In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Irina Turcanu

  • Tipo: Blog
    Gio, 01/08/2019 - 10:30

    Dopo “Il profumo delle foglie di tè” il nuovo romanzo di Dinah JefferiesLeggere La sorella perduta è come viaggiare nel tempo, nello spazio, nella vita altrui. Pubblicato in italiano da Newton Compton nella traduzione di Tessa Bernardi, è l’ulteriore conferma della grande capacità di coinvolgere il lettore di Dinah Jefferies, già nota al pubblico grazie soprattutto al suo romanzo Il profumo delle foglie di tè.

    Ci troviamo in Birmania, questa volta, assieme a Belle Haton che fa la cantante presso un albergo di lusso a Rangoon. Siamo nel 1936 quando la storia di Belle ha inizio, e la ritroviamo giovane, inesperta e capace di fare amicizia facilmente. Tra notti scintillanti e ammiratori, Belle non dovrebbe chiedere altro alla vita. Eppure, c’è un segreto che la tormenta: alla morte del padre, la ragazza ha ritrovato un ritaglio di giornale che racconta della fuga dei suoi genitori da Rangoon, dopo la morte della loro bambina, Elvira. Belle vuole conoscere la verità sulla sorella che non sapeva di avere, ma non è semplice, perché non è semplice capire di chi possa fidarsi...

  • Tipo: Blog
    Lun, 22/07/2019 - 10:30

    Il mistero della morte di CaravaggioEdito da Skira, L’ultimo respiro del corvo. L’omicidio Caravaggio di Silvia Brena e Lucio Salvini è un appassionante giallo che indaga il mistero che si nasconde dietro la morte di Michelangelo Merisi da Caravaggio.

    Il romanzo mescola storia vera e ipotesi e leggende intrecciando il mondo attuale a quello del Seicento. A fare da ponte è un certo quadro di Caravaggio che, pare, contenga informazioni essenziali per decifrare il mistero della sua morte.

    Ci troviamo davanti a un personaggio davvero fuori da ogni regola. Infatti, Caravaggio è l’unico artista che raffigura il proprio volto morente. Nessun altro pittore ha mai scelto di rappresentare il momento in cui la vita si spegne attraverso il proprio ritratto. Nel farlo, usa come cornice il racconto biblico di Davide e Golia. La testa decapitata del gigante, con occhi fissi ed espressione rigida, somiglia al pittore e sembra una vera e propria maschera funeraria. A ispirarlo, pare sia stato un episodio reale.

     

    ...

  • Tipo: Blog
    Mer, 17/07/2019 - 12:30

    Due scrittori, uno pseudonimo e una stimolante caccia al colpevoleDopo il grande riscontro di lettori con Nostalgia del sangue, ritorna con Il destino dell’orso Dario Correnti, pseudonimo dietro al quale si celano due menti abilissime nella creazione di una stimolante caccia al colpevole. Il romanzo, edito da Mondadori, è una corsa frenetica tra le pagine per scoprire chi sia la mente criminale che si nasconde dietro gli omicidi apparentemente scollegati.

    A indagare ci sono due giornalisti. O meglio, un giornalista della nera, Marco Besana, e Ilaria Piatti, la sua giovane collega, ancora da assumere in redazione.

    Se Marco all’inizio è distaccato, anzi propende per la soluzione orso omicida, Ilaria è sicura che dietro la morte di un industriale milanese ci sia dell’altro. Glielo dice l’istinto e anche una serie di elementi che rompono il puzzle dell’orso assassino e ne costruiscono un altro.

    Mistero, delitti irrisolti della preistoria e non solo, adrenalina, rapporti umani e...

  • Tipo: Blog
    Ven, 12/07/2019 - 10:30

    L’Ungheria e la storia della grande carestia. Intervista ad Anne ApplebaumLa grande carestia. La guerra di Stalin all'Ucraina è il titolo dell’ultimo libro della giornalista e saggista Anne Applebaum, premio Pulitzer nel 2004, da anni impegnata nella divulgazione dal punto di vista storico degli eventi che hanno contraddistinto il passato dell’Europa dell’Est.

    La grande carestia, edito da Mondadori nella traduzione di Massimo Parizzi, è un’opera eccezionale, anzi, se la storia dell’umanità fosse scritta tutta in questo modo, forse sarebbe più difficile dimenticarla.

    Accurato, in perfetto equilibrio tra l’aspetto umano e quello distaccato del giornalista, il saggio di Anne Applebaum spezza il silenzio e la disinformazione in merito alla carestia che ha colpito l’Ucraina negli anni Trenta del nostro secolo. Il modo in cui indaga il fenomeno è retrospettivo. Prima di arrivare agli anni in questione, l’autrice documenta con perizia i fatti avvenuti appena dopo la Prima guerra mondiale, quindi l’instaurarsi del...

  • Tipo: Blog
    Mar, 02/07/2019 - 10:30

    Un romanzo che scava nelle paure più profonde. Intervista a Maurizio TemporinAll’inizio colpisce l’atmosfera. C’è qualcosa di grave, profondo, viscoso che si aggira nell’aria. Una sensazione, difficile da definire lì, su due piedi, in mezzo alla sala da ballo dedicata tango argentino. Arcana si insinua così, straniando il lettore, grazie a uno stile calibrato e sapiente con cui Maurizio Temporin scrive una storia sospesa tra il qui e l’altrove. Uscito per Mondadori, il romanzo ha una forte impronta soprannaturale, o forse profondamente naturale, visto che al centro pone la paura.

    Cinque sconosciuti si incontrano in un castello per la prima volta. Lei è una ballerina di tango, ed è la prima a farsi conoscere dal lettore, lui è un chirurgo estetico, un po’ arrogante, di primo acchito. Il vecchio in sedia a rotelle è un impertinente. La donna ubriaca, nel presentarsi, dà l’impressione di stare nel suo mondo. La ragazzina reagisce all’incontro attraverso il filtro del cellulare. E l’anfitrione… Beh, lui è tutto da scoprire. Così come lo sono i rimandi...

  • Tipo: Blog
    Lun, 01/07/2019 - 10:30

    La forma preziosa dei ricordi. Intervista ad Ayanta BarilliAvvolgente. Una narrazione avvolgente, come una confessione sincera, è questa la sensazione che lascia il romanzo di Ayanta Barilli, Un mare viola scuro, edito in italiano da DeA (nella traduzione di Francesca Cristoffanini) e finalista all’edizione spagnola del Premio Planeta.

    Italiana per metà, la metà materna, e spagnola per l’altra, quella del noto scrittore Fernando Sanchez Drago, Ayanta Barilli racconta in una storia appassionante le radici della sua famiglia racchiudendo in essa, come in uno specchio, i sentimenti, le sensazioni, i racconti di tutte le famiglie, della famiglia universale. È una proiezione, senz’altro, è un allungamento delle emozioni dall’autrice verso il lettore e viceversa.

    Diviso in tre parti, ciascuna delle quali è dedicata a una delle tre grandi donne che hanno segnato la vita di Ayanta Barilli, il romanzo si rivela una specie di scatola cinese di biografie che s’intrecciano in una rete familiare...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.