Mare (uno dei luoghi del romanzo) è un ex deputato del partito conservatore britannico, e uno dei più ricchi autori di bestseller sulle due sponde dell’Atlantico.

     

    Vuoiconoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

     

    Di certo...

  • Tipo: Blog
    Mar, 19/06/2018 - 12:30

    Il potere salvifico dell’arte. “Città sola” di Olivia LaingCittà sola di Olivia Laing (Il Saggiatore, traduzione di Francesca Mastruzzo) è un libro davvero entusiasmante, un’opera talmente ricca di spunti da sfuggire a una definizione precisa di genere. La si può forse descrivere come l’autobiografia di un segmento di vita, raccontato attraverso le esperienze e il lavoro di un pugno di artisti, con cui l’autrice ha condiviso – in tempi diversi – le strade e i luoghi di una città e probabilmente anche le sensazioni suscitate dalle peculiarità della città stessa. La città è New York, mostrata nella sua costante evoluzione, ma, pur nei mutamenti, sempre uguale a sé in quanto luogo di una solitudine collettiva. «Città sola», appunto, come anticipa il titolo.

    Ciascun capitolo è un piccolo saggio di storia dell’arte, in cui si innestano ricordi e riflessioni personali intorno al tema unificante del libro, esaminato da diversi punti di vista (medico, psichiatrico, sociale): la solitudine.

     

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.