In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di editing

Corso online di scrittura creativa

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Gerardo Perrotta

  • Tipo: Blog
    Gio, 18/04/2019 - 12:30

    Donne, la vita non finisce a cinquant’anni. Parola di Serenella BaldesiIn Have a nice day (Ensemble) Serenella Baldesi pone al centro della narrazione un cambiamento, quello di Oli che, a cinquant’anni, riprende in mano la sua vita e attua una serie di cambiamenti, che rappresentano quasi una rinascita.

    Parliamo di cambiamenti essenziali che partono ovviamente da dentro per trasformarsi in azioni concrete che conducono a nuovi percorsi nella vita della protagonista, che giunge così a mettere in discussion anche il proprio orientamento sessuale.

     

    Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

     

    Il suo primo libro, Cammino doppio, nasce da un’esperienza diretta, quella del cammino di Santiago de Compostela. A distanza di qualche anno, cosa si porta ancora dentro di quell’esperienza? In che modo continua ad accompagnarla e cosa invece vorrebbe ritrovare...

  • Tipo: Blog
    Mar, 16/04/2019 - 12:30

    Quelle pietre che ci portiamo dentro. Intervista a Laura SabatinoS’intitola Le pietre in tasca, il nuovo romanzo di Laura Sabatino, pubblicato da Augh! Edizioni.

    È la storia di Guido, un uomo alle prese con un lavoro che ama – quello di sceneggiatore – che però non riesce a svolgere per il cinema ma per la televisione (e questo per lui rappresenta un fallimento), una moglie che l’ha abbandonato e del cui “fantasma” sembra non riuscire a liberarsi e un’amica, la regista Luisanna, con cui condivide la frustrazione per non essere riusciti a emergere nel mondo del cinema.

    Le pietre in tasca sono tutte quelle ferrite che Guido si porta dietro, ma dalle quali prova a evadere in tutti modi, approfittando della sua attività di sceneggiatore, quasi a volersi rinchiudere in un altro mondo, in un gioco in cui finzione e realtà si sovrappongono.

     

    Il suo primo romanzo, La distrazione, risale al 2013. Sono trascorsi dunque sei anni prima di pubblicare Le pietre in tasca. Com’è cambiata nel...

  • Tipo: Blog
    Ven, 05/04/2019 - 12:30

    Fake news e pseudoscienza, due nemici per la democraziaC’è un legame tra il proliferare di fake news e pseudoscienza e la crisi in cui sembra essere caduta la nostra democrazia? Giuseppe Tipaldo, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli Studi di Torino e autore di La società della pseudoscienza (il Mulino), ritiene di sì, o meglio rileva in questi due fattori altrettanti rischi che potrebbero condurre all’assassinio della democrazia, come già avvenuto nella libertà.

    È da questa premessa che siamo partiti per la nostra chiacchierata con Giuseppe Tipaldo, attraverso le cui parole possiamo ricostruire anche le possibile ragioni per le quali fake news e pseudoscienza riescono ad avere una così ampia risonanza.

     

    Professor Tipaldo, cos’è la pseudoscienza e perché oggi continua a trovare spazi così ampi di affermazione?

    La pseudoscienza è una strategia narrativa che ha la manipolazione dell’opinione pubblica per scopo, la falsa credenza per oggetto e il...

  • Tipo: Blog
    Mer, 03/04/2019 - 12:30

    Quando il noir incontra la realtà. Intervista a Federica FantozziSi dice spesso che gialli e noir siano in grado di raccontare la realtà che ci circonda in modo spesso preciso, quasi chirurgico. E a confermare questa posizione è Federica Fantozzi, da poco in libreria con Il meticcio, che segue Il logista, romanzi entrambi editi da Marsilio e incentrati sulla figura della giornalista-detective, Amalia Pinter.

    Se la precedente avventura aveva spinto Amalia a indagare su una strage jihadista, adesso si trova alle prese con mafia nigeriana. Due argomenti caldi, di stringente attualità, che Fantozzi pone al centro dei suoi libri e delle indagini/inchieste di un noir che si fa sempre più romanzo sociale.

    Proprio di questi temi abbiamo discusso con Federica Fantozzi.

     

    Il meticcio è il secondo romanzo della serie che vede come protagonista...

  • Tipo: Blog
    Ven, 29/03/2019 - 11:30

    Perché un uomo sceglie il suicidio assistito? Intervista a Sergio RamazzottiÈ da pochi giorni in libreria Su questa pietra. Storia di un uomo che andava a morire (Mondadori), libro nel quale Sergio Ramazzotti, già affermato fotoreporter, racconta di un viaggio in Svizzera insieme a un uomo che desiderava morire.

    Un viaggio che ci accompagna in una riflessione intorno al suicidio assistito dal punto di vista del paziente, con pagine cariche di profonda umanità e che invitano a guardare anche dentro noi stessi e a mettere in discussione le nostre posizioni, qualunque esse siano.

     

    Vorrei cominciare dal titolo del libro, Su questa pietra, che mi sembra un evidente richiamo alla frase che Gesù rivolse a Pietro («Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa»). Perché questa scelta? Qual è la pietra di cui parliamo in questo caso?

    Temo sia impossibile scrivere di questo argomento senza incorrere prima o poi nella citazione dalle sacre scritture. Nel caso del...

  • Tipo: Blog
    Lun, 11/03/2019 - 11:30

    Il Seicento nel volto di una donna. Intervista a Laura ParianiRaccontare il Seicento dal punto di vista di una voce femminile. È questo uno dei punti nodali di Il gioco di Santa Oca di Laura Pariani, edito da La nave di Teseo e tra i cinquantasette libri candidati al Premio Strega, che si contenderanno l’ingresso nella dozzina che sarà comunicata il prossimo 17 marzo.

    A narrare la storia del ribelle Bonaventura Mangiaterra, capopolo che guida una rivolta antispagnola nella brughiera lombarda, è la cantastorie e camminante Pùlvara, anche lei nella banda di Mangiaterra, nella quale era riuscita a entrare travestendosi da uomo.

    Proprio a partire da questi due elementi abbiamo voluto iniziare la nostra chiacchierata con Laura Pariani.

     

    Dalla distopia del suo precedente romanzo, Di ferro e d’acciaio (NN Editore), al romanzo storico con Il gioco di Santa Oca (La nave di Teseo). Dopo lo sguardo rivolto al futuro, cosa l’ha spinta a guardare al passato?

    Mi piace...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.