Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Gerardo Perrotta

  • Tipo: Blog
    Lun, 05/08/2019 - 10:30

    Premio Campiello 2019 – Intervista a Francesco PecoraroFrancesco Pecoraro, con Lo Stradone (edito da Ponte alle Grazie), conquista la cinquina del Premio Campiello, dopo essere riuscito a entrare in quella del Premio Strega nel 2014 con il suo primo romanzo, La vita in tempo di pace.

    Siamo sempre nella Città di Dio e l’io narrante del nuovo romanzo di Pecoraro osserva ciò che accade lungo lo Stradone e l’umanità che attraversa questa porzione di città. Un’osservazione da cui è possibile trarre alcuni spunti di riflessione su alcuni dei quali abbiamo riflettuto con l’autore.

     

    Comincerei da una domanda all’apparenza ovvia, ma in realtà ha dato adito a molte letture e interpretazioni, per cui penso che la soluzione migliore possa essere lasciar parlare lei: cosa rappresenta lo Stradone? Intendo: per chi ci vive, per chi lo osserva e per lei come scrittore?

    Lo Stradone è un’arteria di scorrimento che attraversa un brano di città senza forma né contenuto, una pausa urbana priva di qualità, per decenni...

  • Tipo: Blog
    Ven, 26/07/2019 - 12:30

    Raccontare l’amore in dodici righe. L’esperimento di Eugenio CuratolaEugenio Curatola nell’estate del 2012 ha aperto un nuovo blog e si è dato una sfida: ogni post sarebbe stato al massimo di dodici righi, per raccontare l’amore senza essere prolisso e perché «di più equivale a straparlare», come recita il sottotitolo del blog.

    Oggi quell’esperimento è diventato un libro, L’amore non ha bisogno di tante parole #dodicirighe, edito da HarperCollins Italia, nel quale vengono proposte alcune storie per raccontare l’amore senza spendere trope parole.

    Proprio da questo siamo partiti per la nostra chiacchierata con Eugenio Curatola

     

    Dodici righe per raccontare l’amore. Per quale ragione ha scelto di essere breve e quant’è difficile condensare l’amore in così poco spazio?

    L'idea delle dodici righe nasce dalla voglia di essere meno prolisso, di ordinare i miei pensieri in poco spazio per cercare di dire ciò che conta davvero. Il dodici è il risultato del lancio dei...

  • Tipo: Blog
    Sab, 29/06/2019 - 12:30

    Romanzo, graphic novel e micro-film, una storia di formazione che si fa in treOggi vi parliamo di un progetto davvero molto interessante: Diana, 1999.

    Si tratta di una graphic novel, scritta da Simonetta Caminiti e disegnata da Letizia Cadonici e che sarà a pubblicata a novembre 2019 da La Ruota Edizioni.

    Anzi Diana, 1999 è uno dei rari esempi di graphic novel di formazione. Racconta la storia di Diana e Khady, due sorelle che vivono la loro giovinezza a Roma nel 1999. Diana ha diciassette anni e un carattere stralunato e tormentato, mentre la ventenne Kadhy è una bella cantante afroamericana adottata dalla famiglia di Diana. I loro amori, dolori e scoperte sono al centro di un racconto che le accompagna alle soglie di un Millennio con le sue promesse di radicale cambiamento.

     

    Diana, 1999 è l’adattamento di un precedente romanzo di Simonetta Caminiti, Gli arpeggi delle mammole (che nel 2020 tornerà in libreria) ma è...

  • Tipo: Blog
    Mar, 25/06/2019 - 10:30

    Emily Brontë e l’incanto di una scrittura indefinibile. Intervista a Paola TonussiSi può entrare nella storia della letteratura pur avendo scritto un solo romanzo? Se parliamo di un’opera come Cime tempestose e di una scrittrice come Emily Brontë la risposta non può che essere positiva.

    A ribadirlo con forza è passione è anche Paola Tonussi, da poco in libreria con Emily Brontë, un saggio pubblicato da Salerno Editrice nel quale l’autrice analizza molti aspetti della vita e dell’opera della scrittrice inglese.

    Di alcuni di questi abbiamo avuto modo di parlare direttamente con Paola Tonussi.

     

    Qual è la lezione di Emily Brontë che è giusto non vada persa e con la quale possiamo e dobbiamo fare i conti ancora oggi?

    Innanzitutto l’estrema modernità di donna e di autrice, che scrive un romanzo “terribile”: la definizione è di Charlotte, ma Wuthering Heights (Cime tempestose, ndr) in...

  • Tipo: Blog
    Sab, 22/06/2019 - 18:24

    La letteratura dell’eros oltre i cliché. Intervista a Elena BibolottiA che punto è la letteratura dell’eros? Esiste ancora come genere letterario capace di andare oltre stereotipi e cliché e imporsi ai lettori non come letteratura si serie B come invece viene spesso a torto considerate?

    Ne abbiamo parlato con Elena Bibolotti, autrice di opera come Justine 2.0, Pioggia dorata e il più recente Conversazioni sentimentali in metropolitana, da poco pubblicato da Castelvecchi editore, con il quale la scrittrice barese mette in scena la storia di due donne all’apparenza distanti ma entrambe vittime degli uomini con cui hanno deciso di vivere e un po’ anche di se stesse.

    Con Elena Bibolotti, che non ama definirsi “scrittrice dell’eros”, pur essendo considerata tale, oltre che del suo libro abbiamo provato a fare il punto sulla diffusione di questo particolare genere letterario, tra editori poco coraggiosi e autori quasi “costretti” a scegliere il self...

  • Tipo: Blog
    Mar, 18/06/2019 - 10:30

    Dall’autopubblicazione ai bestseller, la storia di Angela MarsonsAngela Marsons sta attualmente scalando le classifiche italiane con Linea di sangue (Newton Compton), nuovo thriller della serie incentrata sul personaggio di Kim Store. Il suo esordio nell’editoria tradizionale avviene con Urla nel silenzio, che immediatamente diventa un bestseller internazionale.

    Proprio con il passaggio dall’autopubblicazione all’editoria tradizionale abbiamo iniziato la nostra chiacchierata con Angela Marsons.

     

    I suoi primi romanzi sono stati autopubblicati. Quant’è diversa questa esperienza dal lavorare con un editore? Questo ha influenzato la sua scrittura?

    Ho autopubblicato i miei primi due romanzi incentrati su protagoniste femminilie i miei gialli in Inghilterra sono pubblicati da Bookouture. Quando ho autopubblicato i miei primi due titoli non ho avuto nessun supporto con le copertine, l’editing e nessun tipo di feedback. Lavorare con un editore è del tutto diverso. Si occupa di tutti gli...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.