Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Tutti i contenuti di Valeria Nobile

  • Tipo: Blog
    Mer, 20/05/2020 - 12:30

    Divagazioni Shakespeariane #2 – I due “gentiluomini” di VeronaNel lontano 1998 John Madden, con l’aiuto di un sempre geniale Tom Stoppard, partorisce Shakespeare in Love, fortunato e pluripremiato film che tutti noi fan sfegatati di Shakespeare abbiamo amato e odiato a fasi alterne. La pellicola offre un ritratto abbastanza accurato della società elisabettiana, insieme a un resoconto iper-romanzato di una parte della vita del celebre drammaturgo di Stratford-upon-Avon. In una delle prime scene del film, l’impresario Philip Henslowe (interpretato da Geoffrey Rush) discute con un giovane Shakespeare (Joseph Fiennes) a proposito dei drammi più in voga a quel tempo, ovvero il Doctor Faustus di Christopher Marlowe e… un’opera teatrale, senza nome, che prevede una scenetta tra un clown e un cane dotato di gorgiera. Sorpresa, sorpresa: l’opera in questione esiste veramente ed è stato proprio il caro William a scriverla anche se, ovviamente, oggi non se ne parla quasi mai. Stiamo parlando di The Two Gentlemen of Verona...

  • Tipo: Blog
    Mer, 01/04/2020 - 10:30

    Divagazioni shakespeariane, alla scoperta del “Titus Andronicus”In questo periodo di sospensione e di stallo, nella mente del lettore anglofilo – come la sottoscritta – si forma un unico, malatissimo, pensiero: sembra proprio di essere ai tempi di Shakespeare! Durante l’epoca elisabettiana e giacobina (XVI-XVII secolo), infatti, i teatri e i luoghi di aggregazione venivano chiusi anche per anni interi per far fronte alle improvvise – e ahimè frequenti – epidemie di peste, tifo & co. Lo sa benissimo Shakespeare che nel 1594 compone e mette in scena il Titus Andronicus. Si tratta di una delle sue prime tragedie e, indubbiamente, una delle più cruente, tanto da essere stata classificata come “tragedy of horror”. Il dramma, inoltre, detiene un altro curioso primato, ovvero quello di essere protagonista di una storia – o unafterlife, come si dice adesso – assai curiosa. Sembra doveroso, dunque, proporne una piccola esplorazione.

    ...
  • Tipo: Blog
    Mer, 12/02/2020 - 11:30

    Shakespeare immortale. “Romeo and Juliet (are dead)” di Laura PasettiLaura Pasetti e i Charioteer Theatre tornano al Piccolo Teatro di Milano in una nuova e brillante riscrittura shakespeariana rivolta, soprattutto, agli adolescenti e ai più giovani. Romeo and Juliet (are dead) è una felice commistione di tradizione e modernità, lingua inglese e lingua italiana, didattica e intrattenimento. Scritto e diretto da Laura Pasetti, lo spettacolo sancisce ulteriormente il sodalizio che lega Charioteer, Piccolo Teatro e Teatro d’Europa nell’intento di promuovere e rendere accessibili i Classici per il pubblico di ogni età, estrazione sociale e culturale. Romeo and Juliet (are dead) è, ormai, sold out a Milano da diversi giorni (vi rimarrà sino al 15 febbraio), ma è pronto a partire per un tour che interesserà diverse città della nostra penisola, tra Cremona, Parma, Genova e Roma. Quindi non avete scuse.

    ...

  • Tipo: Blog
    Gio, 30/01/2020 - 09:30

    Storie di (stra)ordinario eroismo. Bryan Stevenson e “Il diritto di opporsi”Un commosso silenzio domina la Sala Astra del Cinema Anteo di Milano al termine dell’anteprima stampa de Il diritto di opporsi, film di Destin Daniel Cretton tratto dall’omonimo romanzo di Bryan Stevenson, pubblicato da Fazi Editore nella traduzione di Michele Zurlo. Film e romanzo compaiono nelle sale e nelle librerie italiane lo stesso giorno: il 30 gennaio. Un appuntamento imperdibile, sia che decidiate di acquistare il libro o di dedicare due ore del vostro tempo alla visione di un film che non solo è realizzato benissimo, ma che sicuramente vi farà tornare a casa con gli occhi lucidi e la testa piena di domande. È esattamente quello che è accaduto a noi pochi fortunati invitati da Fazi Editore all’anteprima, che uscendo da quella sala abbiamo condiviso una grande certezza: il mondo ha estremamente bisogno di Bryan Stevenson, di tantissimi altri Bryan...

  • Tipo: Blog
    Mer, 11/12/2019 - 09:30

    God Save (and Bless) Oscar Wilde. “L’Importanza di chiamarsi Ernesto” di Bruni e FrongiaSulla scia del grande successo ottenuto nel 2017, il Teatro Elfo Puccini di Milano riporta sulla scena L’Importanza di chiamarsi Ernesto. La più celebre delle commedie del grande Oscar Wilde rimarrà sulle scene milanesi sino al 31 dicembre 2019, facendoci chiudere l’anno in bellezza e spensieratezza, grazie all’atmosfera squisitamente dandy che si respira in questo riuscitissimo allestimento. Alla regia troviamo due colonne portanti dell’Elfo Puccini, ovvero Ferdinando Brunie Francesco Frongia, i quali dimostrano, come sempre, una grande riverenza nei confronti dell’autore del testo in scena, unita alla capacità proporci interessanti chiavi di lettura.

    L’amore di Bruni e Frongia (e del direttivo dell’Elfo Puccini, in particolare) per la drammaturgia anglosassone è ben...

  • Tipo: Blog
    Mar, 05/11/2019 - 13:30

    La rivolta delle sardine. “Rumori Fuori Scena” di Micheal FraynSituazione: immaginate un gruppo di persone di varia estrazione sociale e provenienza geografica che, in una grigia sera di novembre, decide di andare a teatro, riempiendo quasi interamente la sala grande di uno dei più importanti teatri italiani. Sono tutti lì per la stessa ragione, ovvero assistere alla messa in scena di una commedia che, a partire dal suo debutto londinese nel lontano 1982, ha registrato un successo dopo l’altro, approdando anche sul grande schermo nel 1992. È divenuta ormai un classico del teatro contemporaneo e si contraddistingue per una scenografia piuttosto importante (per non dire imponente) e un testo altrettanto impegnativo. In quella sala così variegata, a fine spettacolo, ci si accorgerà di un fenomeno che ha ulteriormente accomunato tutti i presenti: le risate pressoché ininterrotte per tutte le due ore e mezza di spettacolo. Di cosa stiamo parlando esattamente? È arrivato il momento di contestualizzare. La commedia in questione è la celebre Rumori Fuori Scena di ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.