14 scrittori famosi e le loro ultime parole

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Tutti i contenuti di Francesco Forestiero

  • Tipo: Blog
    Mar, 08/05/2018 - 12:31

    Una storia d’amore, tra luci e ombre. “Come un campo di spighe di grano” di Letizia FalzoneCome un campo di spighe di grano di Letizia Falzone (pubblicato da Lettere Animate) è un racconto d’amore inteso nel senso più classico del termine, un testo che si sviluppa attorno alla storia di vita e di coppia dei protagonisti: Elena e Simone, due innamorati che fanno di tutto pur di coronare il loro sogno di stare insieme.

    La trama racconta l’evolversi della personalità dei due personaggi; i loro desideri, le loro aspirazioni, le frustrazioni, le sconfitte, le rivincite e, allo stesso tempo, la crescita personale che si fonde a quella di coppia. Due percorsi di vita che divengono incrociati e indissolubili. Anche se la vera protagonista della vicenda è Elena, capace di prendersi cura degli altri, ma anche molto fragile.

     

    Vuoi conoscere potenzialità e debolezze...

  • Tipo: Blog
    Ven, 20/04/2018 - 11:30

    Una madre e la malattia del figlio. “L’equilibrio perfetto della felicità” di Anna AlagiL’equilibrio perfetto della felicità è un concentrato di emozioni piuttosto forti. Un mix di malinconia e di speranza, che afferra il lettore e lo trascina in un vortice lungo poco più di duecento pagine. È un libro che ti stringe il cuore.

    Scritto con grazia e accuratezza stilistica da Anna Alagi – giovane scrittrice residente ad Alessandria ma di origini calabresi – narra la storia, ispirata a un fatto realmente accaduto, di una madre che si trova a combattere contro il mostro moderno della malattia. Una cardiopatia congenita, per la precisione. Un problema che interessa non direttamente la protagonista, Federica, bensì il suo secondogenito, Mattia. Un bambino in fasce che deve subire un’operazione e che, tra le corsie e i letti di un ospedale nella periferia di Torino, lotterà per la vita.

    ...
  • Tipo: Blog
    Mar, 20/02/2018 - 11:30

    Un feroce assassino sconvolge un mondo tranquillo. “Orient” di Christopher BollenUn’ambientazione sapientemente descritta; dei personaggi stereotipati ma ben strutturati; uno stile narrativo raffinato e, allo stesso tempo, sobrio; la giusta dose di suspense. Tutto questo – e tanto altro – è Orient, l’ultimo libro di Christopher Bollen, edito Bollati Boringhieri nella traduzione di Daniela Guglielmino.

    Orient è un thriller letterariodi circa settecento pagine che l’autore newyorkese ha ambientato a pochi minuti dalla sua città, in un borgo che è stato definito più volte come un paradiso per pescatori e rondini di mare, Orient appunto (situato sulla punta della North Fork di Long Island), dove abbondano le fioriture selvagge, le spiagge con balene e delfini. Un mondo isolato e tranquillo, popolato da artisti e scrittori famosi. Un contesto marittimo in cui abitano – da generazioni – le stesse famiglie. Un posto che Bollen ha tratteggiato con...

  • Tipo: Blog
    Mer, 15/11/2017 - 11:30

    Lo struggente racconto della depressione. “Parla, mia paura” di Simona VinciÈ un pugno in pieno stomaco. Non è un romanzo. Non è un libro leggero. È un coacervo di sentimenti e di piccole esperienze. Tante vite vissute in una. È un viaggio. Non un manuale, né un testo scientifico. È semplicemente un susseguirsi di memorie con un unico filo conduttore: la paura. La consapevolezza di avere timore di un mostro annidato nell’ombra della vita quotidiana: la depressione.

    L’autrice, Simona Vinci, si è imposta come una delle maggiori scrittrici italiane contemporanee. Ha già dato prova della sua bravura con le parole nel suo esordio Dei bambini non si sa niente, fino ad arrivare a La prima verità, libro vincitore del Premio Campiello nel 2016. Ora, si impone con questo straordinario volume edito da Einaudi. Un libro composto di sole 120 pagine. Tutte però graffianti e ben scritte e che ripercorrono il suo viaggio nella depressione.

     

    ...
  • Tipo: Blog
    Ven, 15/09/2017 - 11:30

    Sesso e disabilità raccontati con ironia. “Non volevo morire vergine” di Barbara GarlaschelliParlarvi di un libro come Non volevo morire vergine di Barbara Garlaschelli (edito da Piemme) non è facile. S’intravede – fin dalla copertina e dal titolo – qualcosa che te lo fa amare e qualcosa che ti fa paura, allo stesso tempo. O almeno, questa è la sensazione che ho provato io quando ero indeciso sul leggerlo o meno. Ma poi mi sono chiesto: “leggere – in fondo – non è anche un po’ assaporare attraverso le parole le sensazioni di altre vite? Beh, e allora, perché non scegliere quella di una scrittrice come Garlaschelli?” E così ho deciso: ho comprato il libro e ho iniziato a leggere la prefazione di Daria Bignardi. Subito ho cominciato a sentire che sì, forse, avevo fatto la scelta giusta! Ho intuito, sin dalle prime pagine, che quel libro autobiografico di una donna tetraplegica mi avrebbe fatto scoprire tanto. Tantissimo. Mi avrebbe fatto percepire un mondo a me estraneo e, principalmente, mi avrebbe fatto capire un modo...

  • Tipo: Blog
    Lun, 11/09/2017 - 11:30

    L’intrigo di Carlo Lucarelli nell’Italia degli anni CinquantaL’ultimo lavoro di Carlo Lucarelli, Intrigo italiano (edito da Einaudi), è un libro affascinante per molti versi. I personaggi si muovono in ambientazioni noir e tipiche dell’Italia del dopoguerra. Quell’Italia in bilico tra nostalgici, antifascisti, servizi segreti deviati, strani omicidi e strade ancora diroccate e in attesa di essere ricostruite.

    Il protagonista è il commissario De Luca, il primo personaggio “seriale” inventato dallo scrittore parmense. Lo stesso di Carta bianca (1990), L’estate torbida (1991) e Via delle Oche (1996). Uno tra più amati dai lettori di Lucarelli. Anche se, commissario, non lo è più. Ora lavora per i servizi segreti, ha assunto un nuovo nome e indaga su uno strano caso di omicidio, in una Bologna invasa dalla neve, dove il tram scorre lento sulle rotaie scampanellando a ogni curva, e dove ancora si possono ammirare i navigli e le lavandaie. Una città, comunque, che mette in mostra anche i suoi tratti tipici, caratteristici ancora oggi: i...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.