Intervista ad Andrea Tomat, Presidente del Comitato di Gestione

Perché scrivere? Le ragioni di George Orwell

Continua a scendere il numero dei lettori – Dati Istat aggiornati

Hai perso la voglia di leggere? 7 modi per farla tornare

Tutti i contenuti di Elena Spadiliero

  • Tipo: Blog
    Lun, 23/10/2017 - 11:30

    La terza guerra mondiale raccontata da Friedrich DürrenmattConcedetevi una serata in compagnia di Friedrich Dürrenmatt e de La guerra invernale nel Tibet, sottile libricino rosso, impreziosito dalla grafica essenziale, ma sempre splendida, di Adelphi. La casa editrice milanese ha da poco riproposto l’opera dell’autore svizzero (La guerra invernale nel Tibet è stato pubblicato con il sostegno di Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura, con la traduzione in italiano di Donata Berra), mentre, in passato, sempre per Adelphi sono usciti altri eccellenti testi di Dürrenmatt, come Il giudice e il suo boia e La morte della Pizia, solo per citarne alcuni.

    La guerra invernale nel Tibet è apparso per la prima volta nel 1981. Protagonista è un mercenario «fiero di esserlo», mutilato e con un mitra al posto di un braccio, costretto a vagare in una caverna (più volte nel corso della lettura il pensiero corre al famoso mito evocato da Platone), incidendo sulla roccia la sua storia con un punteruolo. Il...

  • Tipo: Blog
    Ven, 20/10/2017 - 12:58

    Una nuova indagine firmata Penelope Poirot, tra Dostoevskij e Agatha ChristiePenelope Poirot e il male inglese (Marcos y Marcos, 2017) riporta in libreria la simpatica eroina nata dalla penna di Becky Sharp, che già avevamo avuto modo di apprezzare in Penelope Poirot fa la cosa giusta, pubblicato sempre dalla casa editrice milanese. Dietro a Becky Sharp (ri)troviamo la copywriter e traduttrice Silvia Arzola, la quale, pure per il suo pseudonimo, pesca a piene mani nella grande letteratura del passato – ricorderete, infatti, che Becky Sharp è il nome della protagonista de La fiera della vanità di Thackeray.

    Se il primo romanzo della Sharp era ambientato in Toscana, in questa seconda avventura Penelope si sposta nella Liguria di metà anni Novanta, seguendo i passi del Grand Tour, il lungo viaggio effettuato dai giovani aristocratici del XVII...

  • Tipo: Blog
    Lun, 07/08/2017 - 11:30

    L’amicizia ci salverà dall’inferno? “Babilonia” di Yasmina RezaL’autrice de Il dio del massacro, Yasmina Reza, torna in libreria con Babilonia, pubblicato da Adelphi, con la traduzione di Maurizia Balmelli. Ancora una volta la scrittrice indaga la mostruosità che si nasconde dietro a ogni esistenza, anche quella apparentemente più banale e tranquilla, al contrario vittima delle convenzioni sociali e dei pregiudizi.

    Reza ci porta nella periferia parigina, all’interno di un palazzo dove vivono due coppie, al quarto e al quinto piano. La protagonista – una signora di sessant’anni, Èlisabeth, voce narrante della storia – stringe un’amicizia col vicino, Jean-Lino Manoscrivi, un uomo discreto, non particolarmente bello o interessante, sposato con l’eccentrica Lydie e padrone di un gatto, Eduardo, a cui è particolarmente affezionato. Un’amicizia (una parola dall’«esattezza perfetta», decreta la protagonista), un legame che avvicina Èlisabeth a un essere umano...

  • Tipo: Blog
    Ven, 23/06/2017 - 11:30

    Una discesa negli inferi. Il viaggio di “L’altro addio” di Veronica TomassiniCon L’altro addio (Marsilio, 2017) Veronica Tomassini torna ai suoi esordi letterari (ricordate Sangue di cane? Raccontava dell’amore di una donna per un giovane polacco). In questo nuovo romanzo il grande protagonista è sempre quest’uomo venuto dalla Polonia: la sua è una vita di rapine, di soldi facili da spendere nei locali più alla moda, con le donne più belle del Paese. Tuttavia è poi costretto a fuggire in Italia, dove lo attendono prospettive ben diverse, fatte di strade, parchi, dormitori e infine la tubercolosi e il ricovero in sanatorio. Ed è proprio qui che lo ritrova la sua donna, la seconda moglie, l’italiana che lui ha abbandonato (insieme al figlio) per tornarsene per un breve periodo in Polonia e poi, di nuovo, per le strade d’Italia. È lei a raccontare la caduta di quest’uomo, la sua terribile resa a un demone atroce e implacabile: l’alcol.

    Se Sangue di cane «è la storia dell'amore impossibile – e tuttavia inevitabile,...

  • Tipo: Blog
    Mar, 16/05/2017 - 11:30

    Quando la verità è solo un ricordo falso. “Il libro degli specchi” di E.O. ChiroviciIl libro degli specchi di E.O.Chirovici (il nome completo dell’autore è Eugen OvidiuChirovici), pubblicato da Longanesi quest’anno nella traduzione di Luca Bernardi, è un romanzo in cui la verità è deformata dal punto di vista dei singoli personaggi. Ma esiste una verità limpida e oggettiva in questa storia? O, citando Marcel Proust, «il ricordo delle cose passate non è necessariamente il ricordo di come siano state davvero»?

    Peter Katz è un agente letterario. Un giorno riceve un manoscritto firmato da un certo Richard Flynn, il quale afferma di conoscere l’identità dell’assassino del professor Wieder, un illustre docente universitario di Princeton. L’omicidio risale alla fine del 1987 e il colpevole non è mai stato identificato: Richard Flynn promette di svelare tutti i retroscena di quel tragico episodio in un libro, di cui...

  • Tipo: Blog
    Gio, 11/05/2017 - 12:30

    Gli uomini e le donne non sono uguali. Intervista a Giuliano GuzzoCavalieri e principesse di Giuliano Guzzo (Edizioni Cantagalli) si prefigge un obiettivo a dir poco ostico: raccontare (e dimostrare) l’incontrovertibile differenza tra uomini e donne. La bibliografia del saggio è piuttosto corposa, in quanto Guzzo cerca di avvalorare le proprie tesi richiamando studi e ricerche su un argomento che, soprattutto negli ultimi anni, è stato al centro di accesi dibattiti: perché parlare della differenza tra uomini e donne significa, in parte, chiamare indirettamente in causa anche una serie di altri argomenti correlati e spesso opposti (pensiamo, per esempio, al transgenderismo).

    Cavalieri e principesse potrebbe risultare utile, a prescindere dalle questioni ideologiche individuali, proprio come confronto, per confermare le proprie idee o per trovarvi una valida opposizione. Per molti le differenze tra uomo e donna sono determinate dagli stereotipi di genere, e andrebbero contrastate per evitare discriminazioni; per Guzzo la differenza...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.