Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Silvia Schioppa

  • Tipo: Blog
    Mer, 09/10/2019 - 12:30

    La mafia vista con gli occhi di Gaspare Mutolo«Ho anche lavorato, ma quando viene fuori chi sei stato, la gente smette di fidarsi. Non rinnego nulla del passato, sono orgoglioso di quello che sono diventato, e quindi è anche grazie al mio passato se oggi sono una persona diversa.»

     

    Queste parole sono parole difficili, che ci catapultano in una realtà lontana, diversa, estranea, portando tutti noi a riflettere, a cercare di capire, seppur con difficoltà, cosa voglia dire essere un collaboratore di giustizia. La storia raccontata da Anna Vinci, in Gaspare Mutolo, la mafia non lascia tempo (Chiarelettere) è quella dell’ex braccio destro di Totò Riina e dal 1992 collaboratore di giustizia. Un racconto che scava nel profondo, tornando indietro nel tempo, portando il lettore in un mondo passato.

    In particolar modo, il mondo che viene presentato è quello di un ragazzino senza possibilità, quello di una Sicilia degli anni Cinquanta con una realtà difficile da affrontare.

     

    ...
  • Tipo: Blog
    Ven, 20/09/2019 - 10:30

    Lo sconfortante egoismo di un finto idealista. “Tutta un’altra vita” di Alessandro PondiGuardando Tutta un’altra vita, il nuovo film, da poco uscito nelle sale, di Alessandro Pondi con protagonista un bravissimo Enrico Brignano, sembra di essere catapultati davanti a un nuovo Verga, moderno, cittadino, confusionario, ma con alla base lo stesso ideale dell’ostrica che contraddistingue lo scrittore siciliano.

    Il protagonista della vicenda è un antieroe per eccellenza, immobile nelle sue innumerevoli incapacità e disattenzioni. Tassista della periferia romana con a carico moglie e figli, ha con loro un rapporto inesistente, superficiale, caratterizzato da un senso di oppressione e insoddisfazione. La sua è un’incapacità di vivere il reale, con una quotidianità che annoia, che causa timore e diffidenza. Ciò che caratterizza tutto il film è la totale incapacità del protagonista di prendere in mano le redini...

  • Tipo: Blog
    Mer, 04/09/2019 - 10:30

    Una fresca brezza marina. “Mai dire mai più” di Elena Vestri«E ogni giorno, il mare: liscio a tavola blu o tempestoso, freddo o torrido, increspato o affannato, il mare è il mio metronomo, e dà il ritmo alla mia vita.»

     

    È una fresca brezza marina quella che porta il romanzo di Elena Vestri, con il suo Mai dire mai più (edito da Giunti). Ma non dire mai più a cosa? Questo è il fulcro di un libro ironico e spensierato con una bella morale dietro l’apparente leggerezza e semplicità. Perché non bisogna mai dire “mai più” nella vita a tante cose, prima di tutto all’amore, alla felicità, momentanea e duratura, alla sensazione di sentirsi vivi e felici, perché la vita è vita ed esserci è il più grande dono che si possa desiderare.

    Fulcro dell’opera è Arianna, sessantaquattro anni, donna semplice, docile e all’apparenza remissiva. Centro della sua vita è il piccolo paese di Borgo Marino ed il mare sembra essere l’alter ego della...

  • Tipo: Blog
    Gio, 25/07/2019 - 10:30

    Un’umanità fragile. “Quando arrivi, chiama” di Anna Mittone«Non c’è più nessun suono in macchina, non sento il motore né la radio né la presenza di Michele, solo i miei singhiozzi e il guaito che mi esce dalle labbra, un guaito da animale ferito rintanato in un buco così profondo che è impossibile vederlo, un guaito che mi rimbomba forte nelle orecchie come fosse l’unico rumore del mondo.»

     

    Un’umanità fragile quella narrata nel libro Quando arrivi, chiama di Anna Mittone (Mondadori). Un’umanità in crisi che mostra lucidamente le sue fratture, i suoi inganni e le sue disillusioni, ponendo il lettore in un vortice frammentato e caotico di pensieri che si susseguono in modo febbrile alla ricerca di un senso, di un appiglio a cui ancorarsi nel momento in cui la disperazione è tale da non lasciare spazio ad altro, se non ai ricordi e a ciò che è stato e che avrebbe potuto essere.

    La ...

  • Tipo: Blog
    Gio, 11/07/2019 - 12:30

    La letteratura come spunto di riflessione, il flusso di coscienza che insegna a vivereSin dai tempi più antichi l’uomo ha avuto la necessità di esprimere se stesso. Egli ha svolto tale compito in modi differenti e sfaccettati cercando sempre, però, di rivelare i propri sentimenti e la propria realtà. Dall’esigenza umana di dar sfogo alla sua interiorità sono nate le migliori opere letterarie e artistiche.

    Si pensi al flusso di coscienza e alla sua incredibile capacità espressiva e meditativa, la quale deriva dalla volontà di portare alla luce la parte più privata e al tempo stesso più profonda dell’animo umano. Essa può sembrare semplicemente una tecnica narrativa, lontana dalla realtà odierna e quotidiana, quando invece l’introspezione riveste un ruolo di primo piano nella vita di ognuno di noi. La letteratura e in questo caso lostream of consciousness, insegnano a vivere, ad agire, a realizzare concretamente la propria esistenza in un mondo vario, ricco di esperienze e diversità.

    Le...

  • Tipo: Blog
    Gio, 04/07/2019 - 11:39

    Istantanee fotografie di vitalità. “Basilio. Racconti di gioventù assoluta” di Alessandro Mauro«Erano belli. Poi può essere che dopo dieci o venti o trent’anni, se ci arrivavano, sarebbero finiti a fare calcoli, a cercare di fottere il prossimo o a riempirsi di paure, o a fare lavori che non gli piacevano, o a pensare all’età, o ai soldi, o alla salute. […] Ma in quel principio stordito di mattina bluastra con il vino che ormai sapeva di sabbia, erano belli.»

     

    Basilio di Alessandro Mauro (Augh! Edizioni) è un insieme genuino e spettacolare di fotografie che si susseguono, una catapulta di emozioni in cui ognuno può ritrovare un po’ di se stesso. L’impressione che si ha leggendo quest’opera è di avere tra le mani piccoli pezzi di un puzzle dalle tinte sbiadite e autentiche, che incastrandosi l’uno con l’altro, pian piano, finiscono per formare un tutt’uno intenso e commovente...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.