In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Tutti i contenuti di Lavinia Palmas

  • Tipo: Blog
    Sab, 22/07/2017 - 11:30

    Accettare lo scorrere del tempo. Intervista a Paul CézanneDi origini italiane, il suo cognome è una francesizzazione di Cesana: Paul Cézanne è considerato fra i maggiori esponenti del post impressionismo e anticipatore della corrente cubista. Pittore tanto detestato dai colleghi quanto amato dagli amici pittori più stretti, sebbene non abbia frequentato la scuola di belle arti, è un pittore molto quotato: nel 2013 Sotheby’s ha battuto all’asta una sua tela con undici meleper 41.605.000 dollari.Siamo stati invitati dal pittore presso la sua casa ad Aix-en-Provence, luogo in cui visse in solitaria nell’ultimo periodo della sua vita. Lo abbiamo incontrato in un bar, mentre sorseggiava un caffè, fumando la sua solita sigaretta orientale. Spalle coperte da un ampio mantello, teneva a tracolla una specie di carniere. Stava per andarsene,...

  • Tipo: Blog
    Ven, 07/07/2017 - 11:30

    Mai giudicare senza conoscere. Intervista a Mario SironiMario Sironi fu una delle figure principali del Novecento. Dopo aver aderito al Futurismo e una breve esperienza con la Metafisica, abbracciò la corrente e il pensiero politico fascista. Per tale motivo incontrò molte opposizioni nel mondo artistico dell'epoca e tutto ciò gli comportò difficoltà di affermazione.

    Di lui nel 1954 Curzio Malaparte scrisse: «In un mondo di canaglie e d’imbecilli, è cosa rara incontrare un Mario Sironi». Abbiamo voluto raggiungerlo a Tempio Pausania, in provincia di Sassari, dove il pittore nacque nel 1885.

     

    Buongiorno, signor Sironi. Per me è un enorme piacere essere qui in Sardegna. Vuole presentarsi ai nostri lettori? Ci racconti un po' di lei...

    Di me non so dire nulla. C'è un mucchietto di rifiuti qui davanti nell'orto e mi sembra la mia vita, il mio cuore, le mie speranze. Speriamo davvero che dopo tante burrasche, tante tempeste, tanto bestiale soffrire si arrivi lo stesso in un porto dove per questo misero cuore ci sia pace e...

  • Tipo: Blog
    Gio, 25/05/2017 - 11:30

    Il segreto di Manet. Cosa accade quando si racconta la verità?Quali segreti si celano nei dipinti? Non sempre nelle opere degli artisti i significati appaiono evidenti. Franco Rella, filosofo e docente di estetica di Venezia, con Il segreto di Manet edito da Bompiani, ci fornisce una curiosa chiave di lettura per conoscere una delle opere più celebri di Édouard Manet: Olympia.

    Il dipinto, un olio su tela realizzato nel 1863 ora conservato all'interno del Musée d'Orsay di Parigi, destò scalpore tra i visitatori del Salon degli Impressionisti del 1865 non avvezzi alla rappresentazione cruda, ma allo stesso tempo veritiera della realtà della Parigi dell'Ottocento.

    Cosa sollevò tutto questo polverone nei confronti di Manet che, per i continui insulti, decise di ritirarsi a vita privata per un po' di tempo, lui, amante della mondanità e assiduo frequentatore dei Cafè? Il nudo definito osceno della cortigiana rappresentata. Forse il lettore moderno...

  • Tipo: Blog
    Lun, 24/04/2017 - 12:11

    La necessità della solitudine. Intervista a Edgar DegasMeglio conosciuto come “pittore delle ballerine”, oggi vi presentiamo l’intervista impossibile al pittore francese, Edgar Degas. Siamo stati invitati a pranzo a Palazzo dei Pignatelli di Monteleone a Napoli, dove visse per lungo tempo. L’artista infatti aveva sangue italiano, era nipote di un banchiere napoletano.

    Piuttosto scuro di carnagione, naso aquilino, Degas amava la solitudine, soprattutto mentre lavorava: il suo studio era inviolabile e non poteva entrare nessuno. Come testimonia Paul Valéry in una lettera: «Degas piaceva e dispiaceva. Aveva e ostentava il peggior carattere del mondo, con giorni felici ma imprevedibili. Era divertente e sapeva sedurre con una mescolanza di burla, di commedia e di familiarità, in cui c’era qualcosa del garzone degli studi di pittura d’una volta, e non so quale ingrediente venuto da Napoli». Abbiamo pranzato insieme: vitello al naturale e maccheroni cotti in acqua senza sale. A quanto si narra, Degas temeva l’ostruzione e l’infiammazione intestinale e per tale motivo la sua cucina era “salutare”. Dopo...

  • Tipo: Blog
    Gio, 23/03/2017 - 12:30

    Essere se stessi porta al successo. Intervista a Giorgio MorandiSe vi diciamo Morandi, chi vi viene in mente? Certo, la risposta è ovvia: Gianni. Tuttavia la storia dell'arte ci ha regalato un'altra figura con il medesimo cognome: un tale Giorgio Morandi. Celebri sono i suoi dipinti di paesaggi, ma soprattutto le nature morte realizzate con sequenze di bottiglie, caraffe, caffettiere, bicchieri.

    Abbiamo incontrato l'artista in un nostro viaggio a Bologna e più precisamente in un tratto di strada che porta verso Grizzana Morandi, un piccolo paese di poco più di tremila abitanti, luogo in cui egli a lungo soggiornò.

    Nella sua disarmante discrezione, si è avvicinato a noi con la sua inconfondibile sigaretta penzolante dalle labbra e ci ha salutati come era solito fare, togliendosi il cappello e abbassando leggermente la testa. Conosciuto da tutti per il suo tratto ironico e sagace allo stesso tempo, per Morandi l'arte aveva il compito di rappresentare l'invisibile, non la realtà oggettiva delle cose. Un approccio che potrebbe ricordare molti...

  • Tipo: Blog
    Mer, 22/02/2017 - 12:30

    La rivalità tra Matisse e Picasso. Storia di un’amicizia tormentataLa rivalità tra grandi artisti è all’ordine del giorno. Come dimenticare la concorrenza che si fecero Leonardo e Michelangelo? Entrambi, già nel pieno del loro successo, parteciparono alla gara per decorare il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Chi ebbe la meglio? Entrambi risultarono vincitori, ma nessuno portò a termine il compito, in quanto dovettero ritirarsi in itinere per cause di forza maggiore.

    E come ci racconta Sebastian Smee, nel suo Artisti rivali edito in Italia da Utet nella traduzione di Violetta Bellocchio, nemmeno l’area contemporanea è esente da screzi. Un esempio? La tormentata amicizia tra Matisse e Picasso che Smee ci illustra con ricchezza di particolari, a partire da alcuni aneddoti molto singolari su Henri Matisse che, non avendo denaro sufficiente per acquistare nuove tele, raschiava via la pittura dai quadri che aveva già dipinto e li riutilizzava, e che decise di distruggere una sua opera dopo che la madre la vide e frastornata urlò: «Questa...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.