Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Carlotta Susca

  • Tipo: Blog
    Mar, 29/04/2014 - 15:30

    Editoria, PugliaArticolo di Carlotta Susca pubblicato nella webzine Sul Romanzo n. 6/2013 Racconto della crisi.

    Gli autori

    Il punto iniziale della filiera editoriale, la figura investita del compito di comunicare delle verità raggiunte attraverso la riflessione, lo studio. Delle persone particolarmente sensibili, forse. Sicuramente in grado, più di altre, di cristallizzare sulla pagina il condensato di una scena di vita significativa, di riassumere il senso di una esistenza esemplare. Altruisti.

    Non un insieme di piccoli coltivatori di orticelli sterili, dediti alla masturbazione intellettuale o all’osservazione ombelicale, non-lettori incapaci di comprendere cosa possa essere vagamente interessante per gli altri, vanitosi appagati del proprio nome stampato – non troppo piccolo, per carità – sulla copertina di un libro anche graficamente brutto,...

  • Tipo: Blog
    Mar, 17/09/2013 - 15:30

    Dana Spiotta, Versioni di me[Articolo pubblicato nella Webzine Sul Romanzo n. 4/2013, La forza della memoria]

    Per una serie di ragioni troppo banali perché possa essere interessante parlarne, i miei libri sono non solo sparpagliati in più case, ma perfino contenuti alla rinfusa in eterogenei ammassi di tele di varie fogge e colori, e penso: Non sarebbe bellissimo ricordarli tutti senza il bisogno ossessivo di averli fisicamente accanto? Senza la necessità compulsiva di aprirli, maltrattarli, vedere cosa ho sottolineato, consultarli per citarli? Perché, invece, non ricordo nulla? Peraltro, lo sparpagliamento mentale e fisico che subisco – e che mi costringe a condividere un’abitazione con cinque estranee, una delle quali mi ha appena proposto una grigliata sul terrazzino, proprio-appena-mi-ero-messa-a-scrivere-con-le-migliori-intenzioni – mi ha reso necessario impormi la...

  • Tipo: Blog
    Sab, 11/05/2013 - 11:30

    [Articolo pubblicato nella Webzine Sul Romanzo n. 2/2013, La difficoltà dell'inizio. Il coraggio del primo passo]

    Scrittori senza superpoteri, Webzine Sul Romanzo La difficoltà dell'inizio1. Inizi fuorvianti. «Perché non rendi poi quel che prometti allor?»

    «You cant’t judge a book by its cover»1: a volte, è tragicamente vero che non si può giudicare un libro dalla copertina, ma, altre volte, lo è in senso opposto rispetto a quello inteso dal proverbio: se questo ricorda di non essere frettolosi nel giudizio, di frenare le maldicenze, di essere, insomma, aperti all’altro e all’accoglienza di quanto di buono si possa celare al di là di una forma fuorviante, spesso, all’atto pratico, è un aspetto invitante (una bella copertina) a dover essere...

  • Tipo: Blog
    Sab, 02/02/2013 - 16:45

    [Articolo pubblicato sulla Webzine Sul Romanzo n. 5/2012 Intellettuali e Potere]

    Kurt Vonnegut, fantascienzaQual è il modo migliore per dire la verità e far sì che serva a qualcosa, che possa incidere sul reale?
    Forse, un’esposizione puntuale delle nostre ragioni, un’analisi accurata dei fatti, l’elenco dei nostri punti fermi, magari in ordine di importanza?
    A mio avviso, la risposta giusta sarebbe: «Urlando», ma facciamo finta di non essere stati abituati all’indecoroso spettacolo televisivo dell’abbaiare insensatezze.
    Passiamo, quindi, alla risposta successiva: possiamo cercare di farci ascoltare attraverso l’ironia. Litote («Il mondo non è un bel posto in cui vivere») e antifrasi («Il mondo è proprio un bel posto in cui vivere!») sono più incisive di una frase priva di orpelli. Così, in letteratura, il rovesciamento ironico, la deformazione e lo slittamento sono armi che il narratore può utilizzare per...


  • Tipo: Blog
    Sab, 22/09/2012 - 19:56

    Lettori, dove siete? La Puglia e la Legge regionaleDa qualche mese in Puglia si parla di Legge regionale per la lettura: SEL ha proposto una bozza e il PD ha organizzato gli Stati generali della lettura e del libro, invitando tutti i cosiddetti ‘operatori culturali’ pugliesi a manifestare le carenze del sistema. Inutile dire che Biblioteche, Case Editrici, Associazioni culturali e Università hanno diverse esigenze e che il presupposto fondamentale nella stesura della proposta di legge è di non trasformare tutte le buone intenzioni in moneta da distribuire a chi la chieda e abbia più potere per farlo.

     

    Le intenzioni del PD convergono nella promozione della lettura e nell’incentivazione dei lettori. Allora mi chiedo: se la cosa non tange chi è già lettore e preferisce investire una cospicua parte del (magro) stipendio non già in rate del mutuo per l’acquisto di case (i mercati lo sconsigliano, i tassi salgono, le regole cambiano in corso d’opera, sicché quella da bohémien non è più una posa ma una necessità), come dovrebbe essere possibile intercettare e convertire il gran numero di non-lettori? Come convincere una persona della necessità della...

  • Tipo: Blog
    Gio, 29/03/2012 - 10:13

    Il mio impero è nell’ariaNichel: è la collana della casa editrice mimimum fax diretta da Nicola Lagioia, e Gianluigi Ricuperati ne fa parte con Il mio impero è nell’aria (305 pp., € 15).

    Quella di Ricuperati è una narrazione strutturata come un racconto, ma è anche, contemporaneamente, una riflessione sulla società occidentale e sulla generazione dei trentenni. Vic Gamalero, protagonista inattendibile e inaffidabile, è un diciannovenne con propositi suicidi; lo ritroviamo trentenne incline alla dissipazione economica, morale e sentimentale, per poi salutarci da uomo quasi al limite della maturità, complice una malattia in grado di rendere palpabile il suo disagio psicologico.

    Un protagonista che spende compulsivamente più di quanto mai possa riuscire a guadagnare, che intraprende numerose strade lavorative senza prospettiva e che sa che gli altri saranno propensi a vedere in lui quello che lui dichiara di essere: questi aspetti fanno di Vic il rappresentante di una generazione e l’emblema del declino dell’Occidente.

    Lo stesso Ricuperati conferma di aver utilizzato la forma mista di fiction/non fiction per poi superarla: «Mi ha interessato molto negli anni scorsi. L'ho...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.