Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Tutti i contenuti di Riccardo Bonini

  • Tipo: Blog
    Lun, 10/06/2019 - 10:30

    L’ossessione per la fuga. “Lontano da Crum” di Lee MaynardFidarsi – anche intellettualmente – di qualcuno può rivelarsi un remunerativo azzardo così come un deludente disastro. Le aspettative create dalle molteplici, autorevoli voci che si sono spese per esaltare il più significativo dei lavori di Lee Maynard, Lontano da Crum (uscito a fine 2018 in nuova veste per Mattioli, tipografo-editore fidentino attivo dal 1885, con traduzione a cura di Nicola Manuppelli), erano in me piuttosto alte. Alla luce della tensione introduttiva, il rischio delusione era altrettanto elevato.

    Come tutte le rivelazioni, anche questa ha trovato il suo inevitabile ridimensionamento nella lettura, ma rimango del parere che si tratti di un buon testo, che potrà probabilmente ambire a una diffusione di culto: gli ingredienti, infatti, ci sono tutti. A partire dall’icona di “libro maledetto”, con una travagliata storia editoriale: pubblicato per la prima volta nel 1988 negli U.S.A., smaccatamente autobiografico, è valso all’autore l’inibizione dal piccolo paese che dà il nome al...

  • Tipo: Blog
    Ven, 17/05/2019 - 10:30

    “Pet Sematary”, il nuovo orribile film dal capolavoro di Stephen KingGli orrori, quelli che si trascinano. Di fronte a operazioni del genere il punto rimane sempre il solito: i prodotti di re-design (ormai sempre più frequenti nel cinema contemporaneo), nel loro tentativo di attualizzare cornice e messaggio, sembrano ormai più interessati ad assecondare banali mire di product placement che non a rispettare un climax drammaturgico degno di questo nome.

    Pet Sematary, ultimo adattamento dell’eccezionale testo di Stephen King che porta la data di un ormai giurassico 1983, non fa – purtroppo – eccezione. Le aspettative, fomentate da un incessante battage, si erano conquistate vette di tutto rispetto, di cui uno spettatore (e prima ancora un amante di King) dotato di gusto critico avrebbe giustamente dovuto chiedere conto in sala. Ormai però si tende a dimenticare, a non porsi nemmeno il problema di cosa ci abbia preceduto, e tutto viene consumato con la stessa velocità e lo stesso impersonale senso di non-...

  • Tipo: Blog
    Mar, 07/05/2019 - 10:30

    La delusione de “Il sangue dei codardi” di Jean-Yves DelitteLa prima impressione che si trae da un’attenta lettura dei due volumi che, ad ora, compongono la versione italiana de Il sangue dei codardi a firma di Jean-Yves Delitte, uscito in Italia nel corso dell’ultimo anno per i tipi di Mondadori Historica grazie alla traduzione di Marco Cedric Farinelli, è quella di un’operazione riuscita solo in parte.

    L’indiscutibile talento narrativo dell’autore belga, solitamente evidenziato nel calcolare con grande precisione gli incastri delle svolte del racconto, non appare in questo caso supportato da un materiale narrativo all’altezza.

    Cerchiamo di capire perché. Sicuramente non è una novità il tentativo di collocare la figura di un detective ante-litteram in un contesto storico ricostruito con precisione ed efficacia (ce lo ha ricordato anche la recente messa in onda de Il nome della rosa, più per i rimandi al libro che per i risultati effettivamente...

  • Tipo: Blog
    Mer, 03/04/2019 - 12:30

    Alla ricerca delle radici dell’Europa. “La compagnia del crepuscolo” di François BourgeonEsistono opere e autori che si sforzano di provare a restituire al lettore uno squisito senso di appartenenza “politica” e intellettuale. Affrontando con estrema perizia storica e furore narrativo il tema delle radici dell’Europa, è esattamente ciò che riesce a fare François Bourgeon con i due volumi de La compagnia del crepuscolo, editi da Mondadori per la collana Historica nella traduzione dal francese a cura di Mauro Neri.

    Attraverso uno stile personalissimo, riuscito mélange di riferimenti culturali (e linguistici) alti e bassi, e servendosi di un tratto dettagliato e fedele a un realismo estremamente funzionale alla narrazione, Bourgeon – già noto al pubblico per l’entusiasmante saga I passeggeri del vento – sviluppa le drammatiche peripezie di un’eterogenea compagnia di ventura composta da un cavaliere senza volto e con un passato che gronda...

  • Tipo: Blog
    Gio, 17/01/2019 - 11:30

    Il seme dell’arte e dei libri. “Extremity” di Daniel Warren JohnsonCon Extremity, attraverso un lungo racconto grafico in due volumi ambientato in un crudele scenario post-apocalittico, Daniel Warren Johnson si pone un obiettivo ambizioso: raccontare patologie contrastate di grande portata – l’eterno conflitto tra vocazioni e crudele scontro con la realtà, la difficoltà di accettare i propri limiti sapendo perdonare, il rapporto tra fratelli, di sangue oppure acquisiti –  e ragionare sull’orrendo declino del sentimento votato alla vendetta inestinguibile e al conflitto eterno. Il risultato è in definitiva convincente ma, nel complesso, non privo di limiti. Nei due capitoli – Artista e Guerriera – (entrambi editi da SkyBound in America, ed entrambi curati da SaldaPress per la traduzione italiana di Stefano Menchetti) l’autore si prende tutto il tempo per strutturare visivamente il suo universo, debitore allo stesso tempo di sinistre atmosfere cyber-punk (vedi Mad Max) e di lugubri richiami agli archetipi tragici (colpe inestinguibili dei padri, figli costretti a pagare l’...

  • Tipo: Blog
    Gio, 15/11/2018 - 11:30

    Un affresco sulla solitudine. “Blood of the virgin” di Sammy HarkhamNon uscito da molto per i tipi di Oblomov Edizioni – nuova realtà di Igort (al secolo Igor Tuveri) dopo l’addio a Coconino, cofinanziata da La Nave di Teseo – il primo volume di Blood of the virgin dell’americano Sammy Harkham (per la traduzione di Elena Fattoretto) rappresenta perfettamente quel misto di raffinatezza narrativa, malinconia e attenzione alla descrizione dell’universo emotivo che appaiono come manifesto perfetto della casa editrice, la cui missione si radica proprio nella volontà di portare alla superficie (italiana) pochi lavori contraddistinti da una linea di ricercatezza espressiva rara.

    Autore di culto negli Stati Uniti, selezionatore straordinario come dal 2000 è lì a ricordare Kramers Ergot, considerata – probabilmente a ragione – la miglior vetrina disponibile per il fumetto indipendente, Harkham (nato nel 1980) si distingue per tempi di lavoro decisamente dilatati, privilegiando un respiro leggerissimo e tagliente. Con...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.