In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Tutti i contenuti di Vincenzo Neve

  • Tipo: Blog
    Mer, 25/09/2013 - 15:30

    Romanzo partigiano[Articolo pubblicato nella Webzine Sul Romanzo n. 4/2013, La forza della memoria]

    A ottobre del 2012, nel romanzo d’esordio di un giovane scrittore italiano, categoria quanto mai abusata, si poteva leggere: «Fra dieci, cinquanta o cento anni qualcuno starà a meravigliarsi quando guarderà dentro alle fatiche di questi giorni. Chi domani si soffermerà su quello che oggi fate voi qui, e gli altri in montagna, guarderà alle nostre parole (se ne lasceremo), alle nostre azioni, ai nostri volti, ai nostri occhi, come a un universo ricco e pullulante, e forse concluso, il che è un dono straordinario in un mondo infinito come questo. Quando i nonni racconteranno, i nipoti ascolteranno a bocca aperta, e gli adulti, che dall’altra stanza presteranno orecchio con sufficienza, come chi di quelle vicende sa già tutto, scopriranno che c’è ancora del nuovo, un altro particolare, un’altra...

  • Tipo: Blog
    Dom, 22/09/2013 - 11:30

    Martin Amis, L'invasione degli space invaders«Gran bel lavoro, eh» gli ho detto «giocare a Space Invaders tutto il giorno.» «Sì» mi ha risposto sorridendo. «E cosa fai la sera?» Il ragazzo ha fatto una faccia seria, riflessiva, perplessa. «Be’, di solito esco a farmi un paio di partitine a Space Invaders».

    Per chi è stato bambino o adolescente (anche adulto, a leggere il libro) negli anni Ottanta, per chi ricorda l’emozione di essere davanti a un cabinato di Pac-man a tentare di mangiare tutti i puntini sfuggendo ai fantasmi o ad abbattere astronavi aliene, per chi è dipendente da videogiochi o altro, per chi non riesce oggi a rimanere senza computer o staccarsi dall’iPhone,  per chi apprezza Martin Amis, per loro e per chiunque abbia un po’ di curiosità è arrivata in libreria una chicca editoriale, meritoriamente pubblicata da ISBN edizioni (con la traduzione di Federica Aceto) a trent’anni di distanza dall’edizione originale.

    Parliamo de L’invasione degli Space Invaders di...

  • Tipo: Blog
    Ven, 20/09/2013 - 11:30

    Ignazio tarantino, Sto bene è solo la fine del mondo«Tutte le famiglie felici sono simili, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo», recitava il celebre incipit, o forse è vero il contrario, ma Ignazio Tarantino, nel suo esordio Sto bene è solo la fine del mondo (Longanesi, 2013), racconta con molta efficacia la storia di come una famiglia è stata infelice, ora che, come dice la dedica, il tempo gliel’ha restituita.

    Monopolitano di nascita e fiorentino d’adozione, l’autore, qui alla sua prima, convincente, prova letteraria, prende spunto da vicende autobiografiche per narrare la storia di Giuliano e della sua famiglia, una di quelle che con brutto calco dall’inglese si usa definire “disfunzionali”, con un padre distaccato e violento e una madre succube e fragile. Lui, ultimo di sei fratelli, è nato solo perché la madre Assunta si oppone all’interruzione della gravidanza e all’età di sei anni vede la vita domestica cambiare radicalmente. Quando due eleganti sconosciuti entrati in casa sua annunciano l’imminente fine del mondo e la possibilità di salvezza per chi fosse entrato nella “Società”. Si...

  • Tipo: Blog
    Mer, 21/08/2013 - 15:30

    Giancarlo Liviano D’Arcangelo, Invisibile è la tua vera patriaIn una lettera ad un amico scrittore, Julio Cortázar lo paragonava ad una formica leone, di quelle che scavano nella sabbia un imbuto in cui è impossibile non cadere. Una formica leone è Giancarlo Liviano D’Arcangelo, classe 1977, nato a Bologna e cresciuto a Martina Franca, che scava, con questo Invisibile è la tua vera patria. Reportage dal declino. Luoghi e vite dell’industria italiana che non c’è più (ilSaggiatore, 2013), un imbuto in cui è impossibile non essere risucchiati. Liviano D’Arcangelo, già autore di un interessante romanzo – Andai, dentro la notte illuminata – nel 2007, quando quella di “giovane scrittore” non era ancora una fondamentale categoria dello spirito della filosofia editoriale italiana, con questo volume si impone scrittore tra i migliori sulla scena attuale.

    Si tratta di un vero e proprio reportage narrativo, arricchito da un bell...

  • Tipo: Blog
    Sab, 17/08/2013 - 11:30

    Timur Vermes, Lui è tornatoE se Hitler ritornasse nella Germania dei nostri giorni? Intorno a questo esercizio di storia controfattuale ruota il romanzo del giornalista tedesco Timur Vermes Lui è tornato (Bompiani, 2013, traduzione di Francesca Gabelli). Ed effettivamente è quello che succede nel suo romanzo, in cui un Hitler redivivo, risvegliatosi nella Germania odierna, dove «al vertice del paese c’era una donna tozza, che infondeva lo stesso ottimismo di un salice piangente», riesce a conquistare nuovamente spazio con una trasmissione televisiva di grande successo.

    Basato sull’equivoco che quel signore apparso in un campo nel centro di Berlino nel 2011 sia un comico imitatore e che quella messa in scena sia una parodia, il programma ha sempre maggior seguito di pubblico, rivelando la capacità di persuasione delle masse e il carisma del personaggio; non fa niente per fingere, anzi è in ogni frangente sempre se stesso, anche in situazioni grottesche, in cui interpreta colui che è in realtà e gli interlocutori, credendo di...

  • Tipo: Blog
    Mar, 11/06/2013 - 11:30

    D.T. Max, Ogni storia d’amore è una storia di fantasmi. Vita di David Foster WallaceUn ragazzo che va in giro con racchetta e asciugamano per simulare che il copioso sudore dovuto a una crisi di panico derivi dall’aver appena giocato a tennis. Il tatuaggio con un cuore e la scritta Mary, la donna amata un tempo, cancellata da una riga e un asterisco, ripetuto più in basso con una nuova scritta Karen, trasformando il braccio in una nota a piè di pagina pulsante. Sono solo due delle tante istantanee restituiteci dalla bella e interessante biografia di uno degli autori più amati, non sempre più letti, della letteratura contemporanea: Ogni storia d’amore è una storia di fantasmi. Vita di David Foster Wallace, opera del giornalista statunitense D. T. Max (Einaudi, 2013, traduzione di Alessandro Mari).

    Una lettura “dolorosissima”la definisce giustamente un altro astro della letteratura USA, Dave Eggers (suscitò, invece, alla sua pubblicazione risentiti tweet di...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.