Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Riccardo Bonini

  • Tipo: Blog
    Gio, 17/01/2019 - 11:30

    Il seme dell’arte e dei libri. “Extremity” di Daniel Warren JohnsonCon Extremity, attraverso un lungo racconto grafico in due volumi ambientato in un crudele scenario post-apocalittico, Daniel Warren Johnson si pone un obiettivo ambizioso: raccontare patologie contrastate di grande portata – l’eterno conflitto tra vocazioni e crudele scontro con la realtà, la difficoltà di accettare i propri limiti sapendo perdonare, il rapporto tra fratelli, di sangue oppure acquisiti –  e ragionare sull’orrendo declino del sentimento votato alla vendetta inestinguibile e al conflitto eterno. Il risultato è in definitiva convincente ma, nel complesso, non privo di limiti. Nei due capitoli – Artista e Guerriera – (entrambi editi da SkyBound in America, ed entrambi curati da SaldaPress per la traduzione italiana di Stefano Menchetti) l’autore si prende tutto il tempo per strutturare visivamente il suo universo, debitore allo stesso tempo di sinistre atmosfere cyber-punk (vedi Mad Max) e di lugubri richiami agli archetipi tragici (colpe inestinguibili dei padri, figli costretti a pagare l’...

  • Tipo: Blog
    Gio, 15/11/2018 - 11:30

    Un affresco sulla solitudine. “Blood of the virgin” di Sammy HarkhamNon uscito da molto per i tipi di Oblomov Edizioni – nuova realtà di Igort (al secolo Igor Tuveri) dopo l’addio a Coconino, cofinanziata da La Nave di Teseo – il primo volume di Blood of the virgin dell’americano Sammy Harkham (per la traduzione di Elena Fattoretto) rappresenta perfettamente quel misto di raffinatezza narrativa, malinconia e attenzione alla descrizione dell’universo emotivo che appaiono come manifesto perfetto della casa editrice, la cui missione si radica proprio nella volontà di portare alla superficie (italiana) pochi lavori contraddistinti da una linea di ricercatezza espressiva rara.

    Autore di culto negli Stati Uniti, selezionatore straordinario come dal 2000 è lì a ricordare Kramers Ergot, considerata – probabilmente a ragione – la miglior vetrina disponibile per il fumetto indipendente, Harkham (nato nel 1980) si distingue per tempi di lavoro decisamente dilatati, privilegiando un respiro leggerissimo e tagliente. Con...

  • Tipo: Blog
    Sab, 13/10/2018 - 12:30

    Il racconto della guerra al chiaro di lunaPiù ancora che come eccezionale documento storico registrato in presa diretta, il manoscritto di William Stanley Moss Brutti incontri al chiaro di luna, affidato per Adelphi alla traduzione di Gianni Pannofino, emerge come un’ulteriore tangibile prova dell’abilità narrativa di scuola anglosassone, combinazione di una prosa agile e ricca di pathos per avvenimenti bigger than life, allo stesso tempo capace di lasciare il passo a commoventi digressioni e ironiche spigolature sulla realtà.

    La materia alla base del racconto è, già di per sé, di rara unicità: Creta, primavera 1944; l’inside story di come due giovani ufficiali dei servizi inglesi (poco più che ventenni), William Stanley Moss e Patrick Leigh Fermor, coadiuvati da un risoluto manipolo di partigiani, attuarono il sequestro e il successivo trasferimento al Cairo di Heinrich Kreipe, comandante della divisone Sebastopol sull’isola nonché uno dei militari di maggior spicco della gerarchia nazista in Grecia. La fuga e la caccia all’uomo che...

  • Tipo: Blog
    Mar, 18/09/2018 - 12:30

    Tra guerre di religione e cinema sci-fi. “Lake of Fire” di Nathan Fairbairn e Matt SmithUna significativa opera fumettistica apparentemente perfetta per i crepuscoli tardo-estivi. Un riuscito incastro tra racconto di formazione in chiave storica, immerso in uno scenario definito (quello delle guerre di religione) – soprattutto nelle sue contraddizioni – con fedeltà e attenzione, e un omaggio al miglior cinema d’azione sci-fi, sviluppato attraverso molteplici svolte congegnate in maniera abile, a sottolineare una consapevole regia preparatoria. Parliamo del discusso Lake of Fire, di Nathan Fairbairn (autore) e Matt Smith (ai disegni). Preceduto da entusiastiche anticipazioni – negli Stati Uniti si può osservare come miniserie da più di un anno, sparsa in cinque volumi –, tra cui quella dello stesso Robert Kirkman (Image), a metà giugno è uscito in Italia per Saldapress in un unico volume oversized in copertina rigida, per la traduzione di Marilisa Pollastro....

  • Tipo: Blog
    Lun, 16/07/2018 - 12:30

    La virtù della pazienza. “I primi viaggi di Andy Catlett” di Wendell BerryProcedere attraverso le pagine di un romanzo di Wendell Berry, e I primi viaggi di Andy Catlett non fa eccezione, significa – in particolare per chi, come il sottoscritto, è cresciuto in una circoscritta realtà dalle solide radici agresti – scendere a patti con la commozione suscitata dal ricordo, che da confuso e lontano nel tempo si fa sempre più vivido e delineato, delle origini della propria infanzia. Un viaggio alle basi di una sconfinata purezza di cui si intravedono i tratti e i confini, alla quale è lecito anelare anche senza averla mai conosciuta direttamente.

    Il terzultimo romanzo dello scrittore del Kentucky arriva in Italia dodici anni dopo la sua pubblicazione negli U.S.A. (nel 2006, per Shoemaker & Hoard), come sempre grazie a Lindau e all’ottima traduzione di Vincenzo Perna, che per la casa editrice torinese si è occupato anche di tutti i suoi precedenti lavori.

    In circa centoquaranta pagine ritroviamo intatto...

  • Tipo: Blog
    Mar, 19/06/2018 - 11:42

    Una perla oscura: “Kirby O’Donnell - Cacciatore di tesori” di Robert E. HowardUno dei progetti editoriali “di genere” più accurati e interessanti in cui può capitare di incappare in questo 2018 è rappresentato senza dubbio dalla pubblicazione Kirby O Donnell – Cacciatore di tesori di Robert E. Howard ad opera di Providence Press, casa editrice bolognese molto competente (e assai promettente), nella traduzione di Elena Cervi. A partire dalla scelta del nome, i dichiarati richiami di gratitudine nei confronti dei monumentali maestri della narrativa horror, weird, pulp e fantasy dei primi decenni del Novecento appaiono nitidi, a partire dall’universo di H.P. Lovercraft.

    L’intenzione a motore delle vicende editoriali è chiara e lodevole: recuperare materiale inedito in Italia, opere meno note di autori di culto del circuito, riproponendole in una veste grafica curata e originale e corredandole di autorevoli considerazioni critiche (a cura di Giacomo Ortolani), con puntuali inquadramenti storici e glossari che arricchiscano il bagaglio di armi a disposizione...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.