Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Elena Ramella

  • Tipo: Blog
    Gio, 08/08/2019 - 12:30

    I diari di Nijinsky, tra danza e folliaVaslav Nijinsky: uno dei nomi più importanti della storia della danza. A soli diciotto anni entrò nella compagnia del teatro Mariinskij, incontrò Sergej Djagilev e iniziò a girare il mondo. Ancora giovanissimo si esibì sulle coreografie di Michel Fokine e sulle musiche di Tchaikovskij, fino a produrre tre balletti suoi: Il pomeriggio di un fauno su musica di Debussy, Jeux e la Sagra della Primavera su musica di Stravinskij. Un genio, un talento, un fuoco inestinguibile, una passione e una presenza scenica senza eguali. Ma cosa si celava dietro questa personalità bizzarra, stravagante, eccentrica eppure così fragile? Schizofrenia, paranoia, esaurimenti nervosi. Follia.

    Tra il 1918 e il 1919, in attesa della fine della guerra, Nijinsky tenne un diario, pubblicato in Italia da Adelphi nella traduzione di G. Luzzani. Scriveva per ore e ore al giorno, senza pause, in maniera...

  • Tipo: Blog
    Mar, 25/06/2019 - 12:30

    Sesso e desiderio in “Tropico del Cancro” di Henry MillerTropico del Cancro di Henry Miller esce nel 1934, e fa subito scandalo: si tratta infatti di un libro in cui i temi centrali sono il sesso e il desiderio. I personaggi creati da Miller, passionali, sboccati, violenti e volgari sembrano opporsi nettamente alla mentalità puritana dell’America di quegli anni, prendendo le mosse dall’ambiente libertino della Parigi del ventesimo secolo; lì non solo il sesso e il desiderio sono accettati, ma sono anche incoraggiati dall’ambiente immerso nel fermento degli anni del modernismo.

    Tropico del Cancro è il racconto di continue esperienze sessuali, di tutti i tipi e generi, narrate con un linguaggio esplicito, senza ornamenti né abbellimenti. E proprio con la crudezza, con l’immediatezza delle immagini, Miller entra in un territorio non ancora esplorato in precedenza: in ...

  • Tipo: Blog
    Lun, 17/06/2019 - 12:30

    “La lavoratrice” di Elvira Navarro, la psicosi della società moderna«[…] un presente che era più disperato del presente di chiunque altro, perché io non speravo in nulla di meglio di quanto stavo vivendo, e quanto stavo vivendo nemmeno lo volevo.»

     

    La lavoratrice, protagonista dell’omonimo romanzo di Elvira Navarro (edito da LiberAria nella traduzione di Sara Papini) è Susana, una giovane e misteriosa donna che condivide un piccolo appartamento con Elisa; un modo come un altro per riuscire a pagare l’affitto e per dimezzare le spese, ma non solo. Ben presto tra le due donne s’instaura un dialogo, frammentato, sconclusionato, alienante, al limite del delirio. Susana racconta, ma fino a che punto Elisa può credere alle sue parole? Ci sono troppe cose che non combaciano, troppe stranezze. Susana ed Elisa sono entrambe sole, sebbene sotto lo stesso tetto, le loro conversazioni non sono dei veri scambi, sono dei racconti scoordinati che hanno bisogno di uscire dai loro corpi....

  • Tipo: Blog
    Sab, 11/05/2019 - 12:30

    “Diario di uno scrittore”. Dostoevskij, tra casi di cronaca e studio della psicologia umanaPer molto tempo Fëdor Dostoevskij si occupò di cronaca, scrivendo ogni settimana gli articoli che oggi fanno parte della raccolta Diario di uno scrittore.

    Uno di essi è dedicato al caso del processo a Nastasia Kairova, una giovane attrice che colpì ripetutamente e con violenza la moglie del suo amante con un rasoio in un momento di gelosia accecante. Dostoevskij seguì con grande interesse la vicenda, prendendo spunto per riflettere sulle responsabilità e sulle conseguenze delle azioni che gli uomini compiono, ma anche offrendo una visione del desiderio passionale come di una forza violenta e distruttiva.

    Nell’articolo Dostoevskij insiste sull’importanza della responsabilità personale delle proprie azioni; non respinge le teorie della scienza della mente per spiegare il comportamento umano, ma allo stesso tempo non le accetta in tutto e per tutto. Dostoevskij...

  • Tipo: Blog
    Mar, 16/04/2019 - 10:30

    Anne Sexton, tradizione poetica confessionale e talento individualeAnne Sexton è stata annoverata tra i pionieri della poesia confessionale che emerse in America negli anni Cinquanta. La poesia confessionale non è stata una novità, ha le sue radici nella tradizione inglese della poesia romantica e metafisica. Molte caratteristiche proprie del movimento confessionale sono infatti rintracciabili in poeti come Wordsworth, Byron, Donne. Nel saggio Tradition and the Individual Talent, T.S. Eliot pone l’accento sulla compresenza, in ogni autore, della tradizione che lo precede e del suo individuale e personale talento: ogni artista ha i suoi temi e tecniche personali che lo accomunano e lo distinguono, allo stesso tempo, dai suoi predecessori.

    «No poet, no artist of any art, has his complete meaning alone. His significance, his appreciation is the appreciation of his relation to the dead poets and artists.»

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.