Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Gabriele Ferrari

  • Tipo: Blog
    Gio, 07/11/2019 - 11:30

    L’ordine del tempo, dalla quantistica alla filosofiaIl saggio L’ordine del tempo di Carlo Rovelli (Adelphi) è una profonda analisi di come il tempo sia stato interpretato scientificamente e filosoficamente nel corso della storia. Al termine della lettura di questo splendido viaggio mentale, si ha la percezione di ritrovarsi in una nuova realtà, in cui le precedenti certezze dominanti lasciano spazio a un alone di rinnovata verità.

    L’intera fisica, afferma il docente universitario, è scienza di come le cose evolvono “secondo l’ordine del tempo”. La singola quantità “tempo”, di conseguenza, si frantuma in una ragnatela di tempi: si descrivono le cose evolvere in tempi locali e questi evolvere uno rispetto all’altro. L’unicità della nozione di tempo viene, quindi, nettamente superata: non esistono un presente, un passato e un futuro “assoluti”, validi necessariamente in ogni luogo dell’universo, ma una serie infinita di presente, passato e futuro relativi a un singolo ente. Conseguenza necessaria di questa realtà è la...

  • Tipo: Blog
    Mar, 01/10/2019 - 12:30

    “La nausea” e l’esistenzialismo di Jean-Paul SartreCorreva l’anno 1938, la Seconda guerra mondiale veniva rimandata ulteriormente e usciva un romanzo che avrebbe delineato la nuova figura borghese che, nel dopoguerra, avrebbe dominato la scena mondiale: il borghese-filosofo sempre più attento alla riflessione sul sé, sull’esser-ci heideggeriano e sulla dicotomia nulla-esistenza.

    La nausea di Sartre è il punto d’incontro tra la filosofia esistenzialista e l'oggettività giornalistica del parigino, è il romanzo in cui emerge la sua peculiarità rispetto a Heidegger: l’angoscia che si legge e si vive con il protagonista è quella di un uomo che sente il peso dell’esistenza e della piena comprensione dello sviluppo di questa.

    «La migliore cosa sarebbe scrivere...

  • Tipo: Blog
    Lun, 16/09/2019 - 10:30

    L’importanza della nostalgiaMolte persone si saranno interrogate più volte sull’importanza e sul ruolo della nostalgia e, quindi, della memoria, dalla quale la prima scaturisce; entrambe sono dei tasselli fondamentali dell’esistenza umana: esse caratterizzano i singoli, li guidano nelle scelte che sono costretti a fare e ne determinano il futuro.

    Nel suo saggio La nostalgia ferita (Einaudi, Torino 2018, pp.67-69), lo psichiatra Borgna esalta questa facoltà mentale sottolineando come, parafrasando le sue parole, non ci sia vita che non venga attraversata dalla nostalgia e questa, alimentata dai ricordi, può portare a sentieri luminosi ma talora oscuri. Sviluppando le asserzioni dello psichiatra si può sostenere come le vite personali di ciascun uomo siano segnate in maniera indelebile dai ricordi e, perciò, anche dalla nostalgia del passato, emozione che può essere provata a tutte le età. Un’esaltazione di questa è da riscontrare nella genialità degli artisti che, seguendo quanto affermato dai romantici, sono coloro che hanno la...

  • Tipo: Blog
    Ven, 02/08/2019 - 12:30

    La psicologia nella Medea di SenecaIl dramma di Seneca narra, analizzandone la psicologia, la vicenda di Medea, figlia di Eeta re della Colchide, la quale, innamoratasi di Giasone, condottiero della nave Argo, la prima che salpò il mare la generazione precedente a quella della guerra di Troia, aiutò quest’ultimo nel furto del vello d’oro, donato agli abitanti della Colchide dal dio Apollo. La ragazza, pur di collaborare con il suo amato guerriero, compie atti orribili, ignobili, che rasentano la crudeltà più efferata: un esempio è l’uccisione del proprio fratello con conseguente lacerazione del corpo che viene gettato in mare per permettere la fuga ailadri del vello d’oro; un’altra vicenda cruenta è legata alla sua capacità di persuadere le genti tanto da far loro compiere ciò che desidera: in particolar modo ella convince le figlie dello zio del suo novello sposo, Giasone, a fare a pezzi Pelia, loro padre, sostenendo che in tal modo sarebbe ringiovanito. Stigmatizzata in tutto il mondo greco, esiliata da...

  • Tipo: Blog
    Gio, 13/06/2019 - 12:30

    Bioetica laica e bioetica cattolica, uno scontro dialettico di vitale importanzaNegli ultimi periodi molteplici fatti di cronaca hanno richiamato il termine “bioetica”: si pensi per esempio al caso Eluana Englaro, divenuto di fama nazionale anche per i risvolti politici, oppure a quello di Dj Fabo il quale, grazie all’aiuto del radicale Marco Cappato, ha deciso di seguire la via del suicidio assistito in Svizzera contravvenendo alla legislazione italiana che vieta  in modo chiaro e sistematico l’eutanasia. Per comprendere meglio ciò che effettivamente indica la bioetica, è utile analizzare  dal punto di vista etimologico il termine: esso deriva dal greco bios-ethos e sottolinea l’importanza di analizzare le azioni dell’uomo sull’uomoponendo uno sguardo attento ai vari valori umani che potrebbero essere lesi. Alcuni sostengono che la...

  • Tipo: Blog
    Lun, 15/04/2019 - 10:30

    Come e perché è cambiata la rappresentazione della morte dal Settecento a oggi?La tradizione culturale che deriva dall’Ottocento e dal Novecento ha messo in luce una differenziazione nella sensibilità e nella prospettiva psicologica che caratterizzano l’uomo contemporaneo e digitalizzato rispetto a quelle caratterizzanti l’individuo di epoca romantica e pretecnologica. Analizzando con maggior attenzione le correnti letterarie preromantica e romanticache vanno dalla seconda metà del Settecento alla fine del secolo successivo, si possono delineare le peculiarità del soggetto del periodo: un essere, dalla profonda caratterizzazione psicologica e portatore di un io interiore forte, dominato da passioni spesse volte contraddittorie e travolgenti che sembra quasi cercare nella morte una via di espiazione, di esaltazione del “sé” individualistico. Si pensi, per esempio, alle tragedie alfieriane di Saul e...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.