Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Curiosità grammaticali

Conoscere l'editing

Interviste a scrittori

Tutti i contenuti di Stefano Clerici

  • Tipo: Blog
    Gio, 03/12/2020 - 11:30

    L’ossessione di dare forma all’informe. “Ferdydurke” di Witold GombrowiczProsegue, saggiamente indefessa e indefettibile la ripubblicazione delle opere di Witold Gombrowicz ad opera del Saggiatore: alla nostra ossessione di lettori, di questi tempi, offre Ferdydurke, curata dal polonista Francesco M. Cataluccio e tradotta da Irene Salvatori e da Michele Mari, che apre anche le danze con una prefazione dalla quale emergono nettamente i nuclei tematici su cui si è voluto insistere nella resa in italiano, tanto dei significati, quanto dei significanti.

    Oltre a contenere una mordente satira contro il mondo della scuola e dell’accademia; oltre alla parodia del perbenismo e dell’affettazione paternalistica degli atteggiamenti così detti adulti; oltre allo slancio con cui Gombrowicz si slancia rilanciando tanto contro il modernismo spicciolo, quanto i vecchiumi dell’antico regime, Ferdydurke si focalizza sullo...

  • Tipo: Blog
    Lun, 28/09/2020 - 12:30

    Dare voce a chi non ce l’ha. “La forma del silenzio” di Stefano CorbettaDonare una voce a chi non ce l’ha: questo l’intento del nuovo romanzo di Stefano Corbetta, pubblicato alcune settimane fa dalla casa editrice Ponte alle Grazie.

    L’autore milanese, partendo dalla Bassa padana degli anni Sessanta del secolo scorso, racconta la storia del piccolo Leo e della sua famiglia, composta da una sorella maggiore, Anna, la madre, Elsa e il padre, Vittorio.

    Preceduta da un ermetico esergo di Nietzsche («Ma l’indicibile afferrò un lembo della sua veste e ricominciò a gorgogliare e cercare parole»), la scena iniziale è emblematica nella sua semplice intensità: durante un sabato di primavera, il bambino dipinge una margherita sulla parete del soggiorno. Nessuno ce lo ha detto direttamente, ma possiamo immaginarla enorme, poiché Leo, per disegnarla, si è arrampicato su una scala recuperata dallo sgabuzzino e ha tracciato «ampie...

  • Tipo: Blog
    Gio, 10/09/2020 - 12:30

    Il grande gioco della lettura. “Racconti brevi e straordinari” di Jorge Luis Borges e Adolfo Bioy CasaresDopo una pubblicazione a ridosso dell’edizione ampliata del 1973, in Italia non si era più visto circolare l’ennesimo e tardivo frutto del ventennale gioco di collaborazione tra i due massimi scrittori argentini del Novecento, Jorge Luis Borges e Adolfo Bioy Casares.

    In questo anno fuori dall’ordinario, per i tipi Adelphi e con la traduzione di Tommaso Scarano, i loro Racconti brevi e straordinari vengono riproposti alle nostre circonvoluzioni cerebrali, avide di lettura e di sogni.

    Certo, manca la copertina color carta da zucchero recante la stampa di un ibrido che pare uscito dall’Iconologia del Ripa, ma per il resto il ritorno al grande divertimento combinatorio in cui dalla letteratura nasce altra...

  • Tipo: Blog
    Lun, 10/08/2020 - 10:30

    La famiglia statunitense, tra luci e ombre. “Mai stati così felici” di Claire LombardoL’esordio letterario di Claire Lombardo, Mai stati così felici (titolo originale The Most Fun We Ever Had), pubblicato in Italia da Bompiani nella collana Narratori stranieri con la traduzione di Silvia Castoldi e già pronto per diventare anche una serie tv targata HBO alla quale l’autrice sta collaborando per la sceneggiatura, riprende e rinnova la tipologia del romanzo corale americano: ci troviamo dunque davanti a uno stretto parente dei Provincialidi Jonathan Dee, che, poco più di un anno fa, aveva saputo riconoscere e sondare le ombre della società statunitense attraverso una variegata moltitudine di personaggi, fino a pronosticarne l’eterna decadenza.

    Claire Lombardo, dal canto suo, compie un’operazione molto simile, ma inietta nelle pagine, sin dal principio, anche un fluido, luminoso ottimismo che...

  • Tipo: Blog
    Mar, 30/06/2020 - 12:30

    Milano corrotta. “La città degli untori” di Corrado StajanoDopo una prima edizione Garzanti del 2009 e il Premio Bagutta nel 2010, torna in libreria, questa volta pubblicata dal Saggiatore nella collana La Cultura, La città degli untori, di Corrado Stajano.

    Protagonista è Milano, «capitale morale dell’apologia», «priva di umani abbandoni», orbata di quello «spirito solidale» che un tempo l’aveva caratterizzata (Milàn col coeur in man), talmente degradata che ormai «la corruzione» si stende «come una rete da pesca messa ad asciugare al sole».

    Dal punto di vista del genere letterario, l’opera si può definire un curioso ibrido tra la forma saggistica e quella narrativa.

    Del trattato possiede l’impostazione ragionativa, l’impianto nettamente squadrato in capitoli e paragrafi, l’estremo rigore documentario e metodologico riconoscibile nella...

  • Tipo: Blog
    Lun, 01/06/2020 - 10:30

    Tempo di perdersi e tempo di ritrovarsi. “A una certa ora di un dato giorno” di Mariantonia AvatiIl nuovo romanzo di Mariantonia Avati, A una certa ora di un dato giorno, pubblicato da poche settimane nella collana “Oceani” della casa editrice La nave di Teseo, coinvolge il lettore con una sofferta riflessione sul tema della perdita di chi vorremmo ci fosse sempre vicino.

    Già in esergo ci scontriamo con una definizione, quella del termine «scomparso»: le parole sono quelle di una voce reperibile da un qualsiasi vocabolario, in prima battuta fredde e asettiche ma poi sempre più intense fino all’accumulo e al climax finale dei sinonimi («sparito, dileguato, dissolto, svanito, eclissato, deceduto, estinto, morto»).

    La stessa forza si ripresenta fin dalla prima riga, dove veniamo catturati dall’io narrante, Emma, una donna subito pronta a dichiarare, con schiettezza e...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.