Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Davide Spinelli

  • Tipo: Blog
    Lun, 15/07/2019 - 12:30

    Viaggi americani – David Foster Wallace e il suo gioco di ombre e fantasmi«Il genio non è riproducibile. L’ispirazione, però, è contagiosa, e multiforme, e anche soltanto vedere, da vicino, la potenza e l’aggressività rese vulnerabili dalla bellezza significa sentirsi ispirati e riconciliati».

     

    Questo era ciò che provava David Foster Wallace guardando Roger Federer sui campi in erba di Wimbledon, e forse nulla più del gioco del tennis ci aiuta a comprendere “il gioco” in cui lui era un maestro: la letteratura. Che, usufruendo di un aggettivo speso da Federico Buffa – il noto giornalista sportivo – nel descrivere la pallacanestro di Allen Iverson, si potrebbe definire “autistica”. Per chi conosce anche solo qualche frammento della biografia dello scrittore americano, potrebbe quasi sembrare una battuta di cattivo gusto, ma il suo gioco era proprio quello: una letteratura autistica a esclusivo vantaggio del lettore e non dell’autore.

    Wallace è uno di...

  • Tipo: Blog
    Ven, 14/06/2019 - 12:30

    Viaggi americani – Raymond Carver e il suo mondo così perfetto perché imperfetto«Me la faccio con questa pollastrella vedete è carina

    mi chiama Bukowski

    Bukowski dice con questa vocina

    e io dico che c’è

    Ma voi non sapete che cos’è l’amore».

     

    Inizia così uno dei testi di Orientarsi con le stelle, il volume edito da minimum faxche raccoglie tutte le poesie di Raymond Clevie Carver Jr., e che ci permette di comprendere la ratio del “volo letterario" da Charles Bukowski al viaggio nella letteratura del nativo di Clatskanie, una cittadina nella contea di Columbia in Oregon. Ma cos’è che lega i due scrittori americani? Un’evidente propensione, per certi versi dickensiana, verso l’ordinario insolito, che va poi a comporre il sostrato esistenziale del quotidiano, ove finanche l’elemento amoroso non...

  • Tipo: Blog
    Lun, 27/05/2019 - 10:30

    Viaggi americani – Ecco perché Bukowski era uno scrittore nato«Ecco l’unica cosa che serviva a un uomo: speranza»

     

    La grandezza e la bellezza della letteratura americana permettono la coesistenza di autori che sembrano appartenere a mondi fra loro inconciliabili e che invece sono la prova stessa della straordinaria intenzione stilistica, tematica, didascalica americana. È così che il campionario letterario d’Oltreoceano accompagna da uno scrittore come J.D. Salinger al profilo di Henry Charles Bukowski.

    Una figuratra le più controverse della storia della letteratura americana (e non solo), poiché, ancor prima che della sua produzione, l’attenzione della critica è sempre stata rivolta anzitutto a saggiare se il nativo di Andernachfosse o meno annoverabile tra i più grandi scrittori del secolo scorso. Questo perché il rapporto Bukowski-letteratura è del tutto peculiare: non sembra essere arrivato alla letteratura, ma essercisi trovato (scrive...

  • Tipo: Blog
    Gio, 28/03/2019 - 09:30

    Viaggi americani – Come Salinger ha cambiato la cultura americana con un solo romanzoPuntata n. 1 della rubrica Viaggi americani

    In un’intervista, F. Scott Fitzgerald sostenne che «fare della buona letteratura è come nuotare sott’acqua trattenendo il fiato»: si percepisce il peso di una nazione, correndo il rischio dell’onore e dell’onere di raccontarla.

    Al pari delle grandi letterature mondiali – francese, tedesca, russa, italiana, spagnola, inglese – quella americana incarna plasticamente questa natura duplice, ben rimarcata nella preziosa Storia della letteratura americana di Marcus Cunliffe del 1954: «Si usa spesso descrivere lo scrittore americano come un individuo tormentato, dal punto di vista culturale uno spostato non meno di un selvaggio sudafricano che lavori per metà dell’anno in un comprensorio europeo».

    Come detto, quindi, l’aperçu letterario d’oltreoceano è un grande racconto nazionale mosso dall’esigenza di una...

  • Tipo: Blog
    Gio, 07/03/2019 - 11:30

    Solitudine parallela. "Da soli" di Cristina ComenciniL’ultimo romanzo di Cristiana Comencini indica ciò che è drammaticamente chiaro a tutti: all’improvviso si rimane Da soli, quello che poi è anche il titolo edito per Einaudi.

    Già regista, sceneggiatrice - candidata all’Oscar per il miglior film straniero con il suo La bestia nel cuore nel 2016 -, è un’autrice insolita, che resta in bilico tra testo cinematografico e prosa narrativa, offrendo una narrazione scarna, ma al contempo intensa e corposa.

    Da soli, edito nel 2018, sembra proprio rispettare uno degli stilemi della cosiddetta settima arte, ovvero è costruito seguendo un ipotetico montaggio parallelo: da un lato la storia di Andrea e Marta, dall’altra quella di Laura e Piero. Che si intrecciano in una riflessione poliedrica su quello che nel 2011 permise a Julian Barnes di aggiudicarsi il Man Booker Prize:...

  • Tipo: Blog
    Mar, 19/02/2019 - 13:30

    Geografia della memoria. “Ricordi dormienti” di Patrick ModianoTra i libri più recenti pubblicati da Einaudi per la collana Supercoralli c’è Ricordi dormienti (tradotto da Emanuelle Caillat), l’ultimo romanzo di Patrick Modiano, uno dei migliori narratori del nostro secolo, nonché Premio Nobel per la Letteratura nel 2014, quando a livello internazionale era (quasi) uno sconosciuto. La motivazione dell’Accademia di Svezia è funzionale per mettere subito a fuoco la tematica chiave dello scrittore francese: «Per l’arte della memoria […]». Dal titolo, è facilmente intuibile come anche quest’ultimo romanzo non faccia eccezione. Ed è rimarchevole nel contesto dell’aperçu letteraria di Modiano come, anche dopo il lungo periodo di silenzio narrativo che ha seguito l’assegnazione del premio, l’autore abbia deciso di proseguire esattamente da dove aveva terminato, raccordandosi al suo passato con un libro sul passato. Ricordi dormienti, appunto.

    Questointreccia le sottotracce della...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.