Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Tutti i contenuti di Francesco Forestiero

  • Tipo: Blog
    Ven, 15/09/2017 - 11:30

    Sesso e disabilità raccontati con ironia. “Non volevo morire vergine” di Barbara GarlaschelliParlarvi di un libro come Non volevo morire vergine di Barbara Garlaschelli (edito da Piemme) non è facile. S’intravede – fin dalla copertina e dal titolo – qualcosa che te lo fa amare e qualcosa che ti fa paura, allo stesso tempo. O almeno, questa è la sensazione che ho provato io quando ero indeciso sul leggerlo o meno. Ma poi mi sono chiesto: “leggere – in fondo – non è anche un po’ assaporare attraverso le parole le sensazioni di altre vite? Beh, e allora, perché non scegliere quella di una scrittrice come Garlaschelli?” E così ho deciso: ho comprato il libro e ho iniziato a leggere la prefazione di Daria Bignardi. Subito ho cominciato a sentire che sì, forse, avevo fatto la scelta giusta! Ho intuito, sin dalle prime pagine, che quel libro autobiografico di una donna tetraplegica mi avrebbe fatto scoprire tanto. Tantissimo. Mi avrebbe fatto percepire un mondo a me estraneo e, principalmente, mi avrebbe fatto capire un modo...

  • Tipo: Blog
    Lun, 11/09/2017 - 11:30

    L’intrigo di Carlo Lucarelli nell’Italia degli anni CinquantaL’ultimo lavoro di Carlo Lucarelli, Intrigo italiano (edito da Einaudi), è un libro affascinante per molti versi. I personaggi si muovono in ambientazioni noir e tipiche dell’Italia del dopoguerra. Quell’Italia in bilico tra nostalgici, antifascisti, servizi segreti deviati, strani omicidi e strade ancora diroccate e in attesa di essere ricostruite.

    Il protagonista è il commissario De Luca, il primo personaggio “seriale” inventato dallo scrittore parmense. Lo stesso di Carta bianca (1990), L’estate torbida (1991) e Via delle Oche (1996). Uno tra più amati dai lettori di Lucarelli. Anche se, commissario, non lo è più. Ora lavora per i servizi segreti, ha assunto un nuovo nome e indaga su uno strano caso di omicidio, in una Bologna invasa dalla neve, dove il tram scorre lento sulle rotaie scampanellando a ogni curva, e dove ancora si possono ammirare i navigli e le lavandaie. Una città, comunque, che mette in mostra anche i suoi tratti tipici, caratteristici ancora oggi: i...

  • Tipo: Blog
    Mar, 08/08/2017 - 11:30

    “Il gigante dal cuore di panna”, la favola moderna di Francesco SturaroIl gigante dal cuore di panna di Francesco Sturaro (edito da Bianca e Volta) è un libro che si legge facilmente. La lettura scivola bene. Parola dopo parola, si arriva presto alla fine. È un volume ricco di spunti interessanti, immagini forti e concetti dolcissimi. È un concentrato di vita vissuta. Una storia ben sviluppata. Anche se risulta essere viziato da alcune debolezze. Stilistiche, soprattutto. Ma procediamo per gradi.

    La vicenda parte narrando di Greta, una ragazza che – sconvolta dalla dipartita della sua amata nonna Giovanna – rivela al fidanzato Stefano una delle tante storie che l’anziana donna soleva raccontare ai propri nipoti la sera della vigilia di Natale. Protagonista di questo racconto – e del libro, in sostanza – è una bambina di nome Asia che vive a Varsavia durante la seconda guerra mondiale.

    È la primavera del 1940 e Asia ha più o meno 11 anni quando rimane orfana di entrambi i genitori, uccisi dai soldati tedeschi. Salvata da...

  • Tipo: Blog
    Ven, 04/08/2017 - 11:30

    E se i telefonini facessero male? “Il coniglio bianco” di Nino TreuschIl coniglio bianco di Nino Treusch (edito da De Agostini) non è il solito thriller. E non è nemmeno un libro giallo, o noir. È qualcosa di lievemente diverso: di semplice e, allo stesso tempo, di più articolato. Di sicuro, èun testo capace di attanagliare il lettore e tenerlo incollato alle singole pagine – dal primo all’ultimo rigo –, pur se con qualche lacuna. Ma procediamo per gradi e partiamo dalla trama.

    Il protagonista è un manager trentasettenne di nome Jan che vive con la bellissima moglie e i suoi due figli. È servo e fiero di far parte del capitalismo moderno, anche se non riesce più a provare gli stimoli giusti. Così, decide di cambiare lavoro e invia il curriculum a una multinazionale a Monaco di Baviera che opera nel settore della telefonia mobile. La società gli fa un’offerta e lui accetta. Diventa così un dirigente strapagato. Uno di quelli che è costretto a viaggiare in giro per il mondo al fine di curare gli interessi della nuova...

  • Tipo: Blog
    Lun, 24/07/2017 - 11:30

    “Uno sparo nel buio” di Vincenzo Cerracchio: un noir nella Roma degli anni VentiVincenzo Cerracchio è giornalista. Si è occupato prevalentemente di sport, ma ha scritto anche di “nera”, una professione che è ben percepibile nel suo ultimo lavoro, edito da Fazi Editore, Uno sparo nel buio: una legal story che s’interseca con elementi squisitamente noir; un giallo ambientato nella Roma dei primi del Novecento, con personaggi ben caratterizzati e ambientazioni dal gusto retrò davvero affascinanti.

    La storia narrata nelle oltre 380 pagine che compongono il romanzo racconta ciò che accade attorno al processo per l’omicidio di Bice Simonetti, trovata cadavere il 4 gennaio del 1918 sul Lungotevere Marzio.

    A essere imputato dell’omicidio è Ignazio Mesones, rampollo di una ricca famiglia peruviana, figlio di un noto diplomatico e marito della vittima. È accusato di aver ucciso la moglie con un colpo di pistola alla testa. Il suo obiettivo, secondo l’accusa, era quello di inscenare un suicidio.

    Ma il...

  • Tipo: Blog
    Mar, 09/05/2017 - 11:30

    Di nuovo in libreria tre romanzi brevi di Eraldo BaldiniConoscendo la sua scrittura, la prima impressione che si ha quando si inizia la lettura di Tre mani nel buio, è quella di ritrovarsi tra le mani un Eraldo Baldini acerbo; un Baldini che ancora non ha affinato del tutto il suo stile noir e horror al tempo stesso; uno stile che mischia alla perfezione con il gotico-rurale e che lo ha reso celebre e tanto amato dai suoi “fan” più affezionati.

    Sembra sì… ma non lo è affatto. Già, perché nonostante questa raccolta di romanzi brevi risalga al 2001 – oggi ristampata ed edita da Fernandel –, Baldini dà solo l’impressione di dover ancora maturare, realizzando, al contrario, una serie di scritti che possono essere definiti completi e ricchi di spunti interessanti, ma che appartengono a tutto un altro genere letterario. Vicino a quello dell’autore di oggi, ma diverso: che interseca caratteristiche tipiche del poliziesco e del...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.