Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Tutti i contenuti di Stefano Clerici

  • Tipo: Blog
    Mar, 30/06/2020 - 12:30

    Milano corrotta. “La città degli untori” di Corrado StajanoDopo una prima edizione Garzanti del 2009 e il Premio Bagutta nel 2010, torna in libreria, questa volta pubblicata dal Saggiatore nella collana La Cultura, La città degli untori, di Corrado Stajano.

    Protagonista è Milano, «capitale morale dell’apologia», «priva di umani abbandoni», orbata di quello «spirito solidale» che un tempo l’aveva caratterizzata (Milàn col coeur in man), talmente degradata che ormai «la corruzione» si stende «come una rete da pesca messa ad asciugare al sole».

    Dal punto di vista del genere letterario, l’opera si può definire un curioso ibrido tra la forma saggistica e quella narrativa.

    Del trattato possiede l’impostazione ragionativa, l’impianto nettamente squadrato in capitoli e paragrafi, l’estremo rigore documentario e metodologico riconoscibile nella...

  • Tipo: Blog
    Lun, 01/06/2020 - 10:30

    Tempo di perdersi e tempo di ritrovarsi. “A una certa ora di un dato giorno” di Mariantonia AvatiIl nuovo romanzo di Mariantonia Avati, A una certa ora di un dato giorno, pubblicato da poche settimane nella collana “Oceani” della casa editrice La nave di Teseo, coinvolge il lettore con una sofferta riflessione sul tema della perdita di chi vorremmo ci fosse sempre vicino.

    Già in esergo ci scontriamo con una definizione, quella del termine «scomparso»: le parole sono quelle di una voce reperibile da un qualsiasi vocabolario, in prima battuta fredde e asettiche ma poi sempre più intense fino all’accumulo e al climax finale dei sinonimi («sparito, dileguato, dissolto, svanito, eclissato, deceduto, estinto, morto»).

    La stessa forza si ripresenta fin dalla prima riga, dove veniamo catturati dall’io narrante, Emma, una donna subito pronta a dichiarare, con schiettezza e...

  • Tipo: Blog
    Mar, 19/05/2020 - 10:30

    Nelle delicate profondità della letteratura. “Nella balena” di Alessandro BarbagliaAlessandro Barbaglia si diverte a intrecciare la sua vita fra le carte, come romanziere, poeta e libraio e il suo libro, pubblicato per Mondadori nella collana “Narrative”, Nella balena, è l’ultimo risultato di questa sua naturale inclinazione.

    Saper penetrare nelle profondità del racconto e cavarne fuori il nitore perlaceo di una scrittura delicata e, al contempo, brillante è mestiere da subacquei cerca-tesori: continuando sulla stessa linea metaforica, come un palombaro con la sua tuta si cala nelle fosse verso il fondale, allo stesso modo Barbaglia, con lo scafandro della tradizione letteraria, scende verso gli abissi di un pensiero fisso. Nei Ringraziamenti – siamo nella parte finale – racconta che, da bambino, non sapeva discernere «un’ossessione da una rana» poiché aveva conosciuto un tale, «amico dei [..] genitori che aveva rane ovunque» («lo zerbino di casa sua era una rana, e così il dispenser del sapone in bagno, le tovagliette da...

  • Tipo: Blog
    Mer, 25/03/2020 - 09:30

    Crescere, disobbedire, vivere! “Mara. Una donna del Novecento” di Ritanna ArmeniPubblicato nella collana Scrittori della casa editrice Ponte alle Grazie, il nuovo libro della giornalista e scrittrice Ritanna Armeni, Mara. Una donna del Novecento, propone una sfida: trattare, attraverso la crescita di una giovane, il tema dell’emancipazione femminile durante gli anni del fascismo; parlare di come, durante un regime totalitario che fece della discriminazione la sua cifra distintiva, le donne abbiano tentato di autodeterminarsi per affrancarsi da una condizione di subalternità imposta, prima attraverso subdole blandizie e poi con coercizioni dittatoriali, che le voleva mogli e madri feconde, servizievoli e sottomesse.

    La libertà prende molte strade; l’originalità, la forza delle pagine di questo scorcio del secolo breve è qui, nelle parole in prima persona di Mara Carucci, tredicenne nel 1933...

  • Tipo: Blog
    Lun, 24/02/2020 - 11:30

    Il vortice del pensiero. “L’autoritratto in blu” di Noémi LefebvrePer i tipi della casa editrice indipendente pordenonese Safarà è stato da poco pubblicato L’autoritratto in blu, della scrittrice, politologa e musicologa lionese Noémi Lefebvre, nella traduzione di Susanna Spero: già a partire dal titolo è possibile desumere che la voce narrante sarà in prima persona e le vicende saranno, dunque, presentate attraverso il punto di vista d’un personaggio interno alle vicende e, anzi, ampiamente accostabile alla figura dell’autrice reale. Il filtro del racconto è blu, ha il colore della tristezza e della malinconia, di chi manca «fondamentalmente di serenità» e «mugghia alla luna»: non però a guisa di lupo, romantico e ramingo, ma come una prosaica, surreale e inaspettata «mucca», una «stupida muccona», il cui «orrendo verso bovino» squarcia il cielo durante una traversata aerea Berlino-Parigi.

    A partire dalla prima pagina del romanzo si entra immediatamente nella mente dell’...

  • Tipo: Blog
    Gio, 30/01/2020 - 11:30

    Tra l’indeterminato e il morboso. “La signora del martedì” di Massimo CarlottoSalutato da una critica, sempre più affannata alla ricerca dell’ennesimo capolavoro, come un romanzo in cui l’autore approda a territori originali mai sondati nelle proprie opere, La signora del martedì, di Massimo Carlotto, pubblicato per la casa editrice romana Edizioni e/o nella collana Dal Mondo, pare più che altro una furba e attraente trovata commerciale, pur confezionata con mestiere e un certo grado di perizia.

    Se si somma a un titolo che – almeno sul piano della forma – pare riferirsi immotivatamente ai Giovedì della signora Giulia, una copertina biancastra, perlacea, lattiginosa in cui fanno bella scena di sé in primo piano lenzuola un poco gualcite, si evince un patente rimando, ma non si saprebbe definire quanto voluto, alla malizia che strisciava fuori, fino ad alcuni decenni fa, dalla penna di un altro popolare affabulatore, Piero Chiara.

    Oltre il letto si...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.