In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Alessandra Piras

  • Tipo: Blog
    Mer, 07/08/2019 - 12:30

    Valentino Zeichen, un uomo libero in un mondo contraddittorio e difficileSabato, 1º luglio 2000

     

    «Ho scelto gli amici non per avere dei congiunti, ma

    perché li concepisco simili a soggetti di una comunità di persone libere.

    Affinché rispettino la libertà di vederci quando ci pare e piace.

    E alle donne applico il medesimo criterio.

    Ma se un amico pretende speciali diritti di prelievo della mia persona,

    io non ci sto.

    Preferisco la solitudine».

     

     

     

     

    Il 5 luglio 2016 Valentino Zeichen muore all’età di 78 anni in seguito alle complicanze di un ictus. Il mondo della cultura si era mobilitato per lui istituendo una raccolta fondi: c’era il rischio, al termine del percorso di riabilitazione, che non potesse più rientrare nella sua casa-baracca situata in via Flaminia a...

  • Tipo: Blog
    Gio, 04/07/2019 - 10:30

    Dopo i Cazalet e gli Aubrey, una nuova appassionante saga famigliare, “Jalna” di Mazo de la RocheL’editore Fazi ha abituato da tempo il pubblico delle librerie al potere seduttivo emanato dai romanzi seriali di respiro vittoriano. E un posto speciale se lo sono guadagnato le saghe familiari ambientate tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, ritagliandosi uno spazio autonomo e toccando le corde dei lettori. Attraverso le esistenze dei numerosi interpreti che affollano questa tipologia di narrativa – basti dire Cazalet e La famiglia Aubrey per illuminare molte menti e molti occhi – ci si immedesima, si gioisce, si soffre, si ama e si odia. Del resto ognuno di noi ha un’origine, un territorio di appartenenza, una famiglia che sia grande oppure no, ciascuna con le proprie regole e valori, se non persino disvalori. La normalità...

  • Tipo: Blog
    Mer, 05/06/2019 - 10:30

    Tutto quello che c’è nell’oscurità. “Storia del buio” di Nina EdwardsIl buio come fonte viva e luminosa per la nostra immaginazione. Potrebbe sembrare un controsenso ma è la teoria molto più concreta e reale di quel che può apparire, di cui si fa interprete la saggista inglese Nina Edwards nel suo libro Storia del buio (tradotto da Andrea Ricci; titolo originale Darkness. A Cultural History), uscito il 9 maggio per il Saggiatore, casa editrice attenta alla tematica e con la quale abbiamo visto proprio di recente – tramite un’altra opera alquanto indicativa – i limiti e le contraddizioni dell’individuo di fronte alle dicotomie della vita, rintracciandone il modello nella “tragedia” espressa dalla letteratura e dal teatro.

    Stavolta parliamo di un affresco che scruta fra gli interstizi delle tenebre partendo dalle origini, e trova negli opposti che si attraggono il suo centro di gravità, realizzando l’intento (...

  • Tipo: Blog
    Mer, 15/05/2019 - 10:30

    Dazai Osamu, l’arte giapponese del raccontoLa forma breve della narrativa si porta dietro un pregiudizio piuttosto tenace: stare s’un livello diverso o inferiore rispetto ai romanzi e di conseguenza ritenuta meno letta e meno spendibile sul mercato. Eppure, se pensiamo a certi racconti ben scritti, ciò che ci rimane impresso di più è proprio la bellezza contenuta in una trama ridotta, priva di fronzoli, e di quelle digressioni della struttura lunga che a volte rallentano la lettura; ancora, ci consente di volare meglio con la fantasia, immaginare ad esempio ulteriori scenari o leggere fra le righe del non-detto. Di casi nel vasto panorama letterario ce ne sono tanti. Basti pensare solo a Italo Calvino o a Raymond Carver, considerato da Murakami modello di scrittura, e Alice Ann Munro, vincitrice del Premio Nobel per la Letteratura nel 2013 proprio per essere «“maestra del racconto breve contemporaneo».

    Questa considerazione, seppur...

  • Tipo: Blog
    Mar, 02/04/2019 - 12:30

     

    La letteratura e i misteri dell’essere umano. Joyce Carol Oates legge alcuni grandi classiciPiù grande tra tutti sarà colui che può essere il più solitario, il più nascosto, il più diverso, l’uomo al di là del bene e del male, il signore delle proprie virtù, ricco quant’altri mai di volontà.

    Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male

     

     

    Questa citazione è il fulcro intorno al quale ruota il libro Ai limiti dell’impossibile. Forme tragiche in letteratura (The Edge of Impossibility. Tragic Forms in Literature) che troviamo anche riportata in esso: in realtà una raccolta di saggi scritti da Joyce Carol Oates tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso quando davanti a sé aveva ancora tanta strada da percorrere nella quale avrebbe spaziato dai romanzi ai racconti, dal teatro alle poesie, compresa la platea di ragazzi e bambini, nonché i più vari sottogeneri, dal gotico al realistico, col risultato...

  • Tipo: Blog
    Lun, 04/03/2019 - 11:30

    La forza dell’amicizia tra donne. “Bianca” di Francesca PieriFrancesca Pieri, responsabile ufficio stampa di Donzelli Editore, debutta nella narrativa e lo fa con una scelta precisa e coraggiosa: un romanzo di “ispirazione autobiografica”, pubblicato a fine febbraio da Dea Planeta.

    Il titolo è formato da una sola parola, Bianca che, al di là della possibilità di scoprire il significato attraverso la lettura del libro, può essere inteso sia nome proprio che aggettivo; in entrambi i casi comunque preludio di purezza, autenticità, innocenza. E sono le stesse sensazioni che lascia la scrittura dell’autrice all’esordio, nel presentare una storia che lascia un segno, che non si cancella d'emblée, arrivando all’ultima pagina.

    Una storia che ci pone di fronte all’eterno dilemma su cosa è “vita” e in che momento possiamo definirla tale; insomma, su cosa intendiamo con questo concetto tanto bello eppure così impegnativo e carico di valori.

    La trama è, in fin dei...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.