Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Alessandra Gianoglio

  • Tipo: Blog
    Lun, 22/06/2020 - 10:30

    Senza via d’uscita. “Sulla chaise-longue” di Marghanita LaskiEssere paralizzati dentro una situazione senza alcuna via d’uscita è la percezione generale che si ha leggendo Sulla chaise-longue di Marghanita Laski (8tto edizioni, traduzione di Cristina Cigognini, prefazione di Giulia Blasi).

    Pubblicato per la prima volta nel 1953, è considerato un classico della narrativa gotica, «e come tutti i classici trascende il genere», scrive Blasi nella sua prefazione.

    Sebbene contenga alcuni schemi del gotico classico, come suscitare forti emozioni, quali paura e angoscia, e caratterizzare perfidi personaggi maschili che arrecano danni a indifese e virtuose ragazze, il romanzo di Laski si spinge molto oltre.

    Per primo, le ambientazioni. Non ci sono castelli o lugubri dimore: il volume si snoda intorno a un’unica lunga scena, ambientata sempre nella stessa stanza.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro...

  • Tipo: Blog
    Gio, 14/05/2020 - 10:30

    Una Roma inedita e malinconica. “Come una storia d’amore” di Nadia TerranovaDieci racconti brevi con un unico filo conduttore: Roma e l’amore. Nel suo ultimo libro, Come una storia d’amore (Giulio Perrone Editore), Nadia Terranova affronta i territori sconfinati di questo sentimento, attraverso un punto di vista inedito: i protagonisti vivono a Roma ed è la città stessa che entra nelle vite di ognuno, modellandone le emozioni.

    Storie di persone differenti ma accomunate da una sorta di solitudine esistenziale, come se si trovassero nella terra di mezzo della loro esistenza, girovagando senza meta, estranei alla loro vita esteriore e in contatto con un’interiorità in fuga, che per un momento si ribella alla quotidianità.

    «Ma la mia vita, ora, è tra parentesi. In questo bar mezzo vuoto e riempito dal vuoto transitorio che precede i giorni rossi sul calendario, nel quartiere che conosco a memoria e dentro il quale ogni giorno vivo e mi nascondo, davanti a...

  • Tipo: Blog
    Mar, 14/01/2020 - 11:30

    La femminilità nella sua essenza. “Polene” di Claudio MagrisPolene di Claudio Magris (La Nave di Teseo) è un’opera che va all’essenza, perché tratteggia i contorni ampi della femminilità attraverso un’attenta osservazione di queste statue lignee e della loro storia.

    Le polene, soprattutto dal sedicesimo al diciannovesimo secolo, erano issate sulla prua delle navi per propiziare le lunghe traversate in mare; ma il viaggio che Magris propone al lettore va ben oltre il racconto di mare in quanto le stesse non sono descritte come semplici oggetti, nella maniera in cui potrebbero essere le conchiglie o i vecchi nodi, ma come idoli. Totem da divinare o dee alle quali rivolgere preghiere e, dentro le quali «si cela il mistero della materia che prende forma e si ritrae, indicibile».

    La vera forma di una polena è quella femminile, anche se non è sempre stato così: anticamente, a prora, si disegnava un occhio che solo con il passare del tempo si è tramutato in figura umana; alcune volte si optava per sculture maschili con le fattezze di personalità importanti. Ma, come spiega...

  • Tipo: Blog
    Mer, 11/12/2019 - 11:30

    Viaggio, sogno e letteratura. “La verità dei topi” di Massimiliano NuzzoloL’ultimo libro di Massimiliano Nuzzolo, La verità dei topi (Les Flâneurs Edizioni), accompagna il lettore attraverso un incredibile viaggio che sfiora a tratti il paradosso.

    Il protagonista è uno scrittore, Raphael De Novo, che durante una sera della sua normalissima vita, si reca all’inaugurazione di «uno splendido cannone a raggi psichedelici»,in occasione della rassegna Scrittura Creativa a più non posso. È stato invitato a tenere un breve discorso sul palco per parlare del suo ultimo libro che si sta«muovendo assai bene sul mercato».

    Nuzzolo, con i romanzi precedenti, si è distinto per le trame fuori dall’ordinario e la scrittura pungente e anche nel suo nuovo lavoro lo conferma, fin dalle prime righe.

    Se l’inizio del testo incuriosisce e ben predispone alla lettura, qualche pagina dopo un colpo di scena bizzarro rompe le righe riguardo a quello che il lettore si aspetterebbe di leggere.

     

    ...
  • Tipo: Blog
    Mar, 29/10/2019 - 13:30

    Liberarsi del dolore. “Non è vero che non siamo stati felici” di Irene SalvatoriRisalire la china della propria esistenza, quando si è straziati al dolore, quando si perde la bussola e da qualsiasi punto si guardi la propria vita si preferirebbe sempre scegliere la morte, diventa quasi una missione impossibile. A meno che non esista qualcosa capace di superare anche la morte, e nel caso del libro d’esordio di Irene Salvatori, Non è vero che non siamo stati felici (Bollati Boringhieri) quel qualcosa è rappresentato dai figli. Dal momento in cui si diventa genitori a propria volta, smettendo di essere figli.

    La protagonista del romanzo è una donna, madre di tre bambini, appena uscita da un periodo, durato quindici anni, che ha devastato nel profondo la sua esistenza: l’evento scatenante è stato la perdita dell’adorata madre, morta improvvisamente di cancro, che ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua vita.

    «Perché a noi ci è toccato lo scivolo del niente, l’altalena...

  • Tipo: Blog
    Mer, 02/10/2019 - 12:30

    La geometria imperfetta della vita. “La linea madre” di Daniel Saldaña ParìsQuando si è bambini, si tende a immaginare un futuro certo, dal perimetro regolare, poggiato su linee già tracciate. Ma nel libro La linea madre di Daniel Saldaña Parìs (Chiarelettere, traduzione di Giulia Zavagna), l’autore racconta di come la vita possa diventare, in un attimo, un’asimmetria dolorosa, capace di spostare, senza ritorno, la linea madre dell’esistenza.

    Il protagonista è un bambino di dieci anni, che vive in una piccola cittadina del Messico, Colonia Education, con la sorella maggiore, il padre e la madre. Un ragazzino curioso, sensibile e introverso, con problemi che sembrano comuni a ogni bambino: le piccole incomprensioni con la sorella adolescente, l’amore verso la madre, che invece nei suoi confronti rimane sempre abbastanza fredda, e la lontananza psicologica del padre, che preferisce pensare al lavoro, piuttosto che all’educazione dei propri figli.

    Un giorno dell’estate del 1994, però, si abbatte su di lui una...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.